Oscar, gli attori premiati dal cinema alla tv

Inserire immagine

Dal Kevin Spacey di House of Cards alla Diane Keaton di The Young Pope, ecco alcuni attori premiati dalla giuria degli Academy Awards che hanno portato la loro carriera dal grande schermo a celebri serie tv. GUARDA I VIDEO

 

Oscar, LO SPECIALE Guarda le FOTO

Con almeno una statuetta vinta, dal mondo del cinema non potevano chiedere di più, così sono migrati sul piccolo schermo, almeno momentaneamente. E pure lì hanno ottenuto importanti successi. Sono gli attori premiati con l’Oscar (scopri lo Speciale) diventati delle star (anche) delle serie tv.

Dalla politica all’horror – A tenere alta la bandiera degli attori vincitori di un Oscar che prima hanno sbancato il botteghino e poi hanno incollato al piccolo schermo migliaia di telespettatori è Kevin Spacey. Il Frank Underwood di House of Cards, che tornerà prossimamente in esclusiva per l’Italia su Sky Atlantic con la quinta stagione, prima di concorrere alla presidenza degli Stati Uniti aveva vinto un paio di Oscar: il primo nel 1996 per la sua interpretazione ne I soliti sospetti, la seconda per American Beauty nel 2000 dove interpretava lo scrittore depresso protagonista della storia. Doppia premiazione da parte della giuria degli Academy Awards anche per Jessica Lange: nel 1983 per il suo ruolo in Tootsie come miglior attrice non protagonista e nel 1995 per Blue Sky. La Lange è l’inquietante Constance Langdon di American Horror Story.



I Borgia e The Young Pope – Nel cast della serie tv I Borgia Jeremy Irons è l’iconico Rodrigo Borgia. Qualche tempo prima, però, si era fatto notare sul grande schermo nel ruolo di Claus von Bülow ne Il mistero Von Bulow del 1990. Era il 1978, invece, quando Diane Keaton ha intascato il primo Oscar come miglior attrice protagonista per il ruolo di Annie Hall nel film Io e Annie di Woody Allen: dopo alcune apparizioni minori in televisione, eccola nei panni di suor Mary, braccio destro del protagonista in The Young Pope di Paolo Sorrentino.



Detective e truffatori – Per Matthew McConaughey l’Oscar non è arrivato poi tanto prima del successo in tv. A valergli il premio come miglior attore protagonista è stato il ruolo del cowboy malato di AIDS del film Dallas Buyers Club e solo pochi mesi dopo eccolo nei panni di Rust Cohle in True Detective. Sono state diverse le tempistiche per Timothy Hutton: il Robin Hood dell’era moderna della serie tv targata TNT Leverage ha ricevuto l’Oscar più di trenta anni fa: era il 1980 quando ha impressionato la giuria con la sua interpretazione di Conrad Jarrett nella pellicola Gente comune diretta da Robert Redford.



Dal cinema a Downton Abbey – Infine, la serie che racconta le vicissitudini di un’aristocratica famiglia del primo Novecento nello Yorkshire conta nel suo cast ben due attori premi Oscar. Maggie Smith alias Violet ha portato a casa il primo Academy Award nel 1969 per la performance in La strana voglia di Jean e il secondo nel 1978 per il ruolo dell’attrice Diana Barry in California Suite. Non da meno Shirley MacLaine che vediamo nella terza stagione di Downtown Abbey: per lei un Oscar come migliore attrice per il suo ruolo in Voglia di tenerezza e cinque nomination.