I migliori film di Richard Gere da vedere su Sky Cinema

Inserire immagine

Sabato 31 agosto l’attore statunitense Richard Gere compie 70 anni. Per l’occasione, Sky Cinema Collection – Anni 90 dedica la serata a tre titoli ambientati in questo decennio che lo vedono protagonista: in preserale si parte con SE SCAPPI TI SPOSO , in cui è affiancato da Julia Roberts in una commedia romantica che li rivede insieme diretti dal regista di Pretty Woman, Garry Marshall; a seguire in prima serata SCHEGGE DI PAURA , thriller giudiziario con Edward Norton; infine, in seconda serata, veste i panni di Lancillotto ne IL PRIMO CAVALIERE , che si innamora della regina Ginevra durante l’incarico di riportarla da Re Artù, interpretato da Sean Connery. Appuntamento su su Sky Cinema Collection – Anni 90, sabato 31 agosto dal preserale alla seconda serata

Richard Gere, quell'American Gigolò in cui si sono identificati nei lontani anni Ottanta tanti ex ragazzi aspiranti sciupafemmine è diventato grande. Troppo per fare ancora il playboy. E così l'attore, settanta anni a fine mese (esattamente il 31 agosto), non ha più nessuna di voglia di abbinare colore di cravatte a giacche come faceva maniacalmente Julian Kay nel film del 1980 di Paul Schrader e preferisce ora impegno sociale, buddismo e meditazione.

Comunque sia, per festeggiare il compleanno di quello che rimane, ancora oggi, uno degli attori cult di Hollywood, Sky Cinema Collection dedica la sua serata a tre titoli ambientati negli anni 90 e che vedono come protagonista lo stesso Gere. Si parte con Se scappi ti sposo, in cui è affiancato da Julia Roberts in una commedia romantica che li rivede insieme diretti dal regista di Pretty Woman, Garry Marshall; a seguire in prima serata Schegge di paura, thriller giudiziario con Edward Norton; infine, in seconda serata, veste i panni di Lancillotto ne Il Primo Cavaliere, che si innamora della regina Ginevra durante l’incarico di riportarla da Re Artù, interpretato da Sean Connery.

L’appuntamento, lo ricordiamo, è su Sky Cinema Collection – Anni 90, sabato 31 agosto dal preserale alla seconda serata. Nell’attesa possiamo sfilare una classifica dei migliori film di Richard Gere:

I giorni nel cielo

Dopo il suo esordio nel cinema avvenuto nel 1975 con la pellicola Rapporto al capo della polizia, Richard Gere ha la sua prima e vera grande occasione soltanto tre anni dopo, esattamente nel 1978 con I giorni del cielo (Days of Heaven) del regista di culto Terrence Malick, qui al suo secondo lungometraggio (il primo era stato Badlands). Qui Richard Gere interpreta un falegname di Chicago che fugge in Texas con la sua ragazza (Brooke Adams) dopo aver ucciso accidentalmente il suo capo e finisce in un triangolo amoroso con il ricco agricoltore (Sam Shepard) per cui stanno lavorando. Un melodramma dove Gere è completamente efficace nel ruolo di protagonista.

American Gigolò

È il film che lancia definitamente Richard Gere e lo trasforma in sexy simbol globale. La pellicola, girata nel 1980, è davvero un prodotto confezionato con cura quasi maniacale. L'abbigliamento firmato di Gere, la sua spider nera, l'ambiente dorato del ''jet set'' californiano contribuirono in maniera determinante a fare di questo film un clamoroso successo commerciale, perfino un punto di riferimento per quei giovani a caccia di sogni patinati ma alle prese con la mediocrità del quotidiano. La trama racconta la vicenda di Julian Kay, gigolo professionista che si muove nell'alta società californiana alle dipendenze di un uomo privo di scrupoli. La sua vita di amante a pagamento viene turbata da due avvenimenti: l'incontro con l'affascinante moglie di un senatore e l'omicidio di una donna. Kay si innamora della prima ma si trova coinvolto nell'omicidio senza avere a disposizione un alibi. Le cose si mettono male per il gigolo, incalzato da un poliziotto corrotto che fa di tutto per farne un capro espiatorio. Soltanto l'intervento della moglie del senatore riuscira' a tirarlo fuori dai guai. Accanto a Richard Gere , Lauren Hutton, ex ''top model'', a suo tempo una delle attrici più amate dal pubblico francese. La colonna sonora è firmata dall’eterno Giorgio Moroder.

