J-Ax e Max Pezzali, il testo del singolo "La mia hit"

“La mia hit” è il nuovo brano di J-Ax in collaborazione con Max Pezzali. Il testo del nuovo singolo

In attesa di conoscere il nuovo album “ReAle”, J-Ax lancia il singolo “La mia hit” realizzato in collaborazione con Max Pezzali. Il brano fa parte del nuovo progetto discografico dell’artista e come raccontato dallo stesso J-Ax unisce lo spirito degli Articolo 31 e degli 883 agli albori: “Ormoni, sentimenti e un po’ di sano cazzeggio. Spero vi faccia “strippare” come a noi”. Nel video J-Ax e Max Pezzali hanno preso "in prestito" i videoclip di altri colleghi creando una sorta di parodia. Ci sono infatti Elodie e Marracash, Benji & Fede, Alessandra Amoroso e i Boomdabash in Mambo Salentino, Takagi & Ketra insieme a Giusy Ferreri in Jambo, Elisa in Vivere tutte le vite, Baby K in Playa, Fred De Palma in Una volta ancora e Rocco Hunt, di nuovo con i Boomdabash, in Ti volevo dedicare.

Il testo di “La mia hit”

Questo il testo della canzone “La mia hit”:

Una volta mi bastavano due drink e le chiamavo col repeat

più che una rubrica avevo una playlist

le pompavo in discoteca e in macchina dopo i live

le dimenticavo dopo un mese come Gangnam Style

ognuna mi illudevo fosse il top, ma nada

pensavo fosse una gran bella scop*, scoperta

la credevo indipendente ma era diventata pop

e i deejay se la passavano tutti nella consolle

T’ho incontrata e mi sono sentito scemo

io ascoltavo dance tu eri un pezzo di John Lennon

da allora sono in fissa e me ne frego

di quelle che appena mi vedono aprono le label, tu

Sei un disco di diamante che non è ancora uscito

ma è già il mio preferito

Non ti passa la radio e

non ti trovo su Youtube

ma ti guardo così tanto che

hai fatto milioni di views

e ho fatto mille canzoni

ho fatto mille feat

per accorgermi che solamente tu

sei la mia hit

sei la mia hit

Ti porterò tutta la vita in tour (se?)

fino alla terza età come una fan dei Pooh

E là dove c’era l’erba adesso ci sei tu

A correggere se sbaglio come l’autotune

tu, tu, tu parlavi americano io ba-balbettavo

le tue te te terminologie però non le afferravo

e de-delle italiane ne avevo le tasche piene

m’ammazzavo di se se sessioni di inglese

ti sarò fedele come i fan dell’Heavy Metal

le altre portano una maschera come Myss Keta

tutte uguali come i sosia d’Elvis a Las Vegas

sei così una hit che non ti veste D&G ma Takagi e Ketra

Sei il più grande spettacolo sopra il mio cuscino

che è già tutto esaurito

Non ti passa la radio e

non ti trovo su Youtube

ma ti guardo così tanto che

hai fatto milioni di views

e ho fatto mille canzoni

ho fatto mille feat

per accorgermi che solamente tu

sei la mia hit

sei, sei, sei la mia hit

Non siamo il pezzo del momento siamo un evergreen

tutta notte che facciamo session come Marra ed Elodie

non siamo Benji e Fede ma tu dimmi dove e quando

vino salentino e mambo ad Ostia Lido a fare su e giù sul mio Jambo

una coppia che funziona come Simon and Garfunkel

non sei donna di un’estate tu sei la mia Donna Summer

hai scelto me non questi coi denti da latte

che durano poco come il singolo di un trapper (bitch)

tu piaci anche a mia mamma come il valzer

non sei parte di un genere sei un genere a parte

t’ascolto la mattina e pure quando faccio after

sei il solo tormentone che non m’ha rotto le palle

Con te faccio un concerto a casa tutte le sere

e applaude tutto il quartiere

Non ti passa la radio e

non ti trovo su Youtube

ma ti guardo così tanto che

hai fatto milioni di views

e ho fatto mille canzoni

ho fatto mille feat

per accorgermi che solamente tu

sei la mia hit

sei, sei, sei la mia hit

sei la mia hit.