Kate Winslet su Leonardo DiCaprio: "Quando ci siamo rivisti ho pianto di gioia"

Spettacolo

L'attrice premio Oscar ha ammesso di non essere riuscita a contenere l'emozione nel rivedere l'amico cui è legata da una profonda e lunga amicizia

Nella classifica delle star più apprezzate del 2021, Kate Winslet occupa certamente una posizione di spicco. La protagonista e producer di uno dei prodotti seriali più in vista della stagione, “Mare of Easttown”, ha ammesso in un'intervista rilasciata per “The Guardian” di aver pianto di gioia nel rivedere l'attore e amico di lunga data Leonardo DiCaprio, un pianto inarrestabile che ha accompagnato l'incontro tra i due premi Oscar avvenuto dopo tre anni, trascorsi lontano a causa dei reciproci impegni ma soprattutto della pandemia (LO SPECIALE GLI AGGIORNAMENTI LA MAPPA).

Con Leonardo DiCaprio l'attrice è “legata per la vita”

approfondimento

I film e le serie tv con Kate Winslet da non perdere. FOTO

La schiettezza di Kate Winslet non stupisce i fan dell'attrice britannica, amata dal pubblico e dagli addetti ai lavori per la spontaneità delle sue dichiarazioni e per la sua personalità, autentica e sincera. L'amicizia con Leonardo DiCaprio, con cui ha diviso il set in produzioni memorabili come “Titanic” e “Revolutionary Road”, è forse l'aspetto della vita privata più in vista dell'attrice che, normalmente, tiene molto alla sua privacy. Nella sua ultima intervista Winslet non fa mistero di aver pianto ininterrottamente alla vista dell'amico con cui è legata, dice, dalla metà dei suoi anni. “Non siamo stati in grado di lasciare i nostri paesi”, spiega l'attrice, e il riferimento è alla pandemia che ha allontanato le persone per molto tempo. “Come molte altre persone che hanno amici sparsi in tutto il mondo, abbiamo sofferto la mancanza l'uno dell'altra a causa del Covid. Lui è mio amico, uno dei miei migliori amici. Siamo legati per la vita”.

“Omicidio a Easttown”, tra i migliori prodotti dell'anno

approfondimento

Omicidio a Easttown, la trama della serie tv con Kate Winslet

Nell'intervista Kate Winslet torna sullo straordinario impatto di “Omicidio a Easttown”, la miniserie crime nominata ai Golden Globes 2022 in due categorie prestigiose, Miglior Miniserie Drammatica e Miglior Attrice per una miniserie - l'ultima nomination riguarda da vicino l'interprete quarantaseienne, già vincitrice dell'Emmy Award come Miglior protagonista in una serie a carattere antologico o limitata.

Data l'accoglienza della serie, lodata dalla critica e apprezzata dal pubblico, Kate Winslet ribadisce di non aver ancora sciolto i dubbi sulla possibilità di tornare sul set per una nuova stagione nei panni della detective Marianne “Mare” Sheehan. “Se ci dovesse essere una seconda stagione, parlerebbe delle atrocità nelle forze di polizia, qui e in America. Al cento per cento”, precisa l'attrice che spiega che in questo momento ci sono troppe persone che non hanno voce. Secondo l'attrice, spetta a tutti, anche a chi lavora nel suo settore, trasformare ciò che si racconta in qualcosa che abbia un significato ben preciso.

Spettacolo: Per te