Robin Williams, la figlia lo ricorda per il 69 compleanno, donando a varie associazioni

Cinema
©Getty
Robin Williams

Zelda Williams ha voluto omaggiare suo padre, deceduto l’11 agosto 2014 e mai dimenticato dai fan

Nato il 21 luglio 1951, Robin Williams avrebbe compiuto 69 anni in questo 2020. I fan non lo hanno di certo dimenticato, omaggiandolo in vari modi sul web. Lo stesso ha voluto fare l’amata figlia Zelda, che ha affidato i propri pensieri a Twitter: “Quest’oggi sarebbe stato il 69esimo compleanno di mio padre. Per onorarlo, donerò 69.69 dollari a quanti più centri per senzatetto possibile. Unitevi a me, se vi va. Al di là di tutto ciò, auguro a tutti voi almeno un’immatura risata di pancia per mio padre, quest’oggi”.

Scomparso l’11 agosto 2014, Robin Williams è ancora amatissimo dai propri fan. I suoi film sono senza tempo, in grado di conquistare anche le nuove generazioni. Ha lasciato un vuoto nelle vite dei suoi figli: Cody, Zachary e Zelda. Quest’ultima è, come lui, un’attrice, e non ha mai nascosto quanto sia stato difficile gestire il lutto: “Chiunque in vita sua abbia avuto a che fare con la perdita di una persona cara, sa bene quanto siano dolorosi certi anniversari”. Fu questo il suo messaggio nel 2018: “In questo periodo, come ormai ogni anno, certi pensieri tornano nella mia mente, puntuali come un orologio, prendendo il sopravvento su tutto il resto. Mi manca tutti i giorni, soprattutto in questi”.

Il ricordo di Robin Williams

approfondimento

I migliori film con Robin Williams

Le nuove generazioni non avranno modo di poter apprezzare il genio di Robin Williams in carne e ossa. Di lui vi sono però innumerevoli video e svariati film di cui poter godere, così da conoscere pienamente l’attore e stand-up comedian americano.

La sua fu una formazione teatrale e, dopo svariati anni trascorsi sul palco come stand-up comedian, ecco il successo internazionale con la serie TV “Mork & Mindy”, sul finire degli anni ’70. È questo il periodo del suo doppio esordio, cinematografico e televisivo.

Svariate le pellicole di grande rilevanza nel corso della sua carriera, da “Good Morning, Vietnam” a “L’attimo fuggente”, da “La leggenda del re pescatore” a “Hook – Capitan uncino”, fino a “Mrs. Doubtfire”, “Jumanji” e “Will Hunting – Genio Ribelle”. È stato anche un ottimo doppiatore. Come dimenticare la sua versione del Genio in “Aladdin”.

Ha ottenuto quattro nomination agli Oscar, vincendo come miglior attore non protagonista grazie a “Will Hunting”. Nella sua bacheca vi erano anche ben 6 Golden Globe e due SAG Award.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.