Joe Schievano ci racconta After a war Day: il video

Musica

Il brano racconta una maledetta giornata come le altre, in guerra contro la quotidianità sempre più complessa e tormentata ed è introdotto da un testo esclusivo dell'artista

After a war day è un brano che ha il DNA di una breve colonna sonora: sonorità

elettroniche sostengono un’anima rock, una chitarra elettrica grida il suo tema e crea

qualcosa di epico, di appassionato e insieme di sofferto. E’ il soundtrack di una maledetta giornata come le altre, in guerra contro la quotidianità sempre più complessa e tormentata. L’idea era quella di creare un video che avesse un linguaggio cinematografico molto coerente con il progetto complessivo dell'album You are the movie, this is the music. La narrazione è composta da un unico grande viaggio in movimento che raccoglie in pochi minuti tante storie diverse, a volte sovrapposte. La nostra guerra può iniziare già dal mattino e incrociare quella di altre persone.

Il video, realizzato per le strade di Roma, è stato completamente girato con lo smartphone per preservare l'autenticità e l'intimità delle immagini. E la protagonista è ognuno di noi: il traffico impazzito, la burocrazia, una relazione difficile, pregiudizi, oppure l&'età che avanza o una disabilità che lotta con le barriere architettoniche: tutti noi viviamo le nostre guerre quotidiane. E c’è sempre un momento a fine giornata, breve o lungo, che ci fa sentire dei guerrieri che stanno facendo un bilancio.


Il bianco e nero ipercontrastato esaspera la tematica bellica, in una sorta di neorealismo in chiave digitale. Tutto è estremamente reale: il cane e la sua paradigmatica e ostinata resistenza passiva, i passeggeri addormentati sulle metropolitane simbolo di una resistenza al quotidiano che diventa resilienza, i riti del mattino, in bilico tra energia e disgusto, le difficoltà, le emozioni, i silenzi e le esplosioni. Infine, però, c'è ancora un luogo che ci attende dopo la battaglia e in cui possiamo abbandonarci con sicurezza e raccontare la nostra giornata di guerra.

Quando ci fermiamo ad osservare le guerre degli altri, la nostra può iniziare ad apparire più semplice, o ne possiamo cogliere una sintonia, che ci accompagna con meno solitudine.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.