Sanremo 2021, Fedez e Francesca Michielin svelano il loro Chiamami per Nome

Spettacolo

Helena Antonelli

Francesca Michielin e Fedez sono tra i 26 protagonisti della 71esima edizione del Festival di Sanremo, in programma al Teatro Ariston dal 2 al 6 marzo 2021. Il loro brano, “Chiamami per nome”, è stato scritto da loro insieme a Mahmoud, Davide Simonetta e Alessandro Raina. Un brano che vedrà salire per la prima volta sul palco dell’Ariston il famoso rapper

La macchina di Sanremo sta per ripartire e con lei, dopo i fortunati featuring del 2013 e 2014, Cigno nero e Magnifico, i due cantanti Francesca Michielin e Fedez tornano a duettare alla 71° edizione del Festival di Sanremo, (TUTTE LE NEWS SUL FESTIVAL) in gara nella categoria Campioni con il brano “Chiamami per Nome”. Una canzone che nasce dalla voglia di sancire un'amicizia e una fortunata collaborazione artistica. Un brano scritto da loro insieme a Mahmoud, Davide Simonetta e Alessandro Raina, e che vedrà per la prima volta salire sul palco dell’Ariston il rapper Fedez.

Dopo dieci anni, come ben ci ricorda Francesca Michielin, la giovane cantante e Fedez si sono ritrovati virtualmente cantando, durante il primo lockdown, dai balconi. Da questo "incontro" l’idea di lavorare ancora insieme cogliendo l’occasione unica del Festival di Sanremo, che ha il compito non solo di unire i loro due mondi ma che sancirà per Francesca Michielin un ritorno (ha partecipato a Sanremo nel 2016 con Nessun grado di separazione, poi portata sul palco dell'Eurovision song contest di quell'anno) e per Fedez l’inizio di una nuova avventura. L’intervista

approfondimento

Sanremo 2021, le canzoni del Festival: le pagelle dopo i preascolti

Pronti per questa nuova avventura insieme?

Francesca Michielin: L’ultima volta a Sanremo ero sola ed avevo appena vent’anni, l’ho vissuta un po’ come un campeggio. Quest’anno, oltre ad essere un pochino più grande, salirò sul palco con Fedez e sarà comunque come se fosse un’esperienza nuova perché di fatto è un Sanremo molto particolare.
Fedez: Per me è tutto abbastanza nuovo, sto scoprendo ritualità di questa grande tradizione che sono fantastiche. Non nascondo che ho un po’ di ansia ma sono pronto a prendere tutto quello che c’è e a viverlo a pieno, anche per questo ho deciso di non promuovere, a fine festival, nessun progetto discografico mio, l’unico che voglio promuovere è quello di Francesca.

 

Una collaborazione dalle basi solide: Magnifico, Cigno Nero, cos’ha di diverso questo brano rispetto ai precedenti?

A percezione nostra è che ci sia un upgrade diverso: è un brano pop con sfumature urban. Ci sono delle diversità ampie rispetto ai brani precedenti, abbiamo abbandonato la struttura classica per provare una nuova strada. L’evoluzione stilistica c’è per via delle sonorità e per il testo che sentiamo molto autobiografico poiché rappresenta molto come ci siamo sentiti in generale nell’ultimo periodo e come è cambiata in un certo senso la nostra voglia di vivere la musica. È un brano d’amore con una struttura differente, una struttura pop inusuale. Molte frasi infatti le ricolleghiamo al momento che stiamo vivendo.

 

Quanto l’amicizia rende forte il vostro legame artistico?

Francesca Michielin: Federico sta prendendo il Festival con una serietà istruttiva. Ci confrontiamo tutti i giorni su ogni cosa, sta mettendo anima e corpo in questo progetto. Soltanto con lui, con cui ho molto confidenza, potevo condividere questo. Il legame artistico e quello di amicizia vanno di pari passo, i nostri consigli, le nostre chiacchiere vanno oltre a volte il progetto.

 

Quando e come avete iniziato a lavorare al brano Chiamami per nome?

Fedez: Abbiamo iniziato a lavorare il brano a distanza, su Zoom, ed è stato un lavoro di collettività molto bello. Il viaggio per arrivare a questo brano è stata una boccata d’ossigeno per tutti. Le prove anche sono andate molto bene. Entrare in una stanza con 60 persone, suonare con un’orchestra completa è stata per noi una grande emozione.

 

Rispetto alla decisione presa: pubblico o senza pubblico?

Fedez: Ho già provato questa esperienza con il live in streaming del progetto Scena Unita. Credo che il segnale ora sia quello di far vedere che ci siamo.
Francesca Michielin: Il pubblico è sicuramente fondamentale in una esibizione, ma in questa situazione la salute dev’essere al primo posto, e siamo dunque d’accordo con la scelta che è stata fatta. Canteremo pensando che ci saranno tantissime persone da casa a guardarci.

approfondimento

Sanremo 2021, tutti gli ospiti che vedremo al Festival

In questo periodo in cui se “non posti sui social quasi non esisti”, che valore ha per te Fedez uscire con la tua musica?

Questo periodo mi ha insegnato molte cose. Una di queste è che alle volte bisogna far le cose anche controcorrente ed uscire, in questo caso con la musica, solo se si ha veramente qualcosa da dire.

 

Francesca, suonerai uno strumento sul palco, come sei solita fare, durante l’esibizione?

Vi stupirò, farò una cosa che non ho mai fatto. Ma ora non posso dire altro. Come spoiler abbiamo già dato tanto, ci siamo già giocati tutti i bonus.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.