Johnny Depp abbandona Animali Fantastici: "Me lo ha chiesto la Warner"

Cinema

La richiesta dopo la sentenza dell'Alta Corte di Londra che ha respinto la denuncia di diffamazione nei confronti del Sun, che lo accusava di violenze contro Amber Heard. Lo ha rivelato lo stesso attore su Instagram

Tempi duri per Johnny Depp: dopo la sentenza dell'Alta Corte di Londra che ha respinto la sua denuncia per diffamazione verso il Sun, l'attore di Donnie Brasco e di Pirati dei Caraibi ha annunciato con una lettera pubblicata sul suo profilo Instagram di aver rinunciato al suolo di Grindelwald in Animali Fantastici 3 su richiesta della Warner Bros. Una richiesta che evidentemente sembra diretta conseguenza del verdetto dello scorso 2 novembre, quando il giudice britannico Andrew Nicol ha definito “sostanzialmente vere” le accuse di violenze domestiche verso Amber Heard.

approfondimento

Le accuse di Amber Heard contro Depp: “Temevo mi avrebbe uccisa”

Nel pomeriggio, Depp ha scritto quanto segue:

 

“Alla luce degli eventi recenti, vorrei rilasciare una breve dichiarazione.

Prima di tutto, vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno manifestato il loro supporto e la loro lealtà.

Mi hanno molto emozionato e commosso i vostri messaggi d'affetto e di sostegno, specialmente quelli ricevuti negli ultimi giorni.

Inoltre, ci tengo a informarvi che la Warner mi ha invitato a rinunciare al ruolo di Grindelwald in Animali Fantastici 3: una richiesta che rispetto e che ho accettato.

Infine, vorrei dirvi quanto segue.

Il surreale verdetto del tribunale britannico non cambierà la mia volontà di combattere per la verità e vi confermo che ho intenzione di fare appello.

Le mie convinzioni restano forti e intendo dimostrare che le accuse contro di me sono false. La mia vita e la mia carriera non saranno intaccate da questo momento particolare”.

Spettacolo: Per te