Processo Depp-Heard, testimonia Kate Moss: "Johnny non mi ha buttata giù dalle scale"

Spettacolo
©Ansa

La top model ha deposto, testimoniando in videoconferenza, su richiesta dell'attore, con cui ha avuto una relazione negli anni Novanta. E ha chiarito: Depp "non mi ha mai spinto, preso a calci o buttato giù dalle scale", come invece aveva insinuato Heard

Continua il processo per diffamazione che oppone Johnny Depp all'ex moglie Amber Heard. Il 25 maggio ha deposto Kate Moss, testimoniando in videoconferenza in apertura della 22esima giornata del procedimento e chiarendo che l'attore, con cui ha avuto una relazione negli anni Novanta, non l'ha mai fatta cadere dalle scale come insinuato da Heard.

La testimonianza di Kate Moss

approfondimento

Aquaman and the Lost Kingdom, Amber Heard: "Mio ruolo ridimensionato"

"Ho avuto una storia con lui", ha detto la modella quando l'avvocato di Depp, Ben Chow, le ha chiesto come conoscesse l'attore. Moss ha anche spiegato di aver avuto una "relazione romantica", e che l’attore non l'ha fatta cadere dalle scale, come insinuato da Amber Heard. Parlando di un soggiorno dell'allora coppia in Giamaica, la top model, come scrive anche People, ha ricordato che lei e Johnny stavano uscendo di casa. "Johnny era andato avanti. Era cominciato a piovere. Io sono scivolata dalle scale e mi sono fatta male alla schiena. Ho gridato perché avevo dolore. Johnny è corso ad aiutarmi e mi ha portato in camera, poi mi ha fatto vedere da un medico", ha detto Kate Moss. La top model ha avuto una relazione con Johnny Depp tra il 1994 e il 1997 e, secondo le fonti, ha sempre sostenuto l'attore. Heard ha nominato Moss mentre testimoniava lo scorso 5 maggio, raccontando di una rissa avvenuta nel marzo 2015 in cui ha preso a pugni in faccia l'ex marito Depp per paura che spingesse sua sorella Whitney giù per una scala. L'attrice di Aquaman ha detto di aver "istantaneamente" pensato a "Kate Moss e le scale". Quando l'attrice ha nominato la modella, i legali di Depp hanno mostrato un sussulto di soddisfazione, sicuri che le dichiarazioni di Moss sarebbero state favorevoli al loro assistito. L'avvocato dell'attore, Ben Chew, ha immediatamente deciso di contattarla e lei, nella sua brevissima deposizione del 25 maggio, ha chiarito: Johnny "non mi ha mai spinto, preso a calci o buttato giù dalle scale". Il team legale di Heard non ha voluto controinterrogare Moss.

Poliziotta: 'Amber picchiò ex partner'

approfondimento

DC Films: "Il ruolo di Amber Heard non è ridotto a causa del processo"

Sempre nella giornata del 25 maggio, gli avvocati di Johnny Depp hanno poi 'ripescato' Beverly Leonard, l'agente di polizia che fermò Amber Heard nel 2009 all'aeroporto di Seattle per aver picchiato l'allora compagna Tasya van Ree. "Amber era aggressiva verso la persona che viaggiava con lei, l'aveva afferrata per un braccio e strappato la collana. Barcollava, aveva gli occhi offuscati e ho sentito odore di alcol", ha detto la Leonard, in una deposizione presentata in video in tribunale a Fairfax. La van Ree all'epoca ritirò la denuncia e per Amber non ci furono conseguenze legali. Intanto, sono attese per venerdì le argomentazioni finali, poi la parola passerà alla giuria.

Spettacolo: Per te