Pretty Woman

Pretty Woman è, senza dubbio, il film che ha lanciato la carriera di Julia Roberts, ma anche grazie a Richard Gere che gli presta il fianco per metterla in mostra. Una pellicola destinata a durare e non passare mai di moda, Di più, un grandissimo classico che segno uno spartiacque tra il cinema anni 80 e quello del decennio successivo (non a caso è uscito proprio nel 1990) ma che, soprattutto, grazie alla sua storia romantica e in stile Cenerentola moderna, appassiona ancora oggi. Prova è il suo successo televisivo ogni volta che viene ri-trasmesso.

Chicago

Storia di amori, omicidi e passioni a ritmo di tip-tap, scritta da Bob Fosse e ambientata nell'America degli anni '20, Questo è Chicago, il film musical del 2002 vincitori di ben sei premi Oscar tra cui quello come miglior film e a Renee Zellweger come migliore attore non protagonista. A Richard Gere, per questa pellicola si è portata a casa un Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale e uno Screen Actors Guild Award come parte del miglior cast. La vicenda raccontata nel film parla di Roxie, una giovane donna che desidera, più di tutto, diventare una star e adora, sopra ogni altra, Velma, una ballerina di night club famosa per i propri balletti ma finita, purtroppo, in carcere per l’omicidio del marito. Una sera Roxie, incredula, scopre che il proprio amante, che aveva promesso di renderla famosa, la ha ingannata ed usata. Spinta dall’odio e dalla delusione lo uccide a colpi di pistola. Le indagini sulla morte del pover’uomo portano subito a Roxie che, abbandonata anche dal marito, viene arrestata e portata in cella, nello stesso penitenziario della sua beniamina. Inizia tra lei e Velma un rapporto di odio e amore caratterizzato da una fortissima rivalità. Questo sentimento aumenta quando Velma scopre che Roxie ha ingaggiato per la propria difesa Billy Flynn, lo stesso avvocato che ha assunto lei e che ha messo in piedi per la donna una tattica senza precedenti che le regalerà, oltre la libertà, una fama senza tempo.

Schegge di paura

Il film, diretto da Gregory Hoblit, è liberamente tratto dal romanzo di William Diehl Primal Fear. Straordinaria l’interpretazione di Norton, che gli valse la candidatura ai Premi Oscar 1997 come Miglior attore non protagonista. Naturalmente è notevole anche l’interpretazione di Richard Gere che qui è un avvocato di Chicago, che prende le difese di un giovane accusato di aver assassinato un alto prelato di Chicago. La vicenda si complica quando la psicologa interpretata da Laura Linney scopre che il suo paziente soffre di doppia personalità.

Il primo cavaliere

Richard Gere prende parte a questa pellicola d’epoca e d’avventura realizzata nel 1995 con il titolo originale First Knight. Jerry Zucker rilegge in chiave epica il tragico ed eterno triangolo d'amore, dove si intrecciano passione, onore, tradimento nel leggendario ed incantato regno di Camelot.. Senza legami, nemici, né paura Lancillotto è il perfetto guerriero. Arriva a Camelot non perché' cerci gloria ed onori, ma per amore di Lady Ginevra di Leonesse. Lei però ha promesso di sposare re Artù. Lo ama perché' è un uomo meraviglioso e giusto ma di un amore ben diverso da quello che suscita in lei fin dal primo incontro il baldo Lancillotto. Re Artù, che dopo una vita passata a fare la guerra e a costruire Camelot, ha finalmente trovato la donna dei suoi sogni ed una regina per il suo regno, li accoglie entrambi senza riserve. A Ginevra la sposa e a Lancillotto lo nomina cavaliere della Tavola Rotonda.