E' morto l'attore Ed Asner: fu "Lou Grant" e il doppiatore del vecchietto di "Up"

Spettacolo
©Getty

Grande personaggio della tv e del cinema americano, vinse cinque Golden Globes e sette Emmy Awards. Impegnato anche politicamente, guidò un celebre sciopero degli attori nel 1980

È morto a 91 l'attore statunitense Edward Asner, per tutti “Ed”, vincitore di sette Emmy Awards e cinque Golden Globes. Doppiatore e attore cinematografico e televisivo, è stato anche presidente della Screen Actors Guild e attivista politicamente schierato a sinistra. Il suo ruolo più famoso era quello del burbero giornalista della CBS Lou Grant all'interno del “Mary Tyler Moore Show” e successivamente nello spin-off “Lou Grant”.

Gli spettatori italiani forse lo ricorderanno nel ruolo del Papa Buono Giovanni XXIII in una miniserie del 2002 diretta da Giorgio Roncalli, o forse nel ruolo del capitano schiavista Daviesper in “Radici”, altra miniserie di grande successo trasmessa alla fine degli anni Settanta. Caratterista per tanti registi importanti, su tutti Oliver Stone (“JFK”), anche se il suo ruolo più famoso al cinema lo vide impegnato solo con la voce: era lui il doppiatore americano di Carl Fredricksen, l'anziano protagonista del cartone “Up” della Pixar. Famose anche le sue battaglie politiche: nel 1980 guidò uno sciopero degli attori che bloccò per tre mesi le produzioni televisive dell'epoca, allo scopo di ottenere stipendi più alti in considerazione del passaggio delle serie sulle tv a pagamento (per vendetta, la CBS gli cancellò due anni dopo “Lou Grant”). Ha continuato a lavorare fino agli ultimi mesi di vita: recentemente lo si era visto nel cast di Cobra Kai, lo spin off di Karate Kid.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.