Modalità aereo, il ritorno alla regia di Fausto Brizzi

Lunedì 28 ottobre è première su Sky Cinema Uno con il film Modalità aereo, la pellicola che vede le vite di Diego e Ivano cambiare per sempre dopo la perdita di un cellulare lasciato per diverse ore in "modalità aereo”. L’appuntamento  con la commedia di Fausto Brizzi è alle 21.15. Non mancare!

Pasquale Petrolo, in arte Lillo, e Paolo Ruffini sono i protagonisti della divertente commedia di Fausto Brizzi che nel cast vede anche Violante Placido, Dino Abbrescia e Caterina Guzzanti. Appuntamento con Modalità aereo su Sky Cinema Uno lunedì 28 ottobre alle 21.15.

Diego è il classico ricco imprenditore poco curante del bene altrui. Insomma che non si fa scrupoli a sminuire il prossimo. Il suo atteggiamento gli si ritorce contro quando dimentica nel bagno di un aeroporto il suo cellulare di ultima generazione a cui sono collegati profili social, contatti e carte di credito. I due inservienti Ivano e Sabino decidono così di vendicarsi dell'arrogante riccone e di sfruttare la lunga durata del suo volo verso Sidney per rubargli la sua vita digitale. Mentre Diego si trasforma nell'uomo più odiato del pianeta, c'è chi ne approfitta per sottrargli l'azienda di famiglia e mandare a rotoli la sua vita. Grazie all'aiuto di una bella assistente di volo e di nuovi inaspettati amici, la situazione non sarà poi così irreparabile.

Dopo una pausa dovuta ai suoi noti problemi giudiziari, per i quali è stato prosciolto, Fausto Brizzi ritorna alla regia di una commedia grazie a Luca Barbareschi che produce il suo film. Non è escluso che parte della trama di Modalità aereo sia stata ispirata dal periodo di "sospensione" che il regista ha vissuto, d'altronde il personaggio di Paolo Ruffini vive proprio una sorta di black-out dopo aver perso il suo smartphone che rappresentava qualunque impulso della sua vita sociale e professionale.

Modalità aereo è scritto da Fausto Brizzi, Herbert Simone Paragnani e dallo stesso protagonista Paolo Ruffini. Non è di certo il primo film che fa ruotare la propria trama intorno a un oggetto diventato in pochi anni molto di più di un semplice cellulare, su cui custodiamo foto, e-mail, dati sensibili e chissà quali segreti.