Britney Spears chiede che la causa per la sua tutela sia pubblica

Spettacolo
©Getty

La cantante non vuole più che il padre sia il suo unico tutore e da mesi chiede al tribunale della California di rimuoverlo. Il suo avvocato, presentando una mozione, ha dichiarato: è “fortemente contraria al tentativo di suo padre di tenere la loro battaglia legale nascosta nell'armadio come un segreto di famiglia”. Jamie Spears ha sempre spinto perché tutto rimanesse privato

Britney Spears vuole che la causa per la sua tutela legale sia aperta al pubblico. La popstar, ormai da mesi, chiede al tribunale della California di rimuovere suo padre, Jamie Spears, come suo unico tutore legale. L’artista era finita sotto la custodia del genitore dopo che, nel 2008, era stata ricoverata in un reparto psichiatrico e dal 2019 lui è l’unico tutore (dopo la rinuncia dell’avvocato Andrew Wallet alla co-tutela). Secondo alcuni, a partire dal movimento #FreeBritney, l’uomo sarebbe un approfittatore e un manipolatore. La figlia vorrebbe che a sostituirlo fosse il suo manager Jodi Montgomery. I due sono quindi finiti in tribunale. Il padre della popstar ha sempre sostenuto che la causa e tutto quello che ruota intorno alla tutela della figlia debbano rimanere privati perché sono un affare di famiglia (COME BRITNEY È CAMBIATA NEGLI ANNI).

La richiesta di Britney Spears

leggi anche

#FreeBritney, appello dei fan per “liberare Britney Spears dal padre”

Come raccontano Variety e il Los Angeles Times, l’avvocato di Britney Spears Samuel D. Ingham III avrebbe presentato mercoledì scorso una mozione per rendere la causa pubblica. La mossa arriva in contrapposizione a quella del padre dell’artista, che invece spinge per continuare a mantenere tutto privato. La cantante è “fortemente contraria al tentativo di suo padre di tenere la loro battaglia legale nascosta nell'armadio come un segreto di famiglia”, ha spiegato il legale. Poi ha aggiunto che la decisione dell’artista di rendere tutto pubblico dipende anche dal fatto che negli anni Jamie Spears, secondo la figlia, avrebbe fatto in modo che le procedure rimanessero private per ridurre al minimo e manipolare le informazioni a disposizione della gente. A Today, l’avvocato ha sottolineato come la “trasparenza” sarebbe importante anche per la Corte per guadagnare la fiducia del pubblico. “Il mondo intero sta guardando”, ha concluso.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.