“Stupida Allegria”: il testo del nuovo singolo di Emma Marrone

Emma Marrone si prepara a un altro grande successo. Venerdì 6 dicembre 2019 arriverà nelle radio “Stupida Allegria ”, il secondo singolo estratto dal nuovo album “Fortuna ”. Scopriamo insieme il testo della canzone.

Emma annuncia il tour “Fortuna Live Palasport 2020” Emma, "Fortuna" debutta al primo posto dei dischi più venduti in Italia

Dopo il grande successo ottenuto da “Io Sono Bella”, Emma Marrone si prepara a lanciare il secondo estratto dal nuovo album “Fortuna” che ha debuttato direttamente sul gradino più alto del podio della classifica FIMI dei dischi più venduti in Italia. Poche ore fa la cantante salentina ha annunciato la distribuzione della nuova canzone, scopriamo insieme tutti i dettagli.

“Stupida Allegria”: la canzone

“Stupida Allegria” è la terza traccia contenuta all’interno di “Fortuna”, la sua durata è di 3:18 minuti. Il singolo ha subito riscosso grandi consensi da parte del pubblico diventando uno dei brani dell’artista più ascoltati su Spotify.

In queste ore la cantante (qui potete trovare tutte le sue foto più belle) è in viaggio in Marocco, come annunciato tramite il suo profilo Instagram che vanta più di quattro milioni di follower, per la realizzazione del video ufficiale del brano.

La canzone arriverà nelle radio venerdì 6 dicembre 2019, mentre per quanto riguarda il videoclip al momento non ci sono ancora conferme ufficiali sulla sua data di distribuzione.

“Stupida Allegria”: il testo

Ecco il testo di “Stupida Allegria” di Emma Marrone:

Ovunque vada sento il tuo profumo addosso


quante le volte che ti ho dato per scontato


e ti ritrovo in ogni ruga del mio volto


e nel sapore di un ricordo t’ho scordato


e c’è un uomo per terra, suona una chitarra


sembra quasi che a lui non importi di nulla


e delle volte che quasi non ti riconosco


altre mi sembri quello che ho sempre cercato


e siamo tutti e due dalla parte del torto


e abbiamo entrambi il nostro cuore già spezzato


c’è qualcuno che fischia da qualche finestra


e colora le strade parlando di te, di te.

 

E già lo so, già lo so, già lo so


che tornerò, tornerò


tutte le volte che andrò via


ti ho odiato un po’


ma sei la mia, sei la mia, tu


sei la mia, sei la mia


la mia stupida allegria


quella mia malinconia.

 

Ti ho odiato un po’
ma sei la mia, sei la mia, tu
sei la mia, sei la mia
la mia stupida allegria
la mia malinconia.

Comunque vada resti in ogni mio discorso


quante le volte che ho sbagliato e ti ho incolpato


per quelle cose per cui io non mi sopporto


ma di capirti non sono mai stata in grado


asciugo i pensieri come i panni stesi


ma perdo il filo se parlo di te, di te.

 

E già lo so, già lo so, già lo so


che tornerò, tornerò


tutte le volte che andrò via


ti ho odiato un po’


ma sei la mia, sei la mia, tu


sei la mia, sei la mia


la mia stupida allegria


quella mia malinconia.

 

Ti ho odiato un po’


ma sei la mia, sei la mia, tu


sei la mia, sei la mia


la mia stupida allegria


la mia malinconia.

 

Mi hai regalato lacrime inconsolabili, irrefrenabili


ed un tappeto di immagini


ci pensi mai a quanto siamo inaffidabili


che ci sentiamo instabili, che ci sentiamo fragili.

 

Già lo so, già lo so


che tornerò, tornerò


tutte le volte che andrò via


ti ho odiato un po’


ma sei la mia, sei la mia tu


sei la mia, sei la mia


la mia stupida allegria


la mia malinconia.

 

Ti ho odiato un po’


ma sei la mia, sei la mia, tu


sei la mia, sei la mia


la mia stupida allegria
la mia malinconia


la mia malinconia.