Cinque cose da sapere su Christian Bale, l'attore candidato agli Oscar 2019 per Vice

Dai primi passi nel mondo del cinema, diretto da un gigante come Steven Spielberg,  alla vita privata, di cui non parla quasi mai

Oscar 2019, i migliori attori protagonisti Christian Bale, tutte le trasformazioni Sfoglia la gallery di Christian Bale

Se delle sue interpretazioni sappiamo tutto o quasi, della sua vita privata sappiamo poco e niente. D’altronde, Christian Bale, candidato agli Oscar come «migliore attore protagonista» per il suo Dick Cheney di «Vice - L’uomo nell’ombra», odia le interviste. E, ancor di più, odia parlare della sua vita privata. Nonostante ciò, siamo riusciti a scoprire qualcosa di più sul suo conto. Di seguito, le cinque curiosità da sapere.

La famiglia

Il padre dell’attore era un uomo d’affari, oltre che un attivista per i diritti degli animali: un lavoro che l’ha portato a viaggiare in tutto il mondo, influenzando, per forza di cose, anche le scelte del figlio. La madre, invece, lavorava in un circo come ballerina.

I primi passi


Bale ha otto anni quando ottiene il suo primo ruolo, tra i protagonisti di uno spot pubblicitario di un ammorbidente. A nove anni è ancora in Tv, a pubblicizzare dei cereali legati al videogioco Pac-Man, mentre l’anno successivo debutta a teatro, con Rowan Atkinson (aka Mr. Bean), nella produzione del West End «The Nerd». Il primo ruolo al cinema arriva, invece, a 13 anni, quando interpreta il ruolo di protagonista de «L’impero del sole» (1987) di Steven Spielberg, superando al provino altri 4000 ragazzi. «Mi è piaciuto farlo, ma sono rimasto scioccato quando sono tornato a casa» ha raccontato l’attore a proposito di quell’esperienza. «Le ragazze volevano uscire con me, i ragazzi volevano combattere contro di me, mi si chiedeva di fare delle feste, eppure tutto quello che io volevo fare era andare in bici nel bosco».

La vita privata

Dal 2000 l’attore è sposato con Sandra Blazic (detta Sibi), che lo ha resto padre sia nel 2005 (di Emmeline) sia nel 2014 (di Joseph). A farli conoscere, l’attrice Winona Ryder, di cui Blazic era assistente personale. Di più non si sa, anche perché Bale non ama parlare del suo privato: «Non voglio conoscere la vita degli altri attori - ha raccontato - e non voglio che la gente sappia troppo di me».

La passione per gli animali


Come il padre, anche il protagonista di «Vice - L’uomo nell’ombra» è un grande appassionato di animali. Ha, infatti, due cani (Mojo e Ramone) e tre gatti (Miriam, Molly e Lilly): tutti trovati per strada, abbandonati, e successivamente adottati.

Le trasformazioni estreme sul set

Tra gli interpreti della sua generazione, Bale è considerato senza ombra di dubbio il trasformista per antonomasia. Dai 28 chili persi in quattro mesi per «L’uomo senza sonno» ai 26 di muscoli accumulati per «Batman Begins» di Christopher Nolan, fino ai 66 toccati per interpretare il tossico Dicky Eklund di «The Fighter». Senza dimenticare i quasi venti presi per assumere le sembianze del protagonista di «American Hustle - L'apparenza inganna». In questo caso, la postura costantemente curva del personaggio, è costata a Bale due ernie del disco.