Zero Assoluto, pubblicato Fuori noi feat. Gazzelle

Musica

Il duo formato da Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi pubblica un nuovo singolo a quattro anni di distanza dall’ultimo album 

A quattro anni di distanza dalla loro ultima pubblicazione, l’album “Di me e di te” del 2016, gli Zero Assoluto tornano con un nuovo singolo in collaborazione con il cantautore Gazzelle. La canzone “Fuori noi” è stata annunciata sui social a metà luglio e ora vede la luce dopo una lunga pausa. Il duo festeggia così i 25 anni di carriera e al momento dell’uscita della canzone ha lasciato un messaggio ai propri fan: “Abbiamo scritto senza farci troppe domande, senza orpelli e senza alcun tipo di scadenze o obblighi. Abbiamo scritto insieme perché ci andava, perché Flavio ha un dono naturale nel comporre e perché ci veniva naturale farlo insieme. Abbiamo scritto canzoni, fumato sigarette, bevuto tanto e ci siamo raccontati chi siamo. È solo l’inizio!”.  

approfondimento

Le canzoni più famose di Gazzelle

Successivamente hanno raccontato la nascita della canzone: “A volte cambiare prospettiva aiuta a capire le cose. Basta un’inquadratura, un dettaglio, e tutto ritorna al suo posto. Fuori Noi è questo, il dettaglio che ha fatto ritornare tutto al suo posto, spostando la prospettiva di tutto quello che sarà e che saremo. Siamo fatti così, così, così...e abbiamo voglia di raccontarvi tutte le sfumature dei nostri “così”, chi eravamo e chi siamo diventati. Basta poco, davvero”.

Il testo di “Fuori noi” 

Cosa vuoi? 

Io sto bene 

Usciamo a bere? 

Come stai? 

Sembra bene 

dormiamo insieme 

Voglio scrivere una frase sul muro 

ma con un coltello 

che non lasci nessun dubbio 

che ogni dubbio è tempo perso 

come un sogno che ti sveglia e non lo sai 

se sei quello che sei 

E mi spaccherò la schiena 

per portarti dove vuoi 

per andare fuori a cena 

per non andare fuori noi 

siamo sopra un’altalena 

e ogni tanto cado giù 

ma ogni volta che sto bene 

non me lo ricordo più 

non me lo ricordo 

Mi domando cosa vuoi da me 

sarei pure disposto a morire 

mi rispondo se non lo sai te 

facevo prima a non uscire 

e sono anni che ci scrivo i pezzi sopra 

senza mai capire bene se la vita mi ritorna indietro addosso 

vorrei sapere almeno come 

e siamo fatti così, così, così 

basta poco davvero 

sembra tutto più bello lontano da qui 

anche se non è vero 

Voglio scrivere una frase sul muro ma con un coltello 

che non lasci nessun dubbio 

che ogni dubbio è tempo perso 

come un sogno che ti sveglia e non lo sai 

se sei quello che sei 

E mi spaccherò la schiena 

per portarti dove vuoi 

per andare fuori a cena 

per non andare fuori noi 

siamo sopra un’altalena 

e ogni tanto cado giù 

ma ogni volta che sto bene 

non me lo ricordo più 

non me lo ricordo più 

non me lo ricordo 

Spettacolo: Per te