I migliori film di Brie Larson

Da Scott Pilgrim a Captain Marvel, passando per Room, i migliori film di Brie Larson in vista dell’uscita di Avengers: Endgame

Nonostante la giovane età, Brie Larson vanta già un gran numero di film all’attivo. Ha 29 anni l’amata Captain Marvel, nata l’1 ottobre del 1989 a Sacramento, vincitrice di un Golden Globe, un BAFTA, uno Screen Actors e soprattutto un Oscar (alla prima candidatura). Nel corso degli anni ha mosso i suoi passi tra televisione e cinema, riuscendo però a trovare la propria dimensione principalmente sul grande schermo, ben prima dell’Universo Marvel che l’ha consacrata dinanzi al pubblico di massa. Ecco dunque i suoi cinque film migliori o quantomeno da non perdere.

  • Room
  • Short Term 12
  • Scott Pilgrim vs The World
  • Free Fire
  • Captain Marvel

Room

Una pellicola difficile da digerire, valsa a Brie Larson il riconoscimento a livello globale, con l’Oscar come miglior attrice protagonista, alla sua prima candidatura. Un dramma emozionale che gode di eccellenti scelte registiche. L’attrice interpreta “Ma”, ovvero Joy Newsom, giovane rapita e ripetutamente violentata, rimasta incinta del piccolo Jack, che vive con lei in una minuscola stanza. Questa rappresenta il suo mondo ma, compiuti cinque anni, sua madre gli rivela un segreto. Al di là della porta vi è un intero pianeta da scoprire ed è tempo per lui di prendersi cura di sua madre, provando a salvare la vita di entrambi.

Short Term 12

Due anni prima del grande successo di Room, Brie Larson è impegnata sul set di Short Term 12. È il 2013 e lei interpreta il ruolo di Grace, giovane donna che lavora in un centro per ragazzi problematici. Ha una vita che sembra messa sui giusti binari, fidanzata con un collega e alle prese di volta in volta con storie differenti, provenienti dai tanti giovani che arrivano nel centro. L’ingresso di un’adolescente talentuosa e tormentata però fa scattare una scintilla differente. C’è da subito empatia tra le due, in un rapporto così profondo che costringe Grace a fronteggiare i propri demoni.

Scott Pilgrim vs The World

Ben prima di Captain Marvel, Brie Larson era entrata nel raggio d’attenzione del pubblico nerd per una pellicola particolarmente amata: Scott Pilgrim vs The World. Si tratta dell’adattamento di una serie a fumetti di Bryan Lee O'Malley. Il film è del 2010 e la vede interpretare un ruolo secondario per minutaggio ma non per importanza nella storia. Si tratta di Envy, colei che ha rotto il cuore di Scott Pilgrim, 23enne coinvolto in un’assurda lotta contro gli ex della bella Ramona. Tra questi vi è anche Lucas Lee, interpretato da Chris Evans, futuro Capitan America.

Free Fire

Nel 2016 è al cinema con Free Fire, pellicola dal ricco cast, che comprende tra gli altri Sharlto Copley, Armie Hammer e Cillian Murphy. Un film di genere che vanta Martin Scorsese come produttore esecutivo. Siamo negli anni ’70, con Brie Larson che interpreta il ruolo di Justine. Tante armi, grande tensione e un vecchio magazzino che in breve si trasforma in una polveriera. Una sparatoria senza fine, che fa del manierismo e dell’ironia la sua unica ragion d’essere. Un film di genere che conferma la vena ironica di Brie Larson, dopo 21 Jump Street e prima di Captain Marvel.

Captain Marvel

Nel 2019 Brie Larson segna un record. Il suo Captain Marvel traccia una linea netta nel mondo dei cinecomic, essendo la prima eroina protagonista di un Marvel Movie standalone. Un film politico, che propone al pubblico un personaggio d’estrazione militare, che fa di tutto pur di optare costantemente per la via più pacifica. Approfondisce le ragioni dei migranti alieni e le fa sue, aiutandoli a trovare una nuova casa. Un’eroina che sa bene in che mondo (reale) si muove e non lesina una gran simpatia, come evidenziato anche in Unicorn Store, ancora al fianco di Samuel L. Jackson.