10 curiosità su Agatha Christie

Inserire immagine
Una scena del film "Assassinio sull’Orient Express", in prima visione su Sky Cinema Uno 

Il nome femminile più celebre che campeggia sugli scaffali di libri gialli ha avuto una vita degna dei suoi romanzi: tra misteriosi nomi ed esperienze uniche, Agatha Christie non ha nulla da invidiare ai suoi Hercule Poirot e Miss Marple! Aspettando gli appuntamenti con le trasposizioni sullo schermo dei capolavori della regina del giallo su Sky Cinema Uno (lunedì 1 ottobre con Assassinio sull’Orient Express e ogni venerdì di ottobre con glia otri titoli da brividi di suspense), ecco le 10 curiosità che non ci si aspetterebbe da una donna come Agatha Christie. E invece…

articolo di Camilla Sernagiotto

La donna del mistero per eccellenza non lo era solo su carta ma anche su carta d’identità.
Stiamo parlando di Agatha Christie, la scrittrice inglese più tradotta (seconda solo a Shakespeare) i cui libri venduti si aggirano attorno alla bellezza di un miliardo di copie.

Oltre a essere un’artista della suspense quando scriveva, questa donna ha avuto una vita così intrisa di mistero e adrenalina da essere lei stessa un personaggio che nulla ha da invidiare ai suoi Poirot e Miss Marple.
Per omaggiare questa eccellenza del Made in England, Sky Cinema Uno dedica il palinsesto di ottobre ai suoi Misteri con la M maiuscola.
Lunedì 1 ottobre i due appuntamenti da non perdere sono con Assassinio sull’Orient Express, in prima visione alle 21.15, e con Mistero a Crooked House alle 23.25 su Sky Cinema Uno. Venerdì 12 ottobre l’appuntamento continua con le due puntate della miniserie Dieci piccoli indiani; venerdì 19 ottobre l’appuntamento è con le tre puntate della miniserie Testimone d’accusa mentre venerdì 26 i due episodi della miniserie Le due verità concluderanno l’omaggio ad Agatha Christie su Sky Cinema Uno.

Aspettando di goderci gli interessanti titoli della sua bibliografia trasposti sullo schermo, ecco la top ten delle dieci curiosità davvero bizzarre sul conto di una delle scrittrici donne più celebri della storia.

Pseudonimo
Come tutti i grandi artisti che si rispettano, anche Agatha Christie ha scelto per la propria carriera uno pseudonimo. Il nome diventato sinonimo di genere letterario, infatti, non è quello con cui la Christie era conosciuta al secolo. Il nome di battesimo era Dame Agatha Mary Clarissa Miller mentre, una volta coniugata, è diventata Lady Mallowan. Nulla di vagamente orecchiabile come Agatha Christie, insomma, così impeccabile da sembrare una marca.

Il vero Poirot
Hercule Poirot, il celeberrimo detective diventato talmente famoso da essere finito su un francobollo nigeriano, non è stato inventato di sana pianta da Agatha Christie. L’uomo a cui si ispira fu avvistato dalla scrittrice nei primi anni Dieci, mentre scendeva da un autobus. Con una camminata stranissima, un volto particolare e un paio di baffi strabilianti, questo tizio impressionò la Christie al punto da originare nella sua mente quello che sarebbe poi diventato il suo alter ego numero uno.

Agatha Christie surfista?!
Ebbene sì: chi immagina la Christie sempre chiusa nel suo studio e intenta a scrivere di assassini sul treno e avvelenamenti vari, sbaglia di grosso. La celebre romanziera infatti era celebre anche per la sua passione per il surf. Appena poteva, cavalcava l’onda e non solo quella del successo bensì, letteralmente, i cavalloni. Si è spinta fino in Sud Africa e addirittura ad Honolulu. Chi l’avrebbe mai detto? Nemmeno Poirot, anche se sembra prevedere sempre tutto…

Il mistero della sua scomparsa
Nel 1926 Agatha Christie si rese protagonista di una misteriosa scomparsa, degna di un suo romanzo. Sparì per dieci giorni senza lasciare traccia, tanto da far fiorire su tutti i giornali dell’epoca richieste di segnalazioni in caso di avvistamento della scrittrice.
Fu rinvenuta dieci giorni più tardi in stato di amnesia mentre vagabondava ad Harrogate, località termale dell'Inghilterra settentrionale. Aveva soggiornato per tutto il tempo nell'hotel Swan Hydro dove si era registrata con uno pseudonimo curioso: Nancy Neele, ossia la donna che il suo allora marito Archibald intendeva sposare, motivo per cui aveva lasciato Agatha Christie.

L’ennesimo pseudonimo
Dame Agatha Mary Clarissa Miller aveva una vera fissazione per gli pseudonimi. Oltre a quello con cui la conosciamo bene, pubblicò sei romanzi con il nome di Mary Westmacott, trovata che nasce dall'unione del suo secondo nome, Mary, e dal cognome di alcuni suoi parenti.

Dormire nella sua casa
La casa in cui Agatha Christie ha trascorso buona parte della sua vita si trova a Devonshire, in Inghilterra. Si può affittare per circa 500€ a notte. Provare il brivido di dormire nella stanza in cui sono nate pagine e pagine di gialli da brivido non ha prezzo. Anzi, ce l’ha: "soli" 500 euro!

Una passione per l’archeologia
Dopo il divorzio dal marito Archie, Agatha Christie si è fidanzata con un archeologo, Max Mallowan. Con lui è andata a fare sopralluoghi in Siria e Iraq, affascinata profondamente dalle aree dal forte impatto storico. La professione di Max è diventata poi la passione di Agatha Christie.

L’algoritmo per trovare l’assassino
Un gruppo di ricercatori matematici britannici ha trovato l’algoritmo per scoprire l’assassino nei romanzi della Christie. Analizzando l’evoluzione della storia, l’algoritmo riuscirebbe a predire chi è stato a uccidere.

Voleva fare la cantante
Il sogno nel cassetto di Agatha Christie era quello di diventare una cantante lirica. Tuttavia quel cassetto è stato poi riempito di manoscritti che hanno fatto la storia del giallo. Il motivo per cui la scrittrice non è mai andata fino in fondo nell’inseguire il suo desiderio canoro va a braccetto con la sua patologica timidezza, quella che la costrinse a rimanere nell’ombra della riservatezza per tutta la vita, anche nel pieno della fama.

Ha inventato il “week-end con delitto”
Negli anni Venti inventò un format che ancora oggi spopola: quello del “week-end con delitto”. La scrittrice usava inscenare misteriosi omicidi presso l’hotel Old Swan di Harrogate per intrattenerne gli ospiti e farli investigare per tutto il fine settimana.