Cameron Diaz: "Del mio aspetto non mi importa e non mi lavo mai la faccia"

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

©Getty

L'attrice ha fatto rivelazioni molto particolari in occasione di un'intervista rilasciata al podcast della BBC "Rule Breakers" di Michelle Visage, giudice dello show americano "RuPaul's Drag Race". La diva confessa di pensare assai raramente al suo aspetto e afferma di non lavarsi quasi mai il viso

In un'epoca in cui la skincare è ormai un rituale sacro, Cameron Diaz va controcorrente. E, facendolo, finalmente si libera dalle catene con cui i media e Hollywood tentano di imprigionarci da decenni.

L'attrice ha fatto rivelazioni molto particolari in occasione di un'intervista rilasciata al podcast della BBC Rule Breakers di Michelle Visage, giudice dello show TV americano RuPaul's Drag Race.
“Sono una bestia, del mio aspetto non mi importa molto e non mi lavo mai la faccia”, ha affermato la bellissima Cameron Diaz. Bellissima di natura, non per merito della sua beauty routine quindi, dato che è inesistente stando alle sue parole.

Ha sottolineato quanto raramente lei pensi al proprio aspetto fisico durante il giorno e ha aggiunto il dettaglio (sconcertante per i più, come i commenti sui social network stanno dimostrando) del viso quasi mai lavato. La diva ha aggiunto “nonostante io abbia un miliardo di prodotti per la cura personale... che prendono polvere sugli scaffali".

Per lei si tratta di una vera e propria svolta: Cameron Diaz ormai è lontana dalle luci della ribalta di Hollywood, di cui ha deciso lei stessa di lasciare i riflettori. E adesso parla con orgoglio del suo addio a quei canoni estetici restrittivi, codificati dalla società e imposti a tutti quanti noi, celebrità e "comuni mortali", da decenni.


"Negli ultimi otto anni sono come una selvaggia... sono una bestia!”, riferisce a Michelle Visage, rivelando di aver riscoperto una vita più naturale, selvaggia e maggiormente priva di artifici. Per dire addio agli artifici, però, la ex it girl hollywoodiana ha per forza dovuto dire addio alla patria di quegli stessi artifici: Hollywood, appunto.


L'attrice, oggi 49enne, ha rifiutato la bellezza di 100 milioni di dollari (cifra cumulativa di varie offerte, per cui le produzioni volevano scritturarla sui set di più film si intende).  
Quel rifiuto è stato per lei altamente liberatorio. Diaz definisce infatti quel mondo "una trappola" e, a oggi, dice di non avere nessun tipo di rimpianto o di ripensamento.
Ricordiamo che da quella “trappola” dorata l'attrice è riuscita a scappare nel 2015, dopo aver sposato il musicista Benji Madden, chitarrista e seconda voce dei Good Charlotte (di cui fratello il cantante è il gemello, Joel Madden).

Le parole di Cameron Diaz

approfondimento

Cameron Diaz parla del suo ritiro dalle scene

"Sono stata vittima di tutta l'oggettivazione e lo sfruttamento della società a cui sono soggette le donne. Ho vissuto tutto sulla mia pelle in determinati momenti. È difficile non farlo, è difficile non guardare te stessa e giudicarti rispetto ad altri indicatori di bellezza, e penso che questa sia una delle cose più gravi... Negli ultimi otto anni però ho cancellato tutto. Sono diventata un animale selvatico, come una bestia!”, ha raccontato Cameron Diaz ai microfoni del podcast della BBC Rule Breakers di Michelle Visage.

Cosa fa ora Cameron Diaz

approfondimento

The Mask, 15 cose da sapere sul film con Jim Carrey e Cameron Diaz

Adesso che è ufficialmente uscita dal mondo dello schermo, grande o piccolo che sia (benché in televisione non abbia mai fatto nulla durante la sua carriera), ora Cameron Diaz si occupa di vini. Ha lanciato un'etichetta enologica che sta riscuotendo un enorme successo: la Avaline.


Inoltre quella che quindi dovremmo definire ufficialmente come ex attrice si sta dedicando anima e corpo anche a uno dei “lavori” più impegnativi, coinvolgenti e meravigliosi del mondo: quello di mamma.
Il 3 gennaio del 2020 è nata la prima figlia della coppia, Raddix Madden, come è stato annunciato tramite Instagram dai diretti interessati, ossia i genitori. La bambina è nata il 30 dicembre 2019, tramite maternità surrogata.

Non lavarsi la faccia

approfondimento

Buon compleanno Cameron Diaz, l'attrice compie 48 anni. FOTO

La scelta di Cameron Diaz, quella di non lavarsi il viso come lei stessa ha ammesso, è di certo una decisione strong, non da tutti diciamo. Non si tratta tanto di estetica quanto, a volte, di comfort. Ma è comunque una scelta personale che andrebbe rispettata. Purtroppo però, si sa, la rete è per sua stessa definizione una trappola. Una rete, appunto, che cattura nelle sue maglie. Ci auguriamo che in queste ore non si registri un tripudio di meme a tema, come accaduto nel caso di Ashton Kutcher e Mila Kunis, quando nel luglio del 2021 hanno dichiarato di non lavare se stessi e i figli fino a quando non è davvero necessario.

Ashton Kutcher e Mila Kunis, derisi per le proprie abitudini igieniche

approfondimento

Ashton Kutcher e Mila Kunis sui figli: "Li laviamo solo quando serve"

La coppia di attori (fidanzati dal 2012 e sposati dal 2015) ha parlato della routine igienica seguita sia per loro sia per i due bambini, di 6 e 4 anni. Tutta la famiglia si lava completamente soltanto quando è necessario. "Se gli vedi dello sporco addosso lavali, altrimenti non serve", ha affermato Ashton Kutcher in un podcast. Dopo queste dichiarazioni, i social network si sono riempiti di meme che facevano il verso i due attori.

Tuttavia, come avevamo scritto nel luglio del 2021, le attuali abitudini igieniche di Mila Kunis sono indissolubilmente legate alla sua storia personale. "Non avevo acqua calda da piccola quindi non mi facevo la doccia spesso", ha dichiarato Kunis.

Nata nel 1983 a Černivci - una città dell'Ucraina dell'Oblast omonima, nella Bucovina del Nord, nella regione occidentale del Paese - l'acqua calda non era qualcosa di scontato, anzi. Questa cosa segna indelebilmente chi la vive sulla propria pelle, come infatti l'attrice e modella ucraina naturalizzata statunitense ha voluto sottolineare.

Queste parole, oltre alla nazionalità originaria dell'attrice, oggi fanno purtroppo riflettere più che mai. Purtroppo quell'acqua calda che Mila Kunis non aveva da piccola è tornata tragicamente attuale in questi difficilissimi, insostenibili giorni di guerra.

Spettacolo: Per te