Levante: "Mio nonno ci morì, per Beautiful"

Spettacolo

La cantautrice, ospite di "Stories" su Sky TG24, ha raccontato di quanto suo nonno, uomo colto che leggeva i classici greci, fosse appassionato della serie cult che compie 30 anni. A tal punto da perdere la vita mentre aggiustava sul tetto l'antenna della sua tv, per poter guardare una puntata

“Mio nonno ci morì per Beautiful”. Non è una battuta. E’ successo davvero, al nonno di Levante, nonno Francesco. La cantautrice siciliana lo ha raccontato a Sky TG24 nel corso di una puntata di Stories, lo speciale condotto da Omar Schillaci.

Un nonno “filosofo”, il suo, che le parlava in greco, che leggeva tantissimo, che amava la poesia: un uomo molto colto, insomma. Con un debole dichiarato per i Forrester, le loro vite patinate, le vicende intricate, gli amori estremi (IL CAST IERI E OGGI).

Claudia, questo il vero nome di Levante, ha ricordato un giorno d’ottobre del 2001, il giorno della morte di suo nonno. Era l’ora di pranzo, l’ora di "Beautiful", insomma, quando gli appassionati di Brooke, Ridge e compagni, si piazzavano davanti al televisore pronti a entrare in una favola capace di far loro dimenticare, per meno di mezz’ora, la realtà.

La tv quel giorno d’ottobre, non funzionava bene e Francesco salì sul tetto, per sistemare l’antenna. Fu allora che cadde e … morì.

Insomma, non è una battuta dire che morire per "Beautiful" si può. Davvero.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24