Made in France, ecco come nasce un terrorista

Made in France
Made in France

Martedì 13 novembre, a 3 anni dalla strage del Bataclan di Parigi, su Sky Cinema Uno va in onda in prima visione tv Made in France, film d’attualità che racconta di un giornalista che si infiltra in una nascente cellula terroristica, rischiando la sua stessa vita.

Sono passati già tre anni dalla sanguinosa strage del Bataclan, eppure risulta difficile lasciarsi indietro questo triste pezzo di storia contemporanea. Martedì 13 novembre, in occasione del terzo anniversario, su Sky Cinema Uno va in onda in prima visione tv alle 21.15 un film d’attualità girato nello stesso anno del massacro, Made in France, che richiama in maniera inquietante gli avvenimenti di quel giorno.


Made in France
, diretto da Nicolas Boukhrief, racconta di Sam, un giornalista che si infiltra di sua iniziativa in una nascente cellula terroristica parigina. Ogni singolo giorno l’uomo rischia di essere scoperto e ucciso, ma non per questo prende in considerazione di arrendersi. Quando però il gruppo decide di pianificare un attentato e il rischio si fa troppo grande, la polizia si mette in contatto con l’uomo e gli offre la sua unica possibilità di uscirne vivo.


Thriller drammaticamente realistico, la cui uscita nelle sale è slittata più volte proprio a causa dei vari attentati terroristici che hanno scosso la Francia nel 2015, Made in France avvince lo spettatore fino alle sue battute finali, grazie soprattutto all’eccezionale cast, all’interno del quale spicca il protagonista Malik Zidi, già noto al pubblico italiano per avere recitato in Ex di Fausto Brizzi.