Sky Cinema Collection - Man in Black

Da venerdì 27 a martedì 31 marzo , in occasione del lunedì première MEN IN BLACK: INTERNATIONAL , (prima tv, lunedì 30 marzo alle 21.15 su Sky Cinema Uno e alle 21.45 su Sky Cinema Collection), Sky Cinema Collection manda in onda una programmazione dedicata che comprende la trilogia dal successo planetario: MEN IN BLACK, MEN IN BLACK II e MEN IN BLACK 3.  

Da venerdì 27 a martedì 31 marzo Sky Cinema Collection dà spazio alla saga cinematografica che mescola commedia e fantascienza, basata sull’omonimo fumetto di Lowell Cunningham. È da non perdere la prima visione  Men in Black: international  (lunedì 30 marzo alle 21.15 su Sky Cinema Uno e alle 21.45 su Sky Cinema Collection), che, 22 anni dopo il primo capitolo, torna a farci divertire con i nuovi  agenti segreti Chris Hemsworth e Tessa Thompson, impegnati nella caccia di alieni pronti a distruggere la terra.

Spazio poi ai primi tre film dal successo planetario: Men in Black, film premiato con l’Oscar® per il Miglior trucco, in cui il giovane Will Smith diventa un agente supersegreto che sorveglia gli alieni insieme al collega veterano Tommy Lee Jones; Men in Black II dove l’agente J (Will Smith) riporta in servizio l’agente K (Tommy Lee Jones) per fronteggiare una malvagia aliena; e Men in Black 3 in cui, per scongiurare una nuova minaccia, l'agente J viaggia indietro nel tempo fino al 1969 per incontrare una giovane versione dell'agente K, interpretato nel passato da Josh Brolin.

Ma entriamo nel dettaglio dei tre primi film, ricordando che tutti i titoli sono disponibili nella collezione on demand MEN IN BLACK.

Men in Black (1997)

REGIA: Barry Sonnenfeld
ATTORI: Tommy Lee Jones, Will Smith, Linda Fiorentino, Vincent D'Onofrio, Rip Torn, Tony Shalhoub, Siobhan Fallon, Mike Nussbaum


Era il 1997 quando Men in Black usciva nei cinema e fu subito un successo mondiale al botteghino. Merito, sicuramente di una storia originale, realizzata egregiamente e soprattutto capace di mischiare commedia umoristica e fantascienza. A questo bisogna aggiungere una coppia di protagonisti perfetta, musiche e ritmo assolutamente coinvolgenti.

Diretto da Barry Sonnenfeld, Men in Black ha, come dicevamo, nel cast la sua arma vincente. Will Smith, ovvero l’Agente J e Tommy Lee Jones, l’Agente K insieme funzionano a meraviglia. E pensare che, come raccontano le cronache hollywoodiane, la parte di Smith era in un primo momento destinata a David Schwimmer che, in quel periodo, era molto ricercato visto la sua partecipazione in Friends nel ruolo di Rose Geller. Poi si pensò, invece, a Chris O’Donnell; quest’ultimo, reduce da Batman Forever. Tuttavia l’attore rifiutò perché non voleva l’ennesimo parte da coprotagonista. Alla fine fu scelto Will Smith, soprattutto per le insistenze della moglie del regista Barry Sonnenfeld, fan della serie Il principe di Bel Air di cui Will Smith era il principale protagonista.

Per il ruolo di K, invece, si era pensato immediatamente a Clint Eastwood ma l’attore non accettò. La parte fu data definitivamente a Tommy Lee Jones che, come si racconta, non era entusiasta del copione ma fu rassicurato dal produttore Steven Spielberg, che gli assicurò dei miglioramenti della sceneggiatura. Anche per la regia si era pensato dapprima a Quentin Tarantino, poi a John Landis che rifiutò perché considerava il film “un The Blues Brothers con gli alieni".

E veniamo alla storia raccontata nel film: Dal 1963 gli extraterrestri sono tra noi: sbarcano clandestinamente, assumono sembianze umane e i più s'integrano pacificamente. Nessuno lo sa, tranne il governo degli USA che ha costituito una sezione speciale per il controllo dell'immigrazione. Ne fanno parte l’agente K (T.L. Jones) e l’agente J che danno la caccia ad un alieno davvero cattivo, uno scarafaggione alto tre metri infilatosi nel corpo di un contadino-camionista. Sarà una lotta contro il tempo per salvare il pianeta dalla distruzione.
 

