I migliori 12 film di Meryl Streep da vedere a giugno di Sky

Video tratto da Youtube ©JasonMovieGuy

In attesa di vederla nella seconda stagione di Big Little Lies , la pluripremiata serie Hbo (dal 18 giugno alle 21.15 su Sky Atlantic) facciamo gli auguri a Meryl Streep che il 22 giugno compie 70 anni. Per l’occasione, sabato 22 e domenica 23 giugno su Sky Cinema Collection è previsto un intero weekend con film che la vedono protagonista. Scopriamo quali sono che vedremo

Una carriera straordinaria

Compirà 70 anni il 22 giugno e una cosa da farsi perdonare Meryl Streep ce l'ha: la perfezione. Straordinaria interprete, maniaca fino al manierismo. Viso ovale, che ricorda i ritratti di Jan Vermeer, come le sue origini olandesi, e naso lungo e sottile, la Streep ha una fisionomia capace di affrontare ogni ruolo: dalla Linda di Il Cacciatore di Michael Cimino, alla Karen Blixen in La mia Africa fino al ruolo di Donna nel musical Mamma mia! ispirato agli Abba. 

Attrice da record (ha vinto tre Oscar, due Screen Actors Guild Award, 10 Golden Globe, due Emmy Award, due Premi BAFTA, un Prix al Festival di Cannes, un Orso d’oro alla carriera e un Orso d’argento al Festival di Berlino), Mary Louise Streep (Meryl è un soprannome voluto dalla madre) è nata a Summit (New Jersey) da genitori di origine olandese il 22 giugno del 1949. Sembra che i suoi iniziali studi da soprano (lezioni di canto a 12 anni) l' abbiano poi aiutata nella recitazione. Femminista della prima ora, ha fatto più di una battaglia a Hollywood per dare più spessore ai ruoli femminili. Il suo amore per la recitazione nasce però da lontano ed è ben fondato su una cultura teatrale di prim'ordine che gli deriva prima dagli studi allo Yale Drama School e, poi, dalla frequentazione del Public Theatre dove ha recitato Shakespeare, Ibsen, Shaw e Pirandello.

I premi vinti

Vince la prima statuetta nel 1979 con Kramer contro Kramer come attrice non protagonista. Due anni dopo, nell'81, gira La Donna del Tenente Francese, l'anno successivo La Scelta di Sophie e poi Silkwood (tre film e tre nomination come miglior attrice protagonista). Finalmente con La scelta di Sophie nel 1982 vince nella categoria principale degli Academy Awards per la sua interpretazione di una donna ebrea la cui vita rimane segnata da una scelta difficile: lascia morire la figlia in un lager per salvare sé stessa e l'altro figlio. Il suo terzo Oscar arriva nel 1983 come miglior attrice protagonista per The Iron Lady, ritratto perfetto della leader inglese Margaret Thatcher. Ma tua la sua carriera è costellata di film che sono, de facto, entrati nella storia del cinema grazie alla sua partecipazione: basta qualche esempio: Un grido nella notte, I ponti di Madison County, La mia Africa, La musica del cuore, Il dubbio, Florence e ovviamente Il diavolo veste Prada, in cui interpreta la perfida Miranda Priestley, personaggio ispirato alla figura di Anna Wintour, mitica direttrice di Vogue.

