Titanic: 33 cose che ancora non sapevate

Un'anteprima mondiale televisiva davvero da non perdere: Titanic in 3D sbarca su Sky 3D domenica 14 luglio alle 21:10 (in contemporanea anche su Sky Cinema 1 HD), e per l'occasione ecco alcune gustose curiosità sulla pellicola campione d'incassi

"Titanic in 3D", prima visione mondiale su Sky 3D Guida TV: scopri quando va in onda "Titanic in 3D" Speciale Aspettando Titanic in 3D Scopri tutto su Titanic
di Linda Avolio


Il celeberrimo film di James Cameron ha ormai quasi 16 anni, ma la sua magia è fresca e intatta come quando uscì nel dicembre del 1997, rubando il cuore di milioni di ragazzine in tutto il mondo e, soprattutto, vincendo ben 11 premi Oscar.

Ebbene, conoscete qualcuno che non ha mai visto Titanic? Noi no, e siamo sicuri neanche voi (chi, tra i vostri amici, familiari o conoscenti sostiene il contrario sta chiaramente mentendo!), ma questo non significa che non ci siano ancora molte cose da scoprire, perchè, nonostante la fama internazionale, i misteri del transatlantico più sfortunato del mondo sono secondi solo a quelli del lungometraggio che porta il suo nome: ecco 33 curiosità sul colossal che ha trasformato in star Leonardo DiCaprio e Kate Winslet di cui ancora non eravate a conoscenza.

01. Gli studios di Hollywood volevano Matthew McConaughey nel ruolo di Jack, ma Cameron insistette per far avere la parte a DiCaprio. Fan del bel Leonardo sparse per il globo, avete un motivo in più per ringraziare il caro vecchio James.

02. Gloria Stuart (Rose da anziana) aveva solo 2 anni quando ci fu la tragedia del Titanic, e ai tempi delle riprese era l'unica ad aver vissuto in prima persona quel fatto. Stuart ricevette la nomination come Miglior Attrice Non Protagonista all'età di 87 anni, divenendo di fatto l'interprete più matura non solo per quella categoria, ma in assoluto.

03. DiCaprio era solito portare sul set la sua lucertola (sì, aveva una lucertola come animale da compagnia!), e un brutto giorno la bestiola fu investita da un camioncino. Il bel Leonardo, però, si prese cura di lei e riuscì a farla tornare in forma. Bello e buono, come avrebbero detto gli antichi greci.

04. L'ultima notte di riprese, qualche simpaticone mise della fenciclidina (in gergo: Polvere d'Angelo) nella zuppa di vongole riservata al cast e alla troupe, e 80 persone finirono in ospedale con le allucinazioni!

05. Il ruolo di Molly Brown fu inizialmente offerto all'attrice Reba McEntire, che però alla fine fu costretta a tirarsi indietro a causa di un impegno preso in precedenza. Per fortuna, aggiungiamo noi, perchè così andò a sostituirla la grandiosa Kathy Bates.

06. Kate Winslet fu una dei pochi attori a non voler indossare una muta durante le riprese in acqua, e così si prese una bella polmonite. Lezione imparata.

07. La costruzione del Titanic dal 1910 al 1912 costò in totale 7,5 milioni di dollari, che equivalgono a una cifra che, nel 1997, era compresa tra i 120 e 150 milioni di dollari. Il film, in totale, costò invece 200 milioni di dollari. Money, money, money.

08. Titanic fu il primo film a essere rilasciato anche per il mercato home-video mentre era ancora in programmazione nelle sale.

09. Nel film, l'anziana Rose ha un volpino di Pomerania, e tra i sopravvissuti alla tragedia del 1912 ci furono anche 3 cani, tra cui, appunto, un volpino di Pomerania. Cameron girò delle scene con gli animali in acqua, ma poi le tagliò. Fatevene una ragione.

10. Jamesa Cameron voleva che fosse Enya a scrivere le musiche del film, ma l'artista declinò l'offerta. A quel punto subentrò James Horner, che scrisse uno dei pezzi più famosi della storia del cinema. Tszè, altro che seconda scelta!

11. Fu lo stesso Cameron a disegnare gli schizzi di Jack, infatti ogni volta che nel film vediamo una mano che tiene un carboncino o una matita stiamo guardando la mano del regista, non quella di DiCaprio.

12. Il soprabito indossato da Rose mentre la nave stava affondando era di 4 taglie più grande: Cameron decise di fare così per far sembrare Kate Winslet più piccola e vulnerabile.

