L’esercito americano ha usato Lana Del Rey per una campagna di reclutamento di soldatesse

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

©Getty

Una citazione sul coraggio e il fallimento è stata attribuita alla cantautrice in un post pubblicato sull'account ufficiale di Twitter di U.S. Army. Tuttavia non ci sono prove che attestino che l'abbia davvero pronunciata la popstar... L'attribuzione alla famosa artista sarebbe finalizzata ad aumentare il reclutamento tra le donne. A chiedere un commento sia alla cantante sia all'esercito è stato Rolling Stone USA. Per ora ha risposto solo l'esercito

L'esercito degli Stati Uniti d'America ha pubblicato sul proprio account ufficiale di Twitter una citazione che ha attribuito a Lana Del Rey, ossia la seguente.

Being brave means knowing that when you fail, you don’t fail forever”, che tradotto significa: "Essere coraggiosi significa sapere che quando fallisci, non fallisci per sempre”.

La frase porta la firma dello pseudonimo di Elizabeth Woolridge Grant , la cantautrice, poetessa e modella statunitense meglio conosciuta con il nome d'arte di Lana Del Rey.
Tuttavia non ci sono prove che attestino che quelle siano davvero parole da lei proferite (o anche scritte andrebbe bene, anzi: ci sarebbero più prove, dato che verba volant, scripta manent).

Ma se quella frase non fosse riconducibile alla star, la domanda sorgerebbe spontanea: possibile che l’U.S. Army abbia attribuito in maniera falsa una citazione a una celebrità?
Secondo alcuni, potrebbe essere una mossa strategica finalizzata ad aumentare il reclutamento di donne all'interno dell'esercito statunitense. Cosa che peraltro potrebbe spiegare la foto di una soldatessa durante l'addestramento militare a cui la citazione fa da corredo su Twitter.

Ma comunque sia, ripetiamo: possibile che l’U.S. Army abbia attribuito in maniera falsa una frase a una celebrità?
Se l'è chiesto l'edizione a stelle e strisce di Rolling Stone, tra gli altri.

“L’esercito degli Stati Uniti sembra aver rubato una citazione direttamente dagli annali dei post di ispirazione su Pinterest e, per qualche motivo, l'ha attribuita a Lana Del Rey come parte di quello che apparentemente è uno sforzo per aumentare il reclutamento tra le donne”, scrive il famoso magazine musicale americano.
Aggiungendo un: “Siamo ancora tutti completamente confusi”.

Il racconto di come il tweet incriminato sia nato in rete ce lo fornisce direttamente la “Bibbia del Rock”, nella sua edizione oltreoceano.

Il tweet con la cit. "incriminata"

approfondimento

Euphoria, Lana Del Rey presente con una canzone

Lo scorso sabato sera, il 22 gennaio (per la precisione alle 18.03 esatte) l'esercito americano ha condiviso una foto di una donna in tenuta militare che striscia sotto il filo spinato, corredando lo scatto con la frase motivazionale di cui sopra, firmata da Lana Del Rey.

Il post è stato coronato dall'hashtag #SoldierSaturday.


“Se l'esercito americano che cita Del Rey è surreale già di per sé, non è chiaro - e piuttosto improbabile - se Del Rey abbia mai effettivamente pronunciato quelle parole”, continua RS.
Ma il mistero non finisce qui: le investigazioni in salsa rock di Rolling Stone USA spiegano che, se si cerca la citazione su Google, viene visualizzata sì una lunga sfilza di risultati che attribuiscono quelle parole a Lana Del Rey, alcuni risalenti addirittura al lontano 2016.
La citazione “forse finta” è apposta su innumerevoli jpeg e GIF motivazionali. E, come ogni fake news che “si rispetti” (si fa per dire. Non sono mai da rispettare le fake news), si è moltiplicata come i pani e i pesci nel giro di poche ore. Figuriamoci quando il lasso di tempo è quello dal 2016 a oggi.

La citazione viene riproposta in molte zone ombrose del sottobosco della rete, come nei post intitolati "15 Courageous Quotes to Spark Your Inner Brave" (su un sito web che si chiama Success.com, per dire), e viene cementata nella memoria delle generazioni odierne e future grazie al suo inserimento nel compendio di citazioni online, AZQuotes.com.