L'omaggio per i 70 anni di Sky Cinema Collection

Per omaggiare la sua tenacia e la sua impareggiabile bravura attoriale, le stesse che l’hanno consacrata a pilastro dell’Olimpo hollywoodiano, sabato 22 e domenica 23 giugno su Sky Cinema Collection è previsto un intero weekend con film che la vedono protagonista. Tra i titoli in programmazione si segnalano: due dei tre film che le hanno fatto ottenere l’Oscar: quello come miglior attrice protagonista per La scelta di Sophie, in cui interpreta un’ebrea che, per salvare se stessa e un figlio, inizia a collaborare con il comandante del lager seppur abbandonando una figlia al suo destino; e quello come miglior attrice non protagonista per Kramer contro Kramer in cui è una madre che lotta in tribunale per la custodia del figlio contro l’ex marito Dustin Hoffman. E ancora: il capolavoro di Steven Spielberg sulla libertà di stampa The Post con Tom Hanks; il dramma ambientato in una chiesa del Bronx Il Dubbio con Amy Adams e Philip Seymour Hoffman; la storia intrecciata di tre donne vissute in epoche diverse The Hours con Julianne Moore e Nicole Kidman, nel ruolo di Virginia Woolf; il visionario film di fantascienza con Jeff Bridges The Giver - Il Mondo Di Jonas; la controversa storia d’amore ambientata in Inghilterra nel 1867 La Donna Del Tenente Francese con Jeremy Irons e per cui la Streep ottenne il Golden Globe; la commedia con Nicolas Cage Il Ladro Di Orchidee, che ottenne un Oscar, la miglior regia a Spike Jonze e 2 Golden Globe tra cui quello alla Streep; le storie di una reporter, un professore e un senatore sullo sfondo del conflitto afgano in Leoni Per Agnelli, con Tom Cruise e Robert Redford, qui anche alla regia; il dramma che racconta la storia di un’insegnante che prende sotto la sua ala uno studente cinese Dark Matter; e infine Mamma Mia! Ci Risiamo e Manhattan.

•          La scelta di Sophie

•          Kramer contro Kramer

•          The Post

•          Il Dubbio

•          The Hours

•          The Giver - Il Mondo Di Jonas

•          La Donna Del Tenente Francese

•          Il Ladro Di Orchidee

•          Leoni Per Agnelli

•          Dark Matter

•          Mamma Mia! Ci Risiamo

•          Manhattan

 

La scelta di Sophie - 1982

Regia: Alan J. Pakula
Attori: Meryl Streep, Kevin Kline, Peter MacNicol, Rita Karin,

Una delle più belle e toccanti interpretazioni di Meryl Streep che per questo suo ruolo ha ottenuto il suo secondo Oscar (dopo quello di già vinto per Kramer contro Kramer) come “Migliore Attrice Protagonista”. E’ la storia di una emigrata polacca che ha subito la terribile esperienza del campo di concentramento. Nathan è un intellettuale ebreo ossessionato dall'Olocausto. I due cercano di sopravvivere come possono. Abitano vicino a un giovane scrittore, Stingo, che con il passare del tempo diventa amico di entrambi. Stingo capisce che le turbe di Sophie hanno avuto inizio quando per salvare il figlio maschio ha lasciato morire una figlia ad Auschwitz.

Kramer contro Kramer - 1980

Regia: Robert Benton
Attori: Dustin Hoffman, Meryl Streep, Jane Alexander, Justin Henry, Howard Duff

Siamo nel 1980 e nei cinema di quell'anno non si fa che parlare di Kramer contro Kramer di Robert Benton e soprattutto della grande interpretazione di Meryl Streep che gli donerà il suo primo Oscar come “Migliore Attrice Non Protagonista” per l’interpretazione di Joanna, madre premurosa ma moglie insoddisfatta. Al suo fianco, nel ruolo del marito, un altrettanto mostro della recitazione che porta il nome di Dustin Hoffman: un pubblicitario immerso nel suo lavoro che, trovandosi improvvisamente abbandonato dalla moglie, deve imparare all'improvviso a rapportarsi con il figlioletto. Quando poi la moglie tornerà a reclamare il bambino, i due dovranno battersi in tribunale per la sua custodia.

The Post - 2017

Regia: Steven Spielberg
Attori: Tom Hanks, Meryl Streep, Sarah Paulson, Bob Odenkirk, Tracy Letts, Bradley Whitford, Bruce Greenwood

Quando The Post uscì tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 sembrò a tutti una sorta di “santa alleanza” tra premi Oscar: Infatti tra il regista Steven Spielberg, Meryl Streep e Tom Hanks la somma delle statuette era decisamente alta: ben 9 premi. I tre miti del cinema, di fatto, non avevano insieme mai lavorato ma a riunirli è stata una storia affascinante, epica ma soprattutto "urgente": il ricordare, e visti i tempi ce n’è bisogno, il valore fondante del primo emendamento alla Costituzione Americana che ribadisce la libertà di stampa, il ruolo di guardiano della democrazia. Il film, quasi come un thriller, racconta i Pentagon Papers, il dossier sulle bugie di cinque amministrazioni americane sull'intervento in Vietnam, che pubblicato nel 1971 dal New York Times e dal Washington Post provocò un'onda di proteste e indignazione senza precedenti, qualche anno prima del Watergate.

