Giacomo Poretti in scena a Bergamo con lo spettacolo Chiedimi se sono di turno

Spettacolo
©Getty

Torna sul palco Giacomo Poretti con lo spettacolo Chiedimi se sono di turno presso l’Auditorium del Seminario di Bergamo, Capitale Italiana del Volontariato 2022. L’evento si terrà mercoledì 2 marzo e sarà gratuito, con prenotazione obbligatoria

Sotto la guida del regista teatrale Andrea Chiodi, mercoledì 2 marzo 2022 alle 20.45 Giacomo Poretti torna sulle scene con lo spettacolo Chiedimi se sono di turno, presso l’Auditorium del Seminario di Bergamo. Il monologo, di cui Poretti è protagonista, è solo una delle tante iniziative indette per Bergamo Capitale Italiana del Volontariato 2022.

Il nuovo monologo Chiedimi se sono di turno di Giacomo Poretti

approfondimento

Aldo Giovanni e Giacomo, i migliori film del trio comico

Obiettivo delle iniziative è portare alla riflessione sul volontariato, approfondendone il ruolo nella società e le relazioni nei processi di cura. Le iniziative hanno avuto il via sabato 19 febbraio con il convegno Il volontariato che cambia la sanità. Il tempo della relazione è tempo di cura, svoltosi presso il Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo. Al convegno ha partecipato lo stesso Giacomo Poretti, al fianco di Oscar Bianchi, Giorgio Gori, Pasquale Gandolfi, Stefano Locatelli e Letizia Moratti tra gli altri. Ed è da qui, che prende il via la riflessione che Poretti porta sul palco, attingendo alla sua esperienza personale tra le corsie d’ospedale, tentando di rispondere a fianco del pubblico alla difficile domanda “E adesso, chi lo svuota il pappagallo?”. Strumento odiato da chi lo deve utilizzare e da chi, il pappagallo, lo deve pulire, il Primario lo rifugge, i parenti ne provano vergogna.

L’infermiere Poretti simbolo di umanità tra rispetto e ironia

Eppure, è proprio da questo strumento così mal sopportato che passa l’umanità, la delicatezza e il rispetto di chi scegliere di supportare chi ha bisogno d’aiuto e si trova in una situazione di fragilità. Così come ha raccontato ironicamente lo stesso Poretti durante il convegno: “Come mi disse Suor Aurelia una volta, quando porti il pappagallo ad un ammalato se hai tempo vedrai dipingersi sul suo volto una vergogna tutta particolare perché con quel gesto gli stai infliggendo una frustrazione e gli stai facendo capire come gli esseri umani dipendono gli uni dagli altri. E diceva: ricordati che il pappagallo nessuno vuole portarlo, nessuno vuole riempirlo e nessuno vuole svuotarlo. E dopo una pausa aggiungeva che un bravo infermiere è quello che riesce a tenere compagnia alla vergogna: è l’insegnamento più profondo che un infermiere o un medico possa ricevere”.

Come partecipare allo spettacolo Chiedimi se sono di turno

È possibile partecipare allo spettacolo Chiedimi se sono di turno gratuitamente, ma è necessario prenotarsi online compilando il modulo presente sul sito bergamo.csvlombardia.it. Una volta ricevuta la mail di conferma contenente tutte le indicazioni necessarie, sarà possibile partecipare dotati di green pass rafforzato sopra i 12 anni e la mascherina FFP2.

Spettacolo: Per te