Gigi D’Alessio e Nino D’Angelo, tre concerti a Napoli: info e scaletta

Gigi D'Alessio Nino D'Angelo
@Facebook

Dopo il rinvio dello scorso giugno, tutto pronto per lo show “Figli di un re minore” all’Arena Flegrea

I due campioni della musica napoletana insieme sul palco della loro città. L’attesissimo incontro tra Gigi D’Alessio e Nino D’Angelo è pronto ad andare in scena sul palco dell’Arena Flegrea, dopo il rinvio dello scorso giugno. Tre serate, venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 settembre, nelle quali si intrecceranno i successi dei due volti che hanno portato la tradizione musicale partenopea in tutta Italia e non solo. Si chiama “Figli di un re minore” il triplice show e i biglietti rimasti, come prevedibile, non sono molti sul circuito TicketOne. Per la data di venerdì ne restano solo in Cavea alta categoria 2 numerata (45 euro) e Cavea Bassa categoria 1 (79 euro) e 2 (70 euro) numerate; per il concerto di sabato disponibili Cavea alta categoria 3 e gradinata numerata (29 euro), oltre alla Cavea bassa categoria 3 numerata (60 euro) e alla Cavea bassa categoria 2 numerata (70 euro); maggiori disponibilità per la data di domenica, per la quale sono esaurite solo Cavea alta categoria 4 numerata, Cavea alta categoria 1 numerata e Cavea bassa categoria 1 numerata. Tutti gli spettacolo inizieranno alle ore 21. Sul palco insieme ai due artisti ci sarà una super band formata da musicisti di entrambi i team musicali: Alfredo Golino (batteria), Giorgio Savarese e Lorenzo Maffia (tastiere), Roberto D’Aquino (basso), Maurizio Fiordiliso e Pippo Seno (chitarre), Agostino Mennella (batteria), Massimo Gargiulo (tastiere e pianoforte), Giudo Russo (basso), Mimmo Langella e Franco Ponzo (chitarre) e la vocalist Milly Ascolese. 

Amici-nemici

Gigi D’Alessio e Nino D’Angelo sono in realtà due artisti legati da una lunga amicizia quasi trentennale, ma da sempre considerati “nemici” soprattutto per via del loro pubblico, delle vere e proprie tifoserie che spesso si sono considerate antagoniste. In realtà i due si vedono spesso, addirittura in occasione del match di Champions League tra Napoli e Liverpool erano allo stadio San Paolo fianco a fianco a tifare insieme per la squadra della loro città. «Questo appuntamento sarà soprattutto un incontro tra due amici che si vogliono bene – dichiarano i due artisti – che ogni tanto litigano, ma per costruire. È la prima volta che due pseudo-rivali come noi, in realtà legati da sempre, decidono di mettere insieme sullo stesso palco tutto il loro repertorio».

Una scaletta top secret

Sarà una vera maratona musicale, che verosimilmente sfocerà oltre le tre ore di musica. Ma sui dettagli della scaletta le rivelazioni e i rumors sono ai minimi. «Il lavoro più grande è stato proprio quello di cercare di comporre la scaletta: siamo arrivati a più di 60 canzoni, una vera grandinata di successi per un immenso juke box. Ci siamo divertiti, poi abbiamo tirato un freno. Siamo stati due cretini», hanno confessato D’Alessio e D’Angelo. E quindi spazio alle canzoni dei due repertori reinterpretate in duo (magari anche l’ultimissimo brano di D’Alessio, quello con Gue Pequeno), magari a qualche inedito e a qualche reinterpretazione dei classici della canzone napoletana. Tra i rumors, si parla di un medley lungo un’ora che parte dagli anni Ottanta e arriva a fine anni Novanta intersecando le canzoni più famose dei due artisti.