Noir in Festival 2018, una settimana a tinte cupe

Noir in Festival 2018
Un particolare della locandina del Noir in Festival 2018 disegnata da Gigi Cavenago

Dal 3 al 5 dicembre a Milano e dal 6 al 9 a Como, torna il tradizionale appuntamento con il cinema (e non solo) a tinte scure di cui Sky Cinema è Media Partner. Durante tutta la settimana, Cinepop, il programma quotidiano in onda alle 21.00 su Sky Cinema  Uno, seguirà il festival con rubriche ed approfondimenti dedicati, mentre domenica 9 Sky Cinema Cult manderà in onda alcuni film premiati gli anni passati

Dicembre non è solo bianco come il bianco Natale. Dicembre, per gli amanti delle emozioni, è anche nero come il Noir in festival, tradizionale appuntamento dedicato a cinema e letteratura noir di cui Sky Cinema è Media Partner. Quest’anno non fa eccezione, con l’edizione 2018 in programma da lunedì 3 a mercoledì 5 dicembre a Milano e da giovedì 6 a domenica 9 a Como.

Tanti e notevoli i film in concorso, a cominciare dalla pellicola di apertura del festival Les Fauves di Vincent Mariette, che vede protagonista Lily-Rose Depp, fino alla black comedy di Paul Feig Un piccolo favore, con Anna Kendrick e Blake Lively (film in anteprima nazionale), passando per il noir al femminile Destroyer di Karyn Kusama, con una sempre eccezionale Nicole Kidman. Curiosamente, così come si cominciava, si chiude sempre con la famiglia Depp, anche se in questo caso con il padre Johnny, impegnato in City of Lies di Brad Furman (pellicola però fuori concorso).

I candidati al premio Caligari per il miglior film noir italiano, il cui vincitore sarà annunciato il 6 dicembre al Teatro Sociale di Como, sono: l’acclamato Dogman di Matteo Garrone, già protagonista al Festival di Cannes; l’adrenalinico Ride di Jacopo Rondinelli; Una storia senza nome di Roberto Andò; La terra dell’abbastanza dei Fratelli D’Innocenzo, una delle sorprese di questa stagione cinematografica italiana; Sulla mia pelle di Alessio Cremonini, dedicato alla tragica morte di Stefano Cucchi; Respiri di Alfredo Fiorillo.

A contendersi il Premio Giorgio Scerbanenco per il miglior romanzo noir dell’anno (l’annuncio il 3 dicembre presso la IULM di Milano), saranno invece: Maurizio De Giovanni con Il purgatorio dell’angelo; Patrick Fogli con A chi appartiene la notte; Giorgia Lepore con Il compimento è la pioggia; Piergiorgio Pulixi con Lo stupore della notte; Ilaria tuti con I fiori sopra l’inferno. Lo scrittore norvegese Jo Nesbø, la cui strada si era incrociata con quella del Noir in Festival sin dal suo primo romanzo, riceverà invece il Premio Chandler alla carriera.

Tra i cineasti omaggiati quest’anno al Noir in Festival troviamo il compianto George A. Romero, con la proiezione de La notte dei morti viventi a ben 50 anni di distanza dalla sua uscita in sala. Non a caso, anche la splendida locandina del festival di quest’anno, disegnata da Gigi Cavenago, è dedicata agli zombie. Un altro regista “al centro del mirino” è Joe Dante, protagonista con Piraña ed Explorers. Ovviamente gli appuntamenti e incontri in programma sono molti altri: vi rimandiamo al sito ufficiale per i dettagli.

Ma il Noir in Festival non si limita alle location milanesi e comasche, perché continua anche su SkyCinepop fornirà aggiornamenti all'interno delle sue rubriche Inoltre, domenica 9 dicembre a partire dalle 14 Sky Cinema Cult dedicherà la sua programmazione ad alcune pellicole premiate nelle edizioni precedenti: si parte con Betty Love e si prosegue con Il permesso – 48 ore fuori, Gattaca – La porta dell’universo, Gatta Cenerentola e Devil’s Knot – Fino a prova contraria, per terminare in seconda serata con The Believer. Tutti i titoli saranno disponibili su Sky On Demand nella collezione Cult in Noir.