Malika Ayane, le frasi più belle delle sue canzoni

Inserire immagine

Malika Ayane è una delle cantanti con il timbro di voce tra i più potenti e particolare della scena musicale italiana. In attesa di vederla giovedì 12 settembre su Sky tra i nuovi giudici della XIII edizione di X Factor vi proponiamo le frasi più significative delle sue canzoni più belle.

Scopri lo Speciale di X Factor 13 X Factor 2019: tante novità per il talent targato SKY X Factor 2019: tutti i modi per seguirlo

E' nata a Milano il 31 gennaio 1984 e nel 2011 si è sposata con Federico Brugia, regista di spot pubblicitari e videoclip per poi separarsi nel 2016. Oltre a essere una meravigliosa cantante ha anche prestato il suo volto per qualche apparizione al grande schermo e a corti cinematografici.

Malika Ayane: una voce dai mille generi

È impossibile catalogarla in un genere musicale specifico perché grazie alla sua ecletticità è in grado di passare, senza troppi problemi, dal Pop al Contemporary R&B al Jazz modellando la sua voce a qualsiasi tipo di sonorità. Così come è difficile non riconoscere una sua canzone ascoltando anche solo la sua voce.

L'inizio della sua carriera

La sua prima esperienza musicale risale al 2007 quando firma un contratto discografico con l’etichetta Sugar Music e pubblica il primo album, che prende il titolo dal suo nome e cognome. Il primo singolo estratto, Feeling Better, ottiene un enorme successo entrando nella classifica dei singoli più venduti in Italia nel 2009. La sua ascesa, però, inizia a tutti gli effetti con la partecipazione al Festival di Sanremo nel 2009 con il singolo Come Foglie classificandosi al secondo posto nella sezione Giovani. Sono tantissimi i suoi successi, da Ricomincio da qui a Tre cose, Adesso e qui (nostalgico presente), Sospesa e tanti altri. Vi proponiamo le frasi più significative delle canzoni più belle di Malika Ayane.

Come foglie (2008)

È arrivato il tempo

Di lasciare spazio

A chi dice che di spazio

E tempo non ne ho dato mai

Seguo il sesto senso

Della pioggia il vento

Che mi porti dritta

Dritta a te

Che freddo sentirai

È un inverno che è già via da noi

Allora come spieghi

Questa maledetta nostalgia?

Di tremare come foglie e poi

Di cadere al tappeto?

Sospesa (2008)

Sospesa mi vedrai

negli occhi brillerai

sei sponda compagnia

fai luce in ogni via

scalderai il mio sguardo duro

scioglierai ghiaccio e neve in fondo a me

sospesa mi troverai

nel petto brucerai.

Tre cose (2012)

"Deciditi a capire che non mi servono fiori

Spiegami senza nemmeno parlare che senso hai

Costringiamo la notte a non fare rumore

Abbandoniamoci al giorno del tutto nuovi

Tre sono le cose che devo ricordarmi di dire

Quando davvero sicura sarò

E lo saranno le mie mani a cui raramente sfuggirai

Ma anche se fosse ritrovale

E poi invitami a bere un bicchiere di sole

Spiegami senza nemmeno parlare che gusto ha.

Senza fare sul serio (2015)

Tu non lo sai come vorrei

Ridurre tutto ad un giorno di sole

Tu non lo sai come vorrei

Saper guardare indietro

Senza fare sul serio

Senza fare sul serio

Come vorrei distrarmi e ridere

C'è chi si sente in pericolo

C'è chi si sente un eroe

Chi invecchiando è più acido

Chi come il vino migliora.

Stracciabudella (2018)

Se ci guardo da fuori

Mi chiedo se siamo più sciocchi

O romantici

Scavami negli occhi

Strilla sottovoce

Vieni sempre a chiedere

Stringimi più forte

Forte da far male

Fino quasi a fondere

Se si può desiderare

Io pretendo già

Mangiami la pelle

Fatti respirare

Raccogliere

Se sospiro

Non ti allarmare.