TheGiornalisti, le 5 canzoni più famose della band indie

Thegiornalisti

Il trio guidato da Tommaso Paradiso ha rivoluzionato la musica leggera con sonorità anni ’80: ecco le 5 canzoni che hanno condotto al successo i TheGiornalisti

Un’ascesa rapida verso l’Olimpo della musica leggera italiana, un successo dovuto ad un mix tra le sonorità degli anni ’80 e quelle elettroniche che hanno dato nuovo impulso alla musica indie. Tommaso Paradiso, Marco Primavera e Marco Antonio Musella sono più conosciuti e apprezzati dal grande pubblico come i TheGiornalisti, trio romano che in poco tempo è passato da essere il massimo esponente della musica indipendente ad essere premiato prima come band rivelazione del 2016 durante i Rockol Awards, poi come miglior artista italiano agli MTV Music Awards, oltre ad ottenere varie certificazioni per il successo dei loro brani più importanti. Tra collaborazioni illustri e hit tormentone, i TheGiornalisti sono diventati un punto di riferimento nel panorama indie italiano. Ecco i loro brani più importanti.

Completamente, il trampolino di lancio dei TheGiornalisti

È Completamente il brano che fa conoscere il TheGiornalisti al grande pubblico. Pubblicato il 21 settembre del 2016, Completamente è il terzo estratto dall’album “Completamente sold out” e nel giro di poco tempo è riuscito a vendere oltre 100mila copie. A raccontare il significato del testo è lo stesso Tommaso Paradiso: «Questo è il mio grido di ribellione contro il risparmio dei sentimenti, contro chi calcola pure la virgola nei rapporti umani. In questi tempi noto la vittoria del freno a mano, ma io non amo tenermi. Questo è il senso profondo del nostro romanticismo, delle nostre canzoni, dei TheGiornalisti». Ambientato tra Fregene, Ostia e Fiumicino, il videoclip di Completamente accompagna le sonorità indie al testo che è una dichiarazione per un amore perduto. Completamente è stata anche ricantata da Alessandro Cattelan e Francesco Mandelli durante una puntata di EPCC che ha visto protagonista lo stesso Tommaso Paradiso.

Riccione, l’estate da tormentone dei TheGiornalisti

Un’estate senza tempo per uno dei tormentoni della stagione 2017, capace di ottenere 3 dischi di platino e di essere trasmesso a ripetizione da tutte le radio. Riccione viene pubblicata a brevissima distanza da Pamplona, singolo che vede Tommaso Paradiso affiancare Fabri Fibra, ma con sonorità totalmente differente. I testi raccontano con la solita spensieratezza e con un pizzico di ovvietà, le immagini e le sensazioni dei mesi più caldi, quasi senza ricordare il tempo che passa. Tante le citazioni, più o meno colte: da “I due liocorni”, tormentone per i più piccoli durante gli anni della scuola, ad un romanzo di Paulo Ribeiro e il fumetto di grana grossa “Lando”. Il videoclip è invece un chiaro rimando alle serie tv cult come Sapore di mare e Baywatch. Tommaso Paradiso si trasforma quindi in bagnino, attorniato da modelle. Non mancano i riferimenti agli anni ’80 e ’90, compreso un vecchio jukebox

Da sola (in the night), Elisa, Takagi e Ketra portano i TheGiornalisti negli anni ‘80

Quello che poteva essere un tormentone dell’estate 2018 è stato in realtà lanciato a gennaio, ma ha comunque sortito gli effetti sperati dai TheGiornalisti. Dopo il successo dei brani precedenti, Da sola (in the night) è un chiaro omaggio agli anni ’80, sia per le sonorità riproposte dai produttori Takagi e Ketra, gli stessi che hanno prodotto L’esercito del selfie prima e Amore e Capoeira poi. Ad accompagnare Tommaso Paradiso la voce delicata di Elisa, che nel video si trasforma indossando una parrucca bionda. I due protagonisti del videoclip sono Tommaso Paradiso, nell’inedita veste di tennista e con chiaro riferimento a Bjorn Borg, e la stessa Elisa, ma i riferimenti agli anni ’80 sono tanti: dalle tastiere ai sintonizzatori, dai walkman alle lezioni di pilates, senza dimenticare la mini-tv con il tubo catodico. Il testo è leggero e ben si accompagna ad un tappeto musicale ballabile con chiari riferimenti ai successi della musica dance di 40 anni fa.

Questa nostra stupida canzone d’amore, la svolta romantica dei TheGiornalisti

Due anni dopo il successo di “Completamente Sold Out”, i The Giornalisti sembrano aprire le porte ai sentimenti con “Questa nostra stupida canzone d’amore”, pubblicata il 21 marzo scorso in contemporanea con il “video-film” ufficiale. Ballata lenta e testo decisamente più impegnato dei brani precedenti per Questa nostra stupida canzone d’amore, che racconta la storia d’amore di un uomo, con le sue fragilità e la forza dei suoi sentimenti, compreso un riferimento alla nazionale di calcio del 2006 che ha vinto i Mondiali in Germania. Il  video è ambientato in un bar, in cui l’attore Alessandro Borghi annega nell’alcol tutti i suoi patemi amorosi ed è servito dal barman Tommaso Paradiso.

Felicità puttana, l’ultimo successo dei TheGiornalisti

È l’ultimo singolo dei TheGiornalisti, quello del ritorno alle sonorità che hanno contraddistinto la band romana. Felicità puttana è il singolo per l’estate 2018, il secondo estratto dall’album Love che uscirà a settembre. L’uscita del brano è stata anticipata di un giorno dal videoclip, che vede protagonisti il frontman della band, Tommaso Paradiso con la sua spider TVR Tasmin Convertible, e l’attrice Matilda De Angelis. Testo leggero, spensierato, riferimenti alla felicità e alla capacità di svoltare le giornate, accompagnati da un ritmo incalzante che si presta facilmente a diventare uno dei tormentoni della stagione estiva.

TAG:
pop