Il Dubbio – 2008

Regia: Vahid Jalilvand
Attori: Navid Mohammadzadeh, Amir Aghaee, Hediyeh Tehrani, Zakieh Behbahani, Saeed Dakh, Alireza Ostadi

Si può essere divisi, come capita a Sorella Aloysius Beauvier interpretata da una sempre superlativa Meryl Streep, tra intolleranza e dubbio? Essere la preside dal pugno di ferro della scuola St. Nicholas nel Bronx (siamo nel 1964) e sospettare di pedofilia, con troppa fede e forse con verità, il carismatico Padre Flynn, dal volto più che realistico del compianto Philip Seymour Hoffman. E' quello che accade ne Il Dubbio di John Patrick Shanley, candidato a 5 Oscar agli Oscar 2009, per l'intero cast Meryl Streep, Philip Seymour Hoffman, Amy Adams e Viola Davis, e per la miglior sceneggiatura non originale.

The Hours - 2002

Regia: Stephen Daldry
Attori: Nicole Kidman, Meryl Streep, Julianne Moore

Tre donne in tre momenti diversi della storia del Novecento e, in fondo, una sola storia: è l'idea del libro di Michael Cunningham,The Hours, trasformato in film da Stephen Daldry, il regista del fortunato Billy Elliot. Vincitore del premio Pulitzer per la narrativa, eletto in America miglior libro del 1998 da prestigiosi quotidiani, fra cui il New York Times, The Hours incrocia le storie di tre donne legate da un libro e dagli stessi interrogativi sulla vita. Le tre sono Virginia Woolf (una Nicole Kidman imbruttita e col nasone), una casalinga nella Los Angeles del dopoguerra (Julianne Moore) e una intellettuale nella New York dei nostri giorni (Meryl Streep)

The Giver – Il mondo di Jonas – 2014

Regia: Phillip Noyce
Attori: Brenton Thwaites, Odeya Rush, Meryl Streep, Jeff Bridges

Diretto da Phillip Noyce nel 2014, The Giver – Il mondo di Jonas è una pellicola di genere fantascientifico con protagonisti Brenton Thwaites e Odeya Rush. Il film è l’adattamento del romanzo The Giver - Il donatore di Lois Lowry, primo capitolo della serie letteraria composta da altri tre libri (La rivincita, Il messaggero e Il figlio). Nel cast, oltre ai due protagonisti, spiccano attori di fama internazionale del calibro di Jeff Bridges, il premio Oscar Meryl Streep, Alexander Skarsgård, Katie Holmes e la cantante Taylor Swift.

La Donna del Tenente Francese – 1981

Regia: Karel Reisz
Attori: Meryl Streep, Jeremy Irons, Hilton McRae, Emily Morgan, Charlotte Mitchell, Lynsey Baxter, Jean Faulds, Peter Vaughan

Sarah Woodruff è una distinta ex-governante inglese evitata da tutti per essersi macchiata di vergogna con un tenente della marina francese naufragato nelle acque antistanti un piccolo paese sul mare, Lyme Regis. Tutti la considerano pazza e proprio per questo suo essere considerata la matta del paese, Sarah ha la libertà di stare sola in tutti i luoghi e in tutte le ore, cosa assolutamente vietata ad una signorina perbene nell'Inghilterra vittoriana. Ed è proprio per salvarla dal mare in tempesta che Charles Smithson, un giovane gentiluomo, si avventura sul molo sul quale lei sta immobile nonostante vento e pioggia, con lo sguardo fisso all'orizzonte. Lui la chiama ripetutamente finché lei si gira e lo guarda. Quell'unico lunghissimo sguardo sarà l'inizio di un appassionato amore che va ad intrecciarsi con quello vero dei due protagonisti del film, Mike ed Anna, due attori che interpretano l'ottocentesca storia d'amore.

