Gabriele Salvatores presenta il film Comedians a Sky TG24. VIDEO

Cinema

Il regista italiano ci racconta la pellicola attualmente al cinema, tratta dalla pièce teatrale di Trevor Griffith. Un opera che si interroga su cosa siamo disposti a fare pur di avere successo

“Comedians è un testo teatrale di Trevor Griffith, che io avevo messo in scena nel 1985 e che ho deciso di riprendere testualmente parola per parola in questo film. La storia è quella di sei aspiranti comici, che per sopravvivere fanno lavori umili e faticosi, dal muratore al driver, ma sperano di diventare Stand-Up Comedians. Così, nella speranza di migliorare le proprie vite, si iscrivono a una scuola. Il loro maestro gli insegna un tipo di comicità etica, interessante, importante ma l’esaminatore, interpretato da Christian De Sica, che dovrà decidere chi prendere sotto contratto, la pensa in maniera diversa rispetto al loro insegnante. Quindi i sei aspiranti comici sono di fronte a un dilemma: tradire gli insegnamenti del proprio mentore per ottenere una scrittura, oppure restare fedeli a ciò che hanno imparato. Oggi c’è una gran voglia di apparire, di farsi vedere, di essere presenti, di avere successo. E uno dei temi di Comedians è proprio questo: cosa si è disposti a fare pur di avere successo”. on queste parole Gabriele Salvatores ha presentato Comedians a Sky TG24. Il film è dal 10 giugno nelle sale cinematografiche italiane.

Comedians, la trama del film

approfondimento

Comedians, il trailer del nuovo film di Gabriele Salvatores

Sei aspiranti comici, stanchi della mediocrità delle loro vite, al termine di un corso serale di stand-up comedy si preparano ad affrontare la prima esibizione in un club. Tra il pubblico c'è anche un esaminatore, che sceglierà uno di loro per un programma televisivo. Per tutti è la grande occasione per cambiare vita, per alcuni forse è l'ultima. Le esibizioni iniziano e ogni comico sale sul palco con un grande dilemma: rispettare gli insegnamenti del proprio maestro, devoto a una comicità intelligente e senza compromessi o stravolgere il proprio numero per assecondare il gusto molto meno raffinato dell’esaminatore? O forse cercare una terza strada, di assoluta originalità? Attraverso le storie di sei comici, Comedians è una riflessione sul senso stesso della comicità nel nostro tempo, affrontando temi di assoluta attualità.

Comedians, la genesi del film

approfondimento

Comedians, ciak per il nuovo film di Gabriele Salvatores

Lo scorso anno la diffusione del Covid-19 ha scombinato non pochi piani. Tra questi i programmi di Gabriele Salvatores, che avrebbe dovuto girare un film in costume, troppo complicato da organizzare in tempi di pandemia. “Ma non volevo stare fermo - racconta il regista - mi sentivo e mi sento responsabile per le persone con cui lavoro. Allora ho provato a pensare a un film più contenuto nei personaggi e nei luoghi, qualcosa che venisse dal teatro. E un testo che ho amato e che a teatro aveva avuto molto successo lo avevo: Comedians! Così ho proposto a Griffiths di adattarlo per il grande schermo, e lui con grande entusiasmo mi ha risposto: “Go ahead with all speed. You'll do it well. Cioè vai a tutta birra, andrai bene”.

Scritto nei primi anni Settanta dal drammaturgo inglese Trevor Griffiths, l’opera debuttò il 20 febbraio 1975 al Nottingham Playhouse, e da lì girò il mondo. Nel 1985 Gabriele Salvatores lo portò al Teatro dell’Elfo di Milano con un cast di giovani attori - Paolo Rossi, Silvio Orlando, Claudio Bisio, Bebo Storti, Renato Sarti - destinati a diventare molto famosi. Venne replicato per tre anni.

“Quando Gabriele mi ha proposto di portare il testo su grande schermo ne sono stato felice”. Il drammaturgo Griffiths è rimasto entusiasta del progetto: “Degli anni all’Elfo ricordo vividamente l’entusiasmo. La versione di Gabriele trasmetteva una straordinaria energia anarchica, che ho amato e che risuonava chiaramente tra il pubblico, proprio come accadeva con l’originale”. In un testo che unisce comico e drammatico e porta sul campo elementi di estrema attualità e di dibattito contemporaneo - la possibilità di abbracciare la bugia, il tradire i propri maestri e affetti per il successo - si riflette sul significato della risata, sul ridere anche di cose terribili. Per portarci poi a chiederci: perché sto ridendo? 

Comedians, le parole di Marco Cohen di Indiana Production 

approfondimento

30 anni fa Mediterraneo: ecco come sono oggi gli attori

"Quando girammo questo film in piena pandemia, pensavo quanto fosse grande il privilegio di riuscire a lavorare e di mantenere il lavoro anche in periodi così terribili. Tutto il comparto italiano del nostro settore ha dato prova di grande resilienza. Per questo motivo è doveroso ringraziare tutte le donne e gli uomini che in momenti così difficili con passione e coraggio hanno voluto lavorare con noi. Oggi abbiamo il grande privilegio di poter ritornare, come Indiana Production, a condividere i nostri film con il pubblico al cinema, ed è bello che ad accompagnarci sia un Premio Oscar italiano come Gabriele Salvatores".

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.