Jovanotti in concerto a Vasto: tutte le novità sulla data a rischio

Jovanotti
@Getty Images

Dopo Albenga, anche il Jova Beach Party in programma a Vasto rischia di saltare. Non è stata data l'autorizzazione ma Jovanotti è fiducioso

Le 10 canzoni più famose di Jovanotti

Il Jova Beach Party continua a riscuotere un clamoroso successo di pubblico e attira le attenzioni di critici, fan e appassionati. Le feste sulle spiagge italiane hanno però suscitato polemiche fin dal primo giorno per alcune contestazioni sull'organizzazione e sulla scelta delle location. La data di Albenga in programma il 27 luglio è stata annullata perché la spiaggia, a causa delle recenti mareggiate, si è 'ritirata' di 10/12 metri. Un imprevisto che ha obbligato alla cancellazione dello spettacolo perché impossibile seguire tutte le norme di sicurezza. La procedura di erosione è stata confermata anche dal sindaco di Albenga Riccardo Tomatis e ora tutti i biglietti saranno rimborsati o utilizzabili per la grande festa finale prevista per il 21 settembre in un luogo ancora da decidere. Dopo Albenga però anche la tappa di Vasto, in programma il 17 agosto, rischia l’annullamento e sul tema è intervenuto proprio Jovanotti. Attraverso i social il cantautore ha aggiornato i fan sulla situazione e ha parlato di un nuovo progetto presentato per permettere alle istituzioni di valutarlo e dare il via libera. Jovanotti è fiducioso sulla possibilità di trovare una soluzione anche perché il concerto rappresenterebbe una grande occasione di valorizzazione del territorio.

I motivi della possibile cancellazione

Ancora tutto in standby quindi dopo la prima bocciatura da parte del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’area era stata ritenuta non idonea per la presenza di un fosso segnalato da tempo dalle associazioni ambientaliste e per l’impossibiltà di chiudere la statale 16 Adriatica per consentire la sosta. Il concerto è sold out e sono stati già venduti circa 30 mila biglietti. Maurizio Salvadori, organizzatore dei live di Jovanotti, ha spiegato: «Per noi la sicurezza del pubblico è il primo inderogabile elemento di attenzione. Finora tutte le Commissioni delle località da cui è transitato il Jova Beach Party si sono complimentate per professionalità e precisione dei piani di lavoro presentati. Con la collaborazione potremo trovare soluzioni adeguate». Restano sul piede di guerra le associazioni ambientaliste per salvaguardare gli equilibri di quel che rimane di preziosi habitat costieri e delle specie che vi abitano, come il Fratino. 

Le novità delle ultime ore e l'alternativa 21 settembre

I media locali parlano di un conflitto tra Prefettura e Comune di Vasto. Il prefetto Giacomo Barbato non ha escluso l’ipotesi di una bocciatura anche del secondo piano di sicurezza. Il primo era stato cestinato con 8 pareri contrari su 13, mentre il secondo non è provvisto delle valutazioni degli uffici comunali. C’è da attendere quindi, con buona pace di coloro che hanno acquistato il biglietto e delle strutture che hanno usufruito e potrebbero usufruire della presenza dell'evento sul territorio. Il sindaco di Vasto ha convocato nelle prossime ore una conferenza stampa per fare chiarezza sulla vicenda e spunta l’ipotesi di proporre la città proprio come location per ospitare l’ultimo concerto del tour, quello in programma il 21 settembre. In quel periodo non ci sarebbero problemi a detta di alcuni consiglieri e l'evento potrebbe allungare la stagione turistica. Il Comune crede molto nella possibilità di ospitare Jova Beach Party e ha puntato sull’evento per rilanciare il turismo locale. A 16 giorni dalla data però non è ancora arrivato l’ok.