Tuttavia ci si aspetta che l’esercito statunitense dia un po’ più di valore alle fonti, combattendo le fake news con la stessa tenacia con cui difende l'America...

“Il fatto è che nessuno di questi post di cui sopra si collega a una fonte originale, che si tratti di un'intervista, una canzone, un TED Talk, un discorso motivazionale aziendale, qualunque cosa. In effetti, si può trovare la stessa citazione attribuita interamente ad altri, come un video di YouTube di nove secondi senza audio del 2018 in cui è abbinato alla foto di un cavallo. Francamente, sembra altrettanto possibile che l'abbia detto il cavallo come Del Rey”, scrive Jon Blistein su Rolling Stone, strappandoci una risata.

La svolta "nell’inchiesta"

approfondimento

Lana Del Rey, è uscito il video di "Blue Banisters"

La svolta in questa bizzarra inchiesta in salsa "Army ’n’ Roll" è la naturale fase due: contattare i rappresentanti di Lana Del Rey e l'esercito degli Stati Uniti per avere un commento sulla questione.
Ad averci pensato è sempre Rolling Stone USA, che dopo aver sollevato la questione ha deciso di andare a fondo. Ma per ora ha avuto un riscontro soltanto da parte dell’esercito.

Un rappresentante dell’U.S. Army ha fornito una spiegazione abbastanza semplice su come e perché sia stata scelta la citazione: “È stata trovata durante una ricerca online di citazioni motivazionali sul coraggio. Usiamo spesso citazioni motivazionali nei nostri contenuti sui social media", ha dichiarato il portavoce a Rolling Stone.
Non è ancora pervenuta, invece, una risposta della popstar o di chi per lei.

Il passato “artistico-patriottico” di Lana Del Rey

approfondimento

Lana Del Rey è tornata su Instagram

Benché oggi l'associazione che lega Lana Del Rey all’esercito americano suoni un tantino stonata, in realtà se si guarda indietro, con sguardo al passato della cantautrice, la cacofonia si attenua parecchio.

Del Rey ha infatti costruito la propria carriera un po' criticando e allo stesso tempo esaltando la cultura e la nostalgia a stelle e strisce.

Quando era agli esordi, per esempio, la cantante si esibiva spesso davanti a una bandiera americana. Solo dopo l'elezione di Donald Trump nel 2016 ha affermato di sentirsi a disagio al riguardo...

Non da ultimo, quello che potremmo definire il “citation-gate” - lo scandalo della citazione lanadelreyana forse fake - trova in un tweet una nuova luce sotto cui guardare la cosa.

Il regista Dylan Park ha affermato di essere stato incaricato di dirigere un video musicale di Del Rey, un videoclip che come tema avrebbe dovuto raccontare tipo “dalla Seconda Guerra Mondiale all'America militare di oggi”. In stile Marilyn Monroe che canta per i soldati, insomma.


Parks ha aggiunto che l'esercito avrebbe finanziato il video musicale e fornito "Carri armati, elicotteri, tutto quanto". Ma l’esercito avrebbe poi chiesto di utilizzare la clip al fine di reclutare nuove leve e Lana Del Rey a quel punto avrebbe rifiutato.

"Anni fa (correva l’anno 2017, ndr) ero stato scelto per dirigere un video di Lana Del Rey. Il tema erano i militari americani, dalla Seconda guerra mondiale ai giorni nostri. Tipo le esibizioni di Marilyn Monroe per i militari all’estero. L’esercito avrebbe finanziato il video. Carri armati, elicotteri, tutto quanto. Esigevano però di utilizzare il video per fare reclutamento e Lana Del Rey li ha mandati a farsi fo****e", fa sapere Dylan Park dal suo account di Twitter.


Ma il commento più bello su tutta questa storia rimarrà quella del conservatore Jason Rantz, patron dell’omonimo show radiofonico statunitense, il quale se ne è uscito con questa massima: "Il nostro esercito è spacciato se arriva a usare un testo di Lana Del Rey per attirare le reclute".  

Che lo Zio Sam abbia passato il testimone nel Nuovo Millennio alla "Cugina Lana"? Ai post l'ardua sentenza. Magari non ai post dell'esercito statunitense con cit. musicali annesse, ecco.  

Spettacolo: Per te