Il Ladro di orchidee - 2002

Regia: Spike Jonze
Attori: Nicolas Cage, Meryl Streep, Chris Cooper

Ennesima candidatura agli Oscar come migliore attrice non protagonista per Meryl Streep per il film Il Ladro di Orchidee, film del 2002, diretto da Spike Jonze. Vincitore di numerosi premi, tra cui l'Orso D'Argento al Festival di Berlino nel 2003 e nello stesso anno l'Oscar per il Miglior attore non protagonista a Chris Cooper è la storia di Charlie Kaufman, uomo geniale come sceneggiatore ma molto problematico nella vita quotidiana: deve adattare per il grande schermo 'Il ladro di orchidee', un libro sulla vera storia del botanico John Laroche, ma si trova ad un punto morto; dopo tentativi su tentativi sarà l'intervento del suo scanzonato gemello Donald a dare finalmente una svolta alla situazione.

Leoni Per Agnelli - 2007

Regia: Robert Redford
Attori: Robert Redford, Meryl Streep, Tom Cruise

Un senatore guerrafondaio, giovane e ambizioso, da Washington ha in mente una nuova offensiva in Afghanistan. Una nota giornalista, sua avversaria politica, in cerca di uno scoop accetta di intervistarlo. Un maturo professore si confronta con uno dei suoi studenti vivace sul piano intellettuale e disilluso su quello politico-sociale. Due soldati, un nero e un messicano, ex studenti del professore, soli e feriti durante l'offensiva, sono abbandonati in Afghanistan in territorio nemico. Le vicende finiscono per incrociarsi. Leoni per agnelli significa soldati coraggiosi per comandanti incapaci.

Dark Matter - 2007

Regia: Shi-Zheng Chen
Attori: Ye Liu, Meryl Streep, Aidan Quinn

Il film, tratto da una storia vera, segue la vita di Liu Xing (Ye Liu), uno studente universitario cinese in America che reagisce violentemente quando e sue chance di vincere il Premio Nobel sono tarpate dalla politica della sua scuola. Dark Matter era stato presentato al Sundance Film Festival 2007, ma la sua uscita fu ritardata a causa delle affinità della storia con la drammatica vicenda del massacro di Virginia Tech.

Mamma mia ci risiamo! - 2018

Regia: Ol Parker
Attori: Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin Firth, Stellan Skarsgård, Julie Walters, Dominic Cooper, Amanda Seyfried, Christine Baranski, Lily James, Cher

Meryl Streep, una delle interpreti principali del film Mamma Mia!, torna anche nel sequel Mamma mia ci risiamo! anche se non con un ruolo da protagonista. Soprattutto torna la spiaggia finissima e acqua cristallina del paradiso ellenico di Kalokairi e le immancabili canzone degli Abba. All'esplosivo cast dell'episodio originale, che comprendeva la già citata Meryl Streep con Amanda Seyfried, Pierce Brosnan e Colin Firth, si aggiungono i nuovi personaggi di Andy Garcia, Jessica Keenan Wynn e dell’impareggiabile Cher, con la sua voce suadente e inconfondibile.

Manhattan - 1979

Regia: Woody Allen
Attori: Woody Allen, Diane Keaton, Michael Murphy, Meryl Streep, Mariel Hemingway

Un’immensa dichiarazione d’amore in bianco e nero che Woody Allen rivolge alla città di New York. È il film Manhattan, vero capolavoro uscito nel 1979 e che imporrà il regista americano come uno dei personaggi chiave del cinema di tutti i tempi. Nl cast Diane Keaton (Mary Wilke), l’attrice feticcio del regista (7 film insieme, tra cui Io e Annie per cui vinse l’Oscar nel 1977), Michael Murphy e Meryl Streep nei panni di Jill (unica pellicola insieme ad Allen). A soli 19 anni, Mariel Hemingway ottiene la nomination all’Oscar come migliore attrice non protagonista per la parte di Tracy ma poi la sua carriera non è più decollata.