Fred Bongusto, le canzoni più famose

Fred Bongusto
@La Presse

Da “Una rotonda sul mare” a “Doce doce”, le sei canzoni più famose di Fred Bongusto

Il nome di Fred Bongusto è legato indissolubilmente ad una determinata epoca. Gli anni ‘60 in Italia hanno la voce del cantautore nato a Campobasso e che ha fatto da colonna sonora a tantissime storie d’amore nate in quel periodo. Dalle rotonde sul mare ai night club d’inverno, Fred Bongusto ha scritto e cantato brani diventati evergreen della musica italiana. Una voce calda, sensuale che in oltre 50 anni di carriera ha stregato nello stile dei crooner dell’epoca. Compositore appassionato, è stato autore di numerose colonne sonore e spesso si è cimentato anche con la musica napoletana, cantando grandi classici o scrivendo nuovi testi. Grande amante dell’isola di Ischia, la sua voce rimanda alla vecchia e nostalgica estate tipica degli anni Sessanta, anche grazie a quella che è a tutti gli effetti la sua canzone più famosa: “Una rotonda sul mare”. La discografia di Fred Bongusto è però ricchissima di altri grandi successi presenti in alcuni dei 37 album pubblicati in carriera, di cui 33 in studio. Queste le sei canzoni più famose:

  • Una rotonda sul mare
  • Balliamo
  • Tre settimane da raccontare
  • Spaghetti a Detroit
  • La mia estate con te
  • Doce Doce

Una rotonda sul mare

L’inno di una generazione, una canzone entrata nella storia della musica e scritta nel 1964. “Una rotonda sul mare” è la signature song di Fred Bongusto. Tutti associano il suo nome a questo grande successo discografico uscito per la prima volta sul vinile a 45 giri Una rotonda sul mare/Chi ci sarà dopo di te. Il brano ha fatto anche parte della colonna sonora del film “Vaghe stelle dell'Orsa...” di Luchino Visconti. In un'intervista al quotidiano “La Repubblica”, raccontò che la rotonda si trovava a Senigallia presso uno stabilimento dove in estate si esibivano giovani artisti.

Balliamo

Nel 1977 Fred Bongusto pubblica un altro successo estivo “Balliamo”. Tradotta in spagnolo e grandissimo successo anche in Sud America, in tanti ricordano questa canzone perché associata ad un tormentone presente nel film comico “Fracchia la Belva Umana” con Lino Banfi e Paolo Villaggio. Dietro il brano però c’è molto altro, l’ennesimo successo del cantautore di origine molisano che lo rende immortale

Tre settimane da raccontare

In pieno stile crooner, Fred Bongusto pubblica “Tre settimane da raccontare” dove con passione racconta l’inizio di un amore nato durante l’estate. L’ennesimo brano legato al mare, agli amori estivi e a sensazioni ed emozioni che tante coppie hanno vissuto. Una canzone delicata d’amore che ancora oggi è tra le più ascoltate del cantautore sulle piattaforme digitali.

Spaghetti a Detroit

“Spaghetti, pollo, insalatina e una tazzina di caffè...” è entrata nella testa del pubblico in poco tempo. Un tormentone nato nel 1967 musicato e scritto dallo stesso Bongusto e Franco Migliacci. Fu pubblicato per la prima volta come lato B del 45 giri “...E mi consuma l'estate/Spaghetti, insalatina e una tazzina di caffè a Detroit”. Tra i brani più famosi della sua carriera, è caratterizzata da un arrangiamento swing jazz e la voce filtrata da un vecchio grammofono. La Detroit evocata ricorda la Chicago di Fred Buscaglione e fa da sfondo ad una storia d’amore conclusa.

La mia estate con te

Nel 1976 esce “La mia estate con te”, album che viene lanciato dal singolo omonimo. Per l’ennesima volta Fred Bongusto lega con successo il suo nome alla stagione estiva e anche in questo caso riesce a fare centro.

Doce Doce

Chiudiamo con “Doce Doce” che in realtà ha segnato il suo debutto nel 1960. Era presente sul lato B di un 45 giri ed è diventato un marchio di fabbrica del cantautore. Il brano è un classico della musica cantata in napoletano e che lo ha fatto conoscere anche all’estero.