Men in Black II (2002)

REGIA: Barry Sonnenfeld
ATTORI: Will Smith, Tommy Lee Jones, Rip Torn, Rosario Dawson, Patrick Warburton, Lara Flynn Boyle


Realizzato a cinque anni dall'originale (2002), ci si aspettava molto da questo sequel che come al solito piacque moltissimo al pubblico ma molto meno alla critica che praticamente lo stroncò definendolo una stanca fotocopia dell'originale e completamente privo di quella freschezza e originalità che, invece avevano caratterizzato il primo film. Eppure la pellicola rimane divertente, dominata, è vero da toppi effetti speciali a scapito della storia vera e propria ma anche non prima di scene di grande ilarità. Come per esempio quella in cui Tommy Lee Jones smemorato e impiegato alle poste, dove tutti i colleghi sono alieni. Molto efficace è la splendida Lara Flynn Boyle nei panni di una extraterrestre vermiforme (la malefica Serleena) che scende sul nostro pianeta assumendo le spoglie di una figura notata su una rivista: una top model di Victoria Secret (dal cui corpo schizzano orridi serpenti nei momenti più inaspettati).

La coppia Smith-Lee Jones è sempre l’arma vincente del film impegnati, come al solito,  a dare la caccia agli extraterrestri che vivono sotto mentite spoglie sul nostro pianeta. Una citazione doverosa va fatta per Frank the Pug, il cane parlante che fornisce, grazie agli effetti speciali, l' interpretazione più elogiata del film.

Al centro delle vicende del secondo film della saga ci sono gli Zarthani, specie aliena che negli anni ’70 disse addio al proprio pianeta, al fine di sfuggire alla temibile Seerlena, che intendeva mettere le mani sulla Luce di Zartha, un gioiello che avrebbe portato all'annientamento del pianeta, se caduto nelle mani sbagliate. Giunti sulla Terra, gli Zarthani chiesero asilo ma i Men in Black rifiutarono, temendo la distruzione del nostro pianeta. Decisero però di bloccare Seerlena, che giurò vendetta. A distanza di molti anni il pericolo è tornato e ora J deve affrontare tutto questo senza l’apporto di K. Il suo mentore lo aveva selezionato per sostituirlo nel primo capitolo, il che ha portato alla cancellazione della sua memoria. Will Smith è però costretto a tornare da Tommy Lee Jones, riportando a galla i suoi ricordi.

Men in Black 3 (2012)

REGIA: Barry Sonnenfeld
ATTORI: Will Smith, Tommy Lee Jones, Josh Brolin, Emma Thompson, Jemaine Clement, Rip Torn, Alice Eve, Justin Bieber, Lady Gaga, Bill Hader, Nicole Scherzinger, Michael Stuhlbarg
 


Ci sono voluto ben 10 anni per metabolizzare la non perfetta riuscita del secondo capitolo di Men in Black II . Infatti, solo nel 2012 è uscito Men in Black 3 , ultimo della rodata coppia Smith/ Jones ma con l’aggiunta dell’attore Josh Brolin qui veramente in stato di grazia. Il film è tutto incentrato su uno strampalato ma divertente viaggio nel tempo. Naturalmente il tutto inserito nel consueto caccia all’alieno da parte dei nostri agenti K e J da cui il film non può fare a meno.

Nella pellicola, sempre firmata dal regista Barry Sonnenfeld, Will Smith si ritroverà di colpo senza il suo partner Tommy Lee Jones. Un alieno da lui arrestato negli anni ’60, Boris, è infatti riuscito a tornare indietro nel tempo e ucciderlo. Nessuno ricorda K, tranne appunto J. Questi, aiutato dall'agente O, che infine crede alle sue parole, dirige le operazioni dell’agenzia, comprendendo di dover tornare al 1969, al fine di salvare la vita di K. Una missione intricata e complicata, che svelerà alla fine come i due siano più legati di quanto non si potesse prevedere.