Sting, le canzoni più famose

Sting
@Getty Images

Le canzoni più famose di Sting: dall’esordio come frontman dei Police alla fortunata carriera solista

Gordon Matthew Thomas Sumner, da tutti conosciuto come Sting, non ha bisogno di molte presentazioni. La sua carriera è ben nota in tutto il mondo: il suo esordio musicale è firmato The Police, celeberrimo gruppo rock nato a Londra nel 1977. Sting è stato il frontman della band, in qualità di autore, cantante e bassista, regalandoci canzoni citate dalla critica tra le migliori nella storia della musica. Altrettanto brillante la sua carriera solista, a cui ha dato il via nel 1985 con la pubblicazione dell’album “The Dream Of The Blue Turtles”. Di seguito abbiamo selezionato 10 canzoni tra le più famose del cantante britannico, per un viaggio negli ultimi 40 anni a suon di rock, new wave, reggae e jazz:

  1. Every Breath You Take (The Police)
  2. Roxanne (The Police)
  3. Message In A Bottle (The Police)
  4. Every Little Thing She Does Is Magic (The Police)
  5. So Lonely (The Police)
  6. Englishman In New York
  7. Fields Of Gold
  8. Shape Of My Heart
  9. Desert Rose
  10. Fragile

Every Breath You Take

La canzone tuttora più ascoltata dei Police: “Every Breath You Take” è tra i classici contenuti in “Synchronicity” (1983), album capolavoro della band, nonché ultima pubblicazione prima dello scioglimento. Il testo della canzone, scritto da Sting, parla di controllo, gelosia e sorveglianza, ma nell’immaginario di tanti è soltanto una splendida dedica d’amore.

Roxanne

Tra le canzoni più conosciute e apprezzate dei Police c’è sicuramente “Roxanne”, primo singolo estratto dal debut album della band “Outlandos d’Amour” (1978). Il titolo fa riferimento al personaggio della commedia teatrale “Cyrano de Bergerac”: nella hall dell’albergo in cui soggiornava Sting in Francia, ai tempi, era esposta una vecchia locandina di questa pièce. Nella canzone, Roxanne è una prostituta di cui un uomo di innamora perdutamente.

Message In A Bottle

“Message In A Bottle” è stato il primo singolo dei Police a conquistare la vetta della classifica UK. Si tratta del primo estratto di “Reggatta De Blanc” (1979), secondo album della band, tuttora considerato un assoluto capolavoro. Qui il rock si tinge di sonorità reggae – post punk, tra i disperati messaggi d’aiuto di un naufrago, consegnati al mare nella speranza di essere trovato.

Every Little Thing She Does Is Magic

“Every Little Thing She Does Is Magic” è un singolo estratto dall’album “Ghost In The Machine”. Nonostante sia stata pubblicata dai Police nel 1981, la canzone è stata scritta da Sting anni prima, nel 1976. Una proto-versione acustica da lui stesso eseguita, infatti, è contenuta nell’album “Police Academy” degli Strontium 90. Il cantautore britannico la include in uno di quelli che lui ha definito i suoi “periodi romantici”.

So Lonely

“So Lonely”, singolo estratto dal debut album “Outlandos d’Amour”, porta con sé una particolare storia di riscatto. Nel 1978, al momento della sua pubblicazione, si era rivelato un flop, mentre nel 1980, anno d’uscita della riedizione del disco, conquistò il sesto posto in classifica. Sting ha dichiarato di aver preso grande ispirazione da “No Woman, No Cry” di Bob Marley per comporre il pezzo.

Englishman In New York

La canzone tuttora più ascoltata di Sting, singolo del suo secondo album solista “…Nothing Like The Sun” (1987). L’uomo inglese (“Englishman”) protagonista della canzone è lo stravagante attore e scrittore Quentin Crisp. Il brano è stato scritto da Sting non molto tempo dopo il trasferimento di Crisp da Londra a New York.

Fields Of Gold

Tra i pezzi più rappresentativi della carriera solista di Sting c’è sicuramente la bellissima “Fields Of Gold”. La canzone fa parte dell’album “Ten Summoner’s Tales”, pubblicato nel 1993. Elemento chiave del brano è il suono della cornamusa di Northumberland. Sting ha composto “Fields Of Gold” ispirato dai colori del tramonto su un campo d’orzo, oltre che, ovviamente, da una storia d’amore ricca di ricordi.

Shape Of My Heart

“Shape Of My Heart” è un altro singolo estratto dal quarto album solista di Sting, “Ten Summoner’s Tales” (1993). La canzone, scritta da Sting insieme al chitarrista Dominic Miller, è stata ripresa da diversi musicisti. La base strumentale è stata usata in “Rise & Fall” di Craig David (a cui ha partecipato anche Sting) e in tantissime basi R&B e hip hop.

Desert Rose

“Desert Rose” è un singolo estratto da “Brand New Day” (1999), sesto album in studio di Sting. La canzone è stata realizzata in featuring con il cantante algerino Cheb Mami. Il testo è ispirato al romanzo “Dune” di Frank Herbert, da cui è stato tratto un adattamento cinematografico nel 1984 con protagonista lo stesso Sting nel ruolo del malvagio Feyd-Rautha Harkonnen.

Fragile

Altro pezzo fortemente rappresentativo di Sting: “Fragile” è un brano del suo secondo album solista “…Nothing Like The Sun” (1987). La canzone, registrata anche in lingua spagnola e portoghese, è un omaggio a Ben Linder, ingegnere civile statunitense ucciso dai Contras nel 1987, mentre lavorava a un progetto idroelettrico in Nicaragua. Il brano tratta della fragilità della vita di fronte alla violenza di terrorismo, fucili e proiettili.