13. La coppia di anziani coniugi che muoiono abbracciati sul letto nella loro cabina sono Ida e Isidor Strauss, i proprietari del negozio Macy's di New York. Ida si rifiutò di salire sulla scialuppa, e decise di restare insieme a Isidor fino alla fine.

14. Finite le riprese, le rovine della ricostruzione del Titanic vennero rivendute a dei rottamai.

15. Gwyneth Paltrow fece un provino per la parte di Rose, ma non fu l'unica, perchè anche Nicole Kidman, Madonna, Jodie Foster, Cameron Diaz e Sharon Stone si proposero. Alla fine, però, a spuntarla fu Kate, e per fortuna, aggiungiamo noi!

16. Kate Winslet sapeva che si sarebbe dovuta mostrare completamente nuda agli occhi di Leonardo DiCaprio, così, per sciogliere il ghiaccio (scusate il gioco di parole) decise di spogliarsi di fronte a lui la prima volta che lo incontrò.

17.  La ricostruzione della nave usata per le riprese in esterno fu realizzata in un porto in Messico, in una spiaggia a sud di Rosarito, nella Baja California.

18. L'intera ricostruzione del Titanic fu montata su un complesso sistema di cric e pompe idrauliche che permettevano di far inclinare il set fino a un massimo di 60 gradi.

19. L'acqua della piscina usata per le scene post-affondamento era altra circa un metro.

20. Avete presente la scena in cui l'acqua invade il maestoso salone con la scalinata? Cameron e la sua troupe prepararono tutto nei minimi dettagli, perchè, una volta allagato, il set sarebbe andato distrutto. Tutto sommato sono stati bravi, che ne dite?

21. La birra che vedete nelle pinte e nelle bottiglie dei passeggeri di terza classe è in realtà una bevanda analcolica...altrimenti dopo 5 o 6 ciak chi si sarebbe ricordato le battute?

22. Il ruolo del capitano Smith venne offerto a Robert De Niro, ma l'attore fu costretto a rifiutare a causa di una brutta infezione gastrointestinale.

23. Gli stuntman delle scene nella sala dei motori erano alti più o meno 5 piedi (circa 155 cm) per far sembrare più imponenti le macchine e lo spazio.

24. Il titolo originale del film sarebbe dovuto essere Planet Ice (Pianeta ghiaccio). Orrendo, non trovate? Meno male che poi si decise per un molto più efficace Titanic!

25. James Cameron passò più tempo col Titanic (o meglio, con i suoi resti) di quanto non ne passarono gli sfortunati passeggeri.

26. Dopo aver terminato la sceneggiatura, Cameron scoprì che sulla nave ci fu veramente un certo Jack Dawson che morì durante la tragedia.

27. La maggior parte degli arredamenti che si vedono nel film furono ricostruiti grazie all'aiuto e alla supervisione di alcuni ricercatori della White Star Line, la compagnia che costruì e arredò veramente la nave.

28. Il relitto su cui si sdraia Rose nel finale venne ricreato sulla base di un vero resto ritrovato in acqua dopo la tragedia, che tuttora è conservato al Maritime Museum of the Atlantic di Halifax.

29. Quando Jack sta per fare il ritratto a Kate le dice “Sdraiati sul letto, cioè, sul divano”: DiCaprio effettivamente sbagliò la battuta (che era “Sdraiati sul divano”), ma a Cameron la scena piacque, e la lasciò così.

30. Cameron non voleva che ci fossero canzoni nella colonna sonora durante il film, infatti James Horn registrò di nascosto un demo di My Heart Will Go On con Celine Dion. Sappiamo come andò a finire: il regista cambiò idea, e il pezzo divenne una vera e propria hit!

31. La Paramount dovette stampare delle copie in più della pellicola, perchè quelle immesse sul mercato per la distribuzione si consumarono a furia dell'utilizzo esagerato, e dovettero essere sostituite.

32. La suite più costosa del Titanic costava 4350 dollari, che oggi equivarrebbero a  75000.

33. Titanic fu il primo film diretto da Cameron dove non c'erano armi nucleari. In compenso ci fu una nave che si spezzò in due e affondò. Insomma, se non c'è la tragedia non lo dirigo, vero James?


Per imbarcarvi (solo metaforicamente, per carità!) sul transatlantico più famoso del mondo e rivivere la magia del colossal firmato James Cameron non dovete fare altro che sintonizzarvi su Sky 3D o su Sky Cinema 1 HD domenica 14 luglio alle 21:10.



Signori, è stato un onore suonare con voi stasera.