I migliori film di Luigi Lo Cascio

Cinema

Una lunga carriera quella di Luigi Lo Cascio, dal 2000 a oggi. Ecco le sue migliori pellicole

Luigi Lo Cascio è uno dei più apprezzati attori italiani, nato il 20 ottobre 1967 a Palermo. Il suo esordio al cinema è avvenuto nel 2000, prendendo parte al cast de I cento passi come protagonista. Un ruolo cruciale per la sua carriera, segnata da pellicole di grande spessore, drammatiche e non solo. Lo Cascio è attualmente al cinema con il thriller Il mangiatore di pietre, ma negli ultimi anni il suo pubblico ha potuto ammirarlo negli ultimi due capitoli della folle trilogia di Sydney Sibilia, Smetto quando voglio. Sono 28 i film cui ha preso parte ed ecco i suoi migliori.

  • I cento passi
  • La meglio gioventù
  • La bestia nel cuore
  • Miracolo a Sant’Anna
  • Baaria
  • Romanzo di una strage
  • Il capitale umano
  • Smetto quando voglio

I cento passi, 2000

Il film racconta la drammatica storia di Peppino Impastato, giovane siciliano che decide di ribellarsi alla cultura del silenzio, che nasconde un universo di illegalità e violenza. Tutti vivono all’ombra della mafia e nessuno ha il coraggio per parlare apertamente di quanto succede, figurarsi di combattere nel quotidiano tutto il marcio che regna in Sicilia, in Italia e nel piccolo paesino di Cinisi dove Peppino è nato e cresciuto. Una potente storia, per un film ancora oggi trasmesso in tutte le scuole. Nessuno dovrebbe dimenticare la storia di Peppino Impastato.

La meglio gioventù, 2003

Il film ruota attorno alle vicende di una famiglia italiana. Un’analisi approfondita, che tiene conto anche dei cambiamenti politici e sociali. Si va così dai primi anni Sessanta fino agli inizi del Duemila (il film è arrivato in sala nel 2003). Il focus è particolarmente incentrato su due personaggi, Nicola e Matteo, Luigi Lo Cascio e Alessio Boni. Sono fratelli che vivono l’uno al fianco dell’altro gli anni dell’adolescenza. Tutto però cambierà nel momento in cui una ragazza, con seri problemi psichici, entrerà nelle loro vite.

La bestia nel cuore, 2005

Sabina conduce una bella vita, insieme con un compagno che la ama profondamente. Da un po’ di tempo però è tormentata da strani incubi. Di colpo scopre d’essere incinta e i suoi pensieri si concentrano sul passato, sulla sua famiglia e infanzia. Dentro di lei inizia ad agitarsi qualcosa di oscuro e inquietante. Un mostro che non sa allontanare da sé.

Miracolo a Sant’Anna, 2008

Cast internazionale per un film diretto da Spike Lee, che ha scelto attori come Luigi Lo Cascio e Pierfrancesco Favino per la sezione attoriale italiana del film ambientato in Toscana. L’anno è il 1944 e la storia si concentra su quattro soldati americani, rimasti bloccati in un piccolo paese, al di là delle linee nemiche. L’esercito è lontano e tutto è dovuto al fatto che uno dei soldati ha rischiato la vita per salvare un bambino locale. Si ritrovano così incastrati sulle montagne, con gli americani indecisi sul da farsi da un lato e i tedeschi dall’altro. I soldati si ritrovano a scoprire una dimenticata umanità in tempo di guerra.

Baaria, 2009

Il racconto di una famiglia siciliana attraverso tre generazioni, da Cicco a suo figlio Peppino, fino al nipote Pietro. Una pellicola divertente, malinconica e drammatica, che passa dagli amori e sogni dei protagonisti fino agli eventi sociali e politici della comunità, specchio dell’Italia. Cambiamento dopo cambiamento, anno dopo anno, si superano le grandi guerre e si arriva alle porte dell’attualità, in un ricco ventaglio di personaggi secondari.

Romanzo di una strage, 2012

Resoconto storico della strage di piazza Fontana, che ha radicalmente cambiato il volto dell’Italia. È il 12 dicembre del 1969 e alle 16.37 del pomeriggio un’esplosione devastò la Banca Nazionale dell’Agricoltura, a Milano, ancora piena di clienti. Diciassette decessi e ottantotto ferite gravemente. Un ordigno inesploso viene rinvenuto a Milano e altre tre esplosioni avvengono a Roma. Ha così inizio una lunga stagione di pura violenza.

Il capitale umano, 2014

Svariate personalità vengono poste a confronto in questo film di Paolo Virzì, che pone la luce su un immobiliarista che tenta la scalata societaria nel modo più rapido possibile, sui sogni di una donna ricca ma infelice e sull’amore agognato da una giovane oppressa dal padre. Tante vite stravolte da un misterioso incidente. Un fitto mosaico che tenta di mostrare il vero volto di una fetta dell’umanità. Un quadro beffardo della nostra società.

Smetto quando voglio, 2017

Luigi Lo Cascio prende parte agli ultimi due capitoli di Smetto quando voglio, trilogia di Sydney Sibilia. Alla base della prima pellicola c’è la volontà di un gruppo di ricercatori universitari di cambiare la propria vita, sviluppando una sostanza stupefacente legale, sfruttando un cavillo burocratico. Le cose però impiegano poco a sfuggire di mano, incappando nei piani di un gruppo criminale, guidato da Luigi Lo Cascio, che ha molto più in comune con quei disperati ricercatori di quanto si possa pensare.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.