Stevie Wonder, le canzoni più famose

Musica
©Getty

Da “Superstition” a “You are the sunshine of my life”, celebriamo i 70 anni di Stevie Wonder con le sue canzoni più famose

Compie 70 anni Stevie Wonder. Un talento indiscutibile, tra le voci più importanti e famose nel mondo soul. Diventato famoso a 11 anni, è diventato un artista fondamentale per la leggendaria Motown avendo un ruolo importante nel suo successo nei primi anni Sessanta. Quando ottenne una maggiore autonomia negli anni Settanta, la sua fusione pionieristica di rock e soul, usando sintetizzatori, clavinet e ritmi influenzati dal jazz e dal blues in un contesto pop, hanno dato vita a brani tra i più celebri di quegli anni, veri e propri evergreen internazionali.

approfondimento

Stevie Wonder compie 70 anni: le 5 cose da sapere sul genio del soul

Stevie Wonder è considerato a tutti gli effetti tra gli artisti più innovativi e influenti grazie al suo contributo all'evoluzione del soul e del R&B. Capace di rinnovare profondamente il linguaggio della black music, ha scritto, composto, arrangiato e suonato in totale autonomia pietre miliari della musica. Tantissimi i riconoscimenti al suo genio: 25 Grammy Awards, 1 Grammy Lifetime Achievement Award, 1 Premio Oscar e 11 American Music Awards. In tutto il mondo ha venduto oltre 100 milioni di dischi. Per celebrare i 70 anni, ecco otto tra le canzoni più famose di Stevie Wonder:

  • Isn't she lovely
  • Superstition
  • I just called to say i love you
  • Part time lover
  • You are the sunshine of my life
  • Higher ground
  • Signed, Sealed, Delivered I'm Yours
  • Living for the City

Isn't she lovely

Isn’t she lovely” è tra le canzoni più famose della carriera di Stevie Wonder ma soprattutto è passato alla storia come uno dei grandi singoli che non è mai stato rilasciato. Fin dalla stesura si è sempre rifiutato di rilasciarlo come 45 giri, poiché avrebbe significato accorciare la traccia dell'album di sette minuti. Inoltre Stevie Wonder non aveva intenzione di pubblicare una canzone che celebrava la nascita (e con la voce di) sua figlia, Aisha. Il brano è inserito nell’album del 1976 “Songs in the Key of Life” e inizia appunto con un campionamento del pianto della bambina.

Superstition

Una canzone rivoluzionaria dove Stevie Wonder cattura il suo groove più potente grazie al riff di clavinet e a tecniche di studio che raggiungono un livello completamente nuovo. Per molti “Superstition” è considerata la più grande canzone di Stevie Wonder e nel 1976 gli permise di conquistare due Grammy Award per la miglior canzone R&B e per la categoria "Best R&B Vocal Performance, Male".

I just called to say i love you

I just called to say i love you” è il singolo più venduto nella carriera di Stevie Wonder. Scritta, prodotta ed eseguita dallo stesso artista, nasce come la canzone principale dell'album della colonna sonora del 1984 “The Woman in Red”. Il brano ha conquistato il Golden Globe e l’Oscar per la migliore canzone originale, oltre a ricevere tre nomination ai Grammy Awards.

Part time lover

Part-Time Lover” è uscito come singolo nel 1985, primo estratto dall'album “In Square Circle”. Riuscì contemporaneamente a conquistare la vetta di quattro classifiche Billboard. Il compianto 2Pac l’ha campionata per la canzone “Part Time Mutha”.

You are the sunshine of my life

You are the sunshine of my life” è una canzone meravigliosamente romantica scritta e registrata da Stevie Wonder nel 1972. I primi due versi del brano sono cantati da James Gilstrap e Lani Groves. Anche in questo caso il cantautore conquistò un Grammy Awards per la miglior interpretazione vocale maschile. Nel tempo la canzone è stata oggetto di innumerevoli cover che hanno confermato la sua straordinaria efficacia

Higher ground

Sono bastate solo tre ore al genio creativo di Stevie Wonder per comporre e registrare “Higher ground”. All’epoca dell’uscita descrisse la canzone come "la sensazione che qualcosa sarebbe successo". Il brano ha acquisito un significato ancora maggiore, quando lo stesso Stevie Wonder poco dopo trascorse quattro giorni in coma dopo un incidente automobilistico quasi fatale.

Signed, Sealed, Delivered I'm Yours

Uno dei primi brani di Stevie Wonder dove l’artista ha potuto avere piena libertà. “Signed, Sealed, Delivered I’m Yours” è il primo passo del genio verso la leggenda. Un brano irresistibile che comunque rimanda al periodo Motown.

Living for the City

La voce grintosa e appassionata di Stevie Wonder e la sua impareggiabile musicalità illuminano “Living for the City” che racconta la storia devastante di un povero ragazzo nero del Mississippi che deve fare i conti con il razzismo e lo sfruttamento a New York City.

Spettacolo: Per te