Midsommar - Il villaggio dei dannati: la trama del film

Secondo film di Ari Aster, “Midsommar - Il villaggio dei dannati” è un horror dalle atmosfere folk e psichedeliche

Ora nelle sale italiane, “Midsommar - Il villaggio dei dannati” è un film del regista newyorchese classe 1986 Ari Aster, noto per aver scritto e diretto “Hereditary - Le radici del male” al suo esordio cinematografico.

Girato a Budapest nel 2019, e ufficialmente presentato il 5 marzo 2019 con il lancio del primo trailer, il film è uscito nelle sale statunitensi il 3 luglio 2019 ed è ora approdato nelle sale italiane. A comporre il cast, l’attrice britannica Florence Pugh e l’irlandese Jack Reynor, al fianco di William Jackson Harper e di Will Poulter.

“Midsommar - Il villaggio dei dannati”: la trama

Dani Ardor (Florence Pugh) è una studentessa del college la cui sorella, bipolare, ha ucciso i loro genitori per poi uccidersi a sua volta. Una situazione, questa, che la spinge ad attaccarsi morbosamente al fidanzato Christian Hughes (Jack Reynor). Durante l’estate, Christian e i suoi amici, Mark e Josh, vengono invitati in Svezia da un altro amico, Pelle, per celebrare una ricorrenza che - solo ogni novant’anni - la sua comunità festeggia. Dopo un’accesa discussione, Christian accetta di portare con sé la ragazza ad Hårga, nella provincia di Hälsingland dove lei - spinta da Simon e Connie, amici del fratello di Pelle - assume un fungo allucinogeno che le fa avere inquietanti visioni della sorella morta.

In un crescendo di tensione, “Midsommar - Il villaggio dei dannati” conduce lo spettatore verso atmosfere spettrali, rese ancor più inquietanti dal contesto rurale in cui il film è ambientato. Tutto prende il via da un rituale ättestupa: due anziani della comunità si gettano da una scogliera: l’uomo sopravvive, e il celebrante gli spacca il cranio con un martello. Scioccato e spaventato, il gruppo di amici non riesce ad andarsene: Hårga è il soggetto della tesi di Josh, e nessuno vuole fare un torto a Pelle. Seguono una serie di spaventosi eventi: apparizioni, corpi deformi, sparizioni, attacchi di panico, ferimenti, in 140 minuti di bizzarra follia che tengono lo spettatore incollato alla sedia.

“Midsommar - Il villaggio dei dannati”: il cast

Protagonista di “Midsommar - Il villaggio dei dannati” è un’eccezionale Florence Pugh, attrice britannica classe 1996. Dopo l’esordio in “The Falling” di Carol Morley, Florence ottiene il premio come miglior attrice ai British Independent Film Awards per il suo ruolo in “Lady Macbeth”. Nel cast di “L'uomo sul treno - The Commuter” e di “Outlaw King - Il re fuorilegge”, la ventitreenne è avviata verso una brillante carriera: in lavorazione ha, attualmente, l’adattamento cinematografico del romanzo “Piccole Donne” e il film “Black Widow”, dove reciterà al fianco di Scarlett Johannson. 

Insieme a lei, nell’horror-evento troviamo l’irlandese Jack Reynor: pilota d’auto da corsa in “Transformers 4 - L'era dell'estinzione” al fianco di Mark Wahlberg, è nel cast di “Macbeth” con Michael Fassbender e Marion Cotillard e recita al fianco di Vanessa Redgrave, Eric Bana e Rooney Mara ne “Il Segreto”. Nella parte degli amici di Christian, ecco invece il britannico William Jack Poulter - famoso per i suoi ruoli in “Le cronache di Narnia” e in “Revenant - Redivivo” - e William Jackson Harper, Chidi Anagonye di “The Good Place”.