I 5 film più importanti di Robert Downey Jr

Robert Downey Jr
@Getty Images

Crollo e rinascita di Robert Downey Jr attraverso i suoi film. Dai problemi con la droga al ritorno in grande stile di uno degli attori più talentuosi di Hollywood

Sono ormai trascorsi dieci anni dalla prima volta di Robert Downey Jr. nei panni di “Iron Man”. Da allora l’attore è apparso in otto film Marvel, ma questa rappresenta solo una parte di una carriera ricca di straordinarie interpretazioni e divisa in due dai suoi problemi con la droga (ormai completamente risolti). Figlio del regista Robert Downey Sr. e dell'attrice Elsie Downey, Robert Downey Jr. ha debuttato come attore all'età di cinque anni nel film "Pound" ed ha ricevuto la sua prima nomination all'Oscar nel 1992 per aver interpretato Charlie Chaplin in "Charlot". Ci sono voluti 16 anni per avere un'altra nomination. È arrivata come miglior attore non protagonista per il suo ruolo di attore australiano nella commedia demenziale "Tropic Thunder"  nel 2008. Entrambi i film gli sono valsi anche candidature al Golden Globe. Come detto, la carriera di Robert Downey Jr. ha vissuto momenti tormentati e drammatici con una serie di arresti legati al possesso e al consumo di droga tra il 1996 e il 2001. Tanti problemi che non hanno intaccato il suo talento naturale. Questi i cinque film più importanti della sua carriera

  • Sherlock Holmes 
  • Iron man
  • Zodiac
  • Tropic Thunder
  • Charlot

“Sherlock Holmes" (2009)

In "Sherlock Holmes" di Guy Ritchie, Robert Downey Jr. porta sul grande schermo la leggenda iconica di Arthur Conan Doyle per una nuova generazione di spettatori. Uno Sherlock Holmes inedito che si dà anche all’azione e non solo alla risoluzione degli enigmi. La trama coinvolge Holmes e il suo assistente, il dottor Watson (Jude Law) contro il malvagio Lord Blackwood (Mark Strong) che vuole conquistare Londra. Il film è una meraviglia di effetti speciali abbaglianti e azione iper-cinetica. Robert Downey Jr. ha vinto il Golden Globe per la sua interprezione e ha ripreso il ruolo nel sequel del 2011 "Sherlock Holmes: A Game of Shadows".

"Iron Man" (2008) 

La Marvel ha iniziato il suo dominio incontrastato nel cinema grazie al personaggio di Iron Man. Robert Downey Jr. interpreta Tony Stark, un ingegnoso miliardario narcisista che sviluppa un'armatura dopo essere stato tenuto prigioniero in una grotta dell’Afghanistan. Il regista Jon Favreau permette a Robert Downey Jr. di far emergere la sua personalità spigliata e irresistibile. Il film ha generato innumerevoli sequel e ulteriori film collegati ad esso. Il primo rimane però uno dei migliori film di supereroi ed è dovuto in gran parte al carisma e al fascino di Robert Downey Jr.

"Zodiac" (2007)

"Zodiac" di David Fincher racconta dell’ossessione di un vignettista (Jake Gyllenhaal) e di un reporter (Robert Downey Jr.) per lo Zodiac Killer, un individuo non identificato che terrorizza la California del Nord con una serie di omicidi alla fine degli anni '60. Dall’altra parte c’è il lavoro di due detective di San Francisco (Mark Ruffalo e Anthony Edwards) che vogliono rintracciare il killer. Entrambe le storie coesistono in perfetta armonia l'una con l'altra rendendo la pellicola davvero avvincente. Robert Downey Jr. offre una delle sue migliori interpretazioni come Paul Avery, la cui vita si svela quando diventa un bersaglio dello Zodiac. 

"Tropic Thunder" (2008)

“Tropic Thunder” è ricordato soprattutto per l’incredibile perfomance di Robert Downey Jr. nei panni di Kirk Lazarus. Diretto da Ben Stiller, il film è incentrato su un gruppo di attori narcisistici che si perdono nella giungla mentre girano un film di guerra. Lazarus, un australiano dai capelli biondi e dagli occhi azzurri, scurisce chirurgicamente la sua pelle per interpretare il leader del plotone afroamericano del film. Metodico all'estremo, Lazarus rimane nel personaggio in ogni momento, spesso credendo di essere in realtà un uomo di colore. Nelle mani abili di Robert Downey Jr., Lazarus diventa un'ondata di stereotipi razziali e di egotismo da star del cinema. Ha ricevuto una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista perdendo solo dal compianto Heath Ledger ("The Dark Knight").

"Charlot" (1992)

Robert Downey Jr. interpreta la leggenda del film muto Charlie Chaplin nel dramma autobiografico di Richard Attenborough . Non solo somiglia in modo sorprendente al regista e protagonista di "Tempi Moderni", ma riesce a catturare lo spirito allegro e il fascino astuto che ha reso Chaplin la più grande star del mondo. Scava anche nel grande pozzo della tristezza che ha spinto il suo genio. Per questo film Robert Downey Jr. ha vinto il BAFTA come miglior attore e ha ricevuto una nomination agli Oscar.