Mahmood all' Expo di Dubai: il concerto e la dichiarazione commossa per l'Ucraina. VIDEO

Musica

Il cantante, vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo accanto a Blanco, ha mostrato la bandiera gialla e blu dello Stato invaso dai russi dopo aver cantato" Brividi". E Ha rivolto un messaggio di solidarietà al popolo colpito dal conflitto: "Sempre dalla parte degli oppressi, mai degli oppressori"

Una sentita dedica al popolo ucraino colpito dalla guerra di invasione russa (LO SPECIALE - I VIDEO), con tanto di bandiera gialla e blu portata sul palco. A rivolgerlo è stato Mahmood, durante il concerto tenuto a Dubai, in occasione dell'Expo. "Sono convinto che sia importante essere qui oggi", aveva annunciato il cantante vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo (LO SPECIALE) - soprattutto per il momento storico in cui ci troviamo, visto cosa sta succedendo in Ucraina".

Il messaggio dal palco dell'Expo

vedi anche

Guerra Russia-Ucraina, le reazioni del mondo dello spettacolo

Un pensiero ribadito sul palco, mentre cantava Brividi tenendo tra le mani la bandiera ucraina. "Sempre dalla parte degli oppressi, non degli oppressori. No war, support Ukraine", ha detto il cantante alla fine del brano, tra gli applausi dei tanti fan presenti. Potete vedere questo momento nel video in alto su questa pagina.

"SEMPRE DALLA PARTE DEGLI OPPRESSI"

leggi anche

Roberto Bolle abbraccia la ballerina ucraina Iana Salenko a Expo Dubai

Mahmood si aggiunge dunque alla lista di artisti che hanno dichiarato il loro sostegno e la loro solidarietà al popolo ucraino. "Stare sempre dalla parte degli oppressi e mai degli oppressori. Questo è il messaggio base, la regola", aveva spiegato nel corso della conferenza stampa tenuta prima del live. "Vedere i video che girano sui social in questo periodo fa male. Fa male vedere che nel 2022 la situazione non sia cambiata così tanto rispetto a guerre passate. Bisogna cercare di aiutare e far sentire le persone aiutate, questo è importante".

IN VISITA AL PADIGLIONE DELL'UCRAINA

leggi anche

Guerra in Ucraina, 150 radio europee trasmettono Give Peace a Chance

Prima del concerto, Mahmood ha voluto inoltre visitare il padiglione dell'Ucraina, dove ha incontrato il direttore e si è fermato emozionato a guardare la parete di centinaia di post-it con i quali i visitatori hanno espresso il loro sostegno nei confronti del Paese. Poi, ha lasciato il suo messaggio: "Sempre dalla parte degli oppressi. Support Ukraine". 

Spettacolo: Per te