Tutta la meraviglia del nostro pianeta con Earth-Un giorno straordinario

Inserire immagine

Sabato 21 luglio alle 21.00 su Sky Cinema Family, all'interno del ciclo Family Film Festival - Il meglio del Giffoni andrà in onda in prima tv Earth- Un giorno straordinario, documentario BBC  Earth Films un meraviglioso documentario che ci racconta di come il sole determini i destini di ogni singolo essere vivente sulla Terra. Con la vocce narrante di Diego Abatantuono.

Earth - Un giorno straordianrio sarà presentato anche in occasione della Masterclass Green al Giffoni Film Festival, incontri che prendono spunto da contenuti Sky e National Geographic legati alla campagna “Sky Un mare da salvare”, e saranno l’occasione per accendere un faro sul problema, approfondire le modalità di storytelling dei temi ambientali e stimolare uno scambio, anche con esperti del tema, sullo stato di salute dei nostri mari e le azioni che istituzioni, università, aziende e singoli cittadini possono fare per dare il proprio contributo positivo. 

“Dare alla luce” è la perifrasi usata per indicare la nascita di una nuova creatura, il momento in cui una mamma consegna il suo piccolo alla luce della vita. Perché è proprio la luce una delle metafore più comuni e più riuscite per richiamare la vita. Perché la luce è splendore di vita. E la vita nella natura cresce e si sviluppa solo grazie al calore della luce. Anche se poi tutto continua, proprio perché questo è previsto dalle leggi della natura, anche di notte. Nascosto, invisibile e silenzioso, il ritmo pulsante del cuore non si ferma mai. Gli esseri umani al buio riposano. Ma i servali iniziano a cacciare proprio quando la luna si alza malinconica nel cielo. Ci sono poi esseri viventi che, all’ombra sempiterna delle più profonde grotte, la luce del sole non la vedono mai. E così illuminano da soli il loro cammino grazie alle caratteristiche del proprio fisico. Parliamo dei vermi luminosi che pendono dalle caverne e intrappolano le mosche tra i filamenti setosi del loro nido. Earth – Un giorno straordinario di Richard Dale, Peter Webber e Fan Lixin fotografa il nostro pianeta in modo affascinante, tenendo come fil rouge della narrazione, il ruolo che il sole gioca nel plasmare i destini delle vite dei suoi abitanti. Il legame misterioso e indissolubile che lega ogni creatura all’alternanza buio-luce, affascina ed emoziona proprio perché accomuna la minuscola ape alla gigantesca giraffa, il felino più pericoloso al cucciolo di panda più innocuo. Niente può la parificazione che luce elettrica e tecnologia tentano tra giorno e notte. Il misterioso e indelebile legame con i cicli lunari e solari tengono tutte le creature strettamente unite a leggi naturali che ci superano e che sono indipendenti dalla nostra volontà.

Il film, che è il seguito di Earth – La nostra terra (2007), si divide nei vari momenti della giornata: alba, metà mattina, mezzogiorno, pomeriggio, tramonto, sera, notte. Nel corso della giornata l’attenzione si sposta da un capo all’altro della terra, dalle montagne alle giungle, dal ghiaccio dell’antartico al silenzio degli abissi. In ogni diverso istante, ogni creatura sta compiendo qualcosa di estremante incredibile, pericoloso o coraggioso, normale o straordinario nella quotidiana sfida della vita. Dalla piccola zebra che cerca di attraversare un fiume in piena sotto lo sguardo impotente della madre che l'aspetta sull’altra sponda, all’iguana marina che scappa inseguita da venti serpenti affamati. Tante anche le scene di amore e tenerezza. Come quella del bradipo addormentato che viene svegliato da un richiamo d’amore o quella di un pinguino che sfida le onde per portare il pesce all’affamata famiglia. Grazie ai sorprendenti progressi fatti dalla tecnologia, le riprese sono di una bellezza e precisione mozzafiato. La telecamera ci rende partecipi della vita più intima e segreta degli animali, portandoci a una distanza così ravvicinata da permettere di scoprire qualcosa di estremamente nuovo sul mondo che ci circonda. Gli spettatori sono accompagnati in questo viaggio dall’inconfondibile voce di Diego Abatantuono.