Renza Castelli prima ci racconta X Factor e poi si prende il futuro

Musica

Fabrizio Basso

renza castelli

Nel 2018, a X Factor, ha emozionato il pubblico e tutti i giudici, a prescindere dalle categorie. La conferma arriva dal suo percorso artistico in...levare. L'artista toscana crea per Sky Tg24 la sua top ten ideale del talent musicale di Sky Uno

La ho lasciata a A piedi scalzi sulla neve, come titola il suo ultimo singolo, e ora la ritrovo che ha deviato dal manto candido per camminare su un terreno più solido ma non meno romantico. Renza Castelli, indimenticata protagonista di X Factor 2018, inizia a ridosso di una estate che speriamo più libera un nuovo viaggio artistico che ha al centro un pensiero più personale: "Ho fatto una sterzata su alcune cose a livello artistico -racconta- che non significa stravolgere quanto ho costruito finora bensì procedere in maniera più naturale e sincera. Il periodo di costrizione e restrizione che ho vissuto, che tu abbiamo vissuto, mi ha permesso di capire che desidero una maggiore sintesi artistica, mi ha portato la cosapevolezza di ciò che voglio comunicare". Questo non significa salire su una colonna e fare la stilita. Tutt'altro. Renza Castelli delegherà di più ma sarà ancora di più artefice dei suoi progetti: "Voglio una voce in capitolo più forte. Ora vorrei confezionare un album, non un Ep, e vorrei più persone che ci lavorino mentre io sono il filo conduttore. Non tutti abbiamo un mood per tirare fuori le cose, c'è chi è più latino e chi più jazz, per citare due esempi, e io desidero, attraverso una pluralità di voci, che emergano gli stati d’animo polifonici delle canzoni". Il sogno sarebbe un singolo a luglio, ma più realisticamente dovremo aspettare l'estate o settembre. Renza sa adattarsi al momento e muoversi in completa autonomia e dunque sceglierà il giusto tempo per pubblicare nuovi brani, sperando che le uscite coincidano con la rinascita della musica dal vivo. Che ritroverebbe una protagonista stilosa, matura, intensa e unica.

LA TOP PLAYLIST DI X FACTOR DI RENZA CASTELLI

2020
- Di quest'ultima edizione mi ha colpita MyDrama per i colori della sua voce e il modo in cui riesce a immergersi in altri brani apportando un suo tocco sempre personale. Anche cmqmartina mi è piaciuta molto, con ritmi belli tirati e tanta freschezza originale e divertente.

2019 - Per i miei gusti personali ho amato tanto, e continuo ad ascoltarmeli in playlist, i Seawards! Mi hanno decisamente incantata con la libertà di poter lasciar fluttuare loop e melodie sempre però con un filo conduttore quasi onirico su suoni e ambientazioni.
 

2018 - Ricordo bene questa edizione perché è la mia. Posso dire tutti? Se però devo scegliere qualcuno da mettere nella mia top 10 sicuramente metto Naomi e Anastasio. Lei ha una capacità innata di poter eseguire qualsiasi cosa, è veramente uno strumento musicale della natura,  Anastasio invece ha la penna libera e il pensiero sincero, mi piace tantissimo il suo modo di esprimersi (lui lo sa lo tartasso sempre).
 

2017 - Beh del 2017 c'è un ricordo bello importante direi…i Maneskin. In qualche modo una rivoluzione, da vedere e da ascoltare. Giovani, divertenti, divertiti ed energici. Mi sono sempre detta che è stata una gran bella cosa far arrivare questo gruppo in tv, una bella ondata di musica di rock finalmente, a portata anche dei più giovani.
 

2016 - Gaia Gozzi tanto love. Durante i miei viaggi in direzione Milano ho incontrato Gaia in tempi non sospetti, vi posso dire che è proprio come la vedete, è come la sua musica, genuina, fresca e determinata. E anche bellissimissima.

2015 - Shorty Shorty Shorty. Animo black e sincerità a palate, una vocalità che ami e che ogni volta ti fa struggere dalla bellezza e, visto che ci conosciamo personalmente, aggiungo che sono molto molto molto felice che abbia avuto la possibilità di partecipare a Sanremo giovani quest'anno, se lo è meritato tutto. Capacità e determinazione.

2014 - Sarò una nostalgica tenerona ma Ilaria la ricordo ancora e pure la sua versione di Giudizi Universali. Brava brava brava.
 

2013 - Street Clerks...quando vedo dei bravi musicisti che cantano bene e si divertono divento matta dalla gioia. Di questa edizione ricordo bene anche Aba che ha una magnifica voce soul e tanta tanta energia.
 

2012 - Chiara Galiazzo mi è sempre piaciuta per la sua genuinità, felice che abbia vinto questa edizione.

2011 - Francesca Michielin ovvero come dimenticare la sua esibizione con Whole tutta love? Mi ricordo che la ascoltai e la guardai ed era veramente giovanissima, ma già con tanta grinta e tanta musica bella nelle orecchie. Com'è andata poi lo sapet!

2010 - Nathalie è la vincitrice di questa edizione: mi piacque molto e mi ricordava un pochino Tori Amos; mi è sempre piaciuta per il suo modo di suonare e cantare con trasporto durante le esibizioni. Anche Nevruz ha lasciato un segno nella mia memoria…bizzarro, anticonformista e imprevedibile!

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.