J.J. Abrams e il “finale originale” di Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Il regista e produttore ha voluto rassicurare i fan. I piani iniziali per la conclusione della trilogia saranno rispettati

C’è grande attesa per il capitolo conclusivo della nuova trilogia di Star Wars, che ha dato il via a un progetto di rilancio generale della saga, sul piccolo e sul grande schermo, con pellicole prequel e serie tv. L’ultimo film del trittico arriverà nelle sale italiane il 18 dicembre 2019 e le indiscrezioni si sprecano. Molti i fan che ritengono il finale ultimo sia stato inevitabilmente modificato, considerando le decisioni prese da Rian Johnson ne Gli ultimi Jedi. Il secondo capitolo, a detta di molti, si sarebbe allontanato dal piano originario. J.J. Abrams rassicura però i fan e spiega come l’idea iniziale per la conclusione della trilogia sia rimasta invariata.

Star Wars: L’ascesa di Skywalker, il finale originale

La realizzazione di una trilogia, ben inserita in un ampio franchise, può risultare alquanto ostica. In tanti hanno infatti modo di dire la propria, intervenire e soprattutto modificare lo script. Il cambio di regia in Star Wars sembrava, a detta di molti fan, aver fatto proprio questo. In particolare l’attenzione generale si è focalizzata sulle origini del personaggio interpretato da Daisy Ridley, ovvero Rey.

Poche battute di Kylo Ren, stupore in sala e la sensazione che il piano iniziale di J.J. Abrams fosse stato di colpo modificato in maniera sostanziale. Il regista e produttore ha però voluto rassicurare gli appassionati. I piani iniziali sono stati rispettati, al di là di ciò che si possa pensare. Intervenuto a Marvelous TV, Abrams ha dichiarato: “Il finale è il finale. Qualcosa che potrei definire alquanto inusuale per progetti di questa tipologia. Avevamo stabilito molte cose per il terzo atto e la maggior parte di quelle è rimasto identico. Non è qualcosa che accade spesso. Ci si ritrova a dire a volte che il finale non è abbastanza. Non è però questa la situazione nella quale ci siamo ritrovati”.

Star Wars: L’ascesa di Skywalker, gli addii nel finale

L’ultimo capitolo della nuova trilogia di Star Wars darà l’addio a svariati personaggi. I suoi cari e il mondo dello spettacolo hanno già salutato per sempre Carrie Fisher, deceduta nel 2016, ma Leia Organa sarà presente per l’ultima volta anche in questo capitolo della saga.

Saluterà inoltre Anthony Daniels, ovvero C-3PO. L’attore ha detto la sua sul finale, che ha definito spettacolare. Dopo tanti anni dire addio al set, ai personaggi e all’universo creato da George Lucas non è stato affatto semplice. Nel corso del D23 Expo Daniels ha descritto il suo ultimo momento nei panni del celebre androide: “Era difficile non piangere, almeno un po’. Un momento emozionante, che sapevo sarebbe arrivato. Mi sento soddisfatto. Ho qualcosa di cui essere orgoglioso nel momento dell’addio”.

Saluti anche per Rey, la cui storyline si concluderà con questo terzo film. L’attrice ha dichiarato, senza giri di parole, che non farà parte dei prossimi film della saga di Star Wars: “Posso dire con certezza che non sarà nella prossima trilogia. Mi hanno sempre detto che le prossime saranno storie separate. Quindi non ci sarò. No.”.