Lutto per Rocco Siffredi, morto il cugino Gabriele: il post su Instagram

Spettacolo
rocco-siffredi

Migliore amico di Rocco Siffredi, suo strettissimo collaboratore, Gabriele Galetta è scomparso all’improvviso

Rocco Siffredi è stato colpito da un lutto. Uno dei più dolorosi. È scomparso infatti Gabriele Galetta, suo cugino e strettissimo collaboratore. Ma, soprattutto, suo migliore amico.

L’annuncio, Rocco l’ha dato tramite la sua pagina Instagram. Dove ha pubblicato un sentito post d’addio.

Rocco Siffredi, le parole per Gabriele

“Oggi è la giornata più triste dalla morte di mia mamma 15 marzo 1991… Il grande Gabriele, mio cugino, il mio più grande amico, il mio più grande sostenitore, il mio più grande fan, la mia più grande fonte d’ispirazione, la persona che mi ha reso tutto quello che sono oggi, l’uomo che amava più di tutti il mio mondo, l’uomo che non si è mai risparmiato, l’ideatore dell’Accademia, l’amico di tutti, l’uomo dal cuore d’oro!!! Qualche ora fa Gesù se l’è ripreso lasciando un vuoto inestimabile.. e una tristezza unica. Nayeli la moglie, Nora e Rayan i figli, vi sarò sempre vicino…”: con queste parole, Rocco Siffredi ha comunicato ai suoi followers la morte di Gabriele Galetta, commentando uno scatto che li ritrae insieme, abbracciati e sorridenti.

E non è stato, il suo, l’unico cordoglio online. Anche Malena si è unita al dispiacere del pornodivo, pubblicando una foto insieme a lui: “Voglio ricordarti così… Come sempre tu hai sottolineato: due grandi amici!!! Ogni volta che ti ho ringraziato per quello che hai fatto per me, per quello che sono diventata, tu mi hai sempre e solo detto sei la mia fierezza. Gaby ci lasci un vuoto incolmabile, ma so che anche da lassù sarai il mio angelo, come lo sei stato dal mio primo giorno a Budapest: 26.09.2016. La tua piccola star”.

Rocco Siffredi, la perdita del fratello e della madre

Non è, quello di Gabriele, l’unico lutto che ha colpito Rocco Siffredi. Suo fratello maggiore è morto quando aveva soli 12 anni, come lui stesso ha raccontato: «Sono all’asilo, mi vengono a prendere: non è come al solito mia sorella ma una vicina di casa. Mi porta a casa e io sento le grida sotto casa, mia madre che gridava in una maniera straziante. Allora salgo in casa, vedo che tutti tenevano mia madre e mio fratello era sdraiato sul letto già morto. Praticamente lui è andato a dormire e non si è più svegliato. Entro nella mia stanza, non capisco nulla: c’erano tutti i palloncini di un compleanno, li faccio scoppiare tutti. Da lì in poi mi ricordo la mia vita. Prima non ricordo nulla».

Nel 1991, poi, la scomparsa della madre. Una morte che l’ha sconvolto, come ha raccontato all’“Isola dei Famosi” e poi nel corso di una confessione shock: «Sono stato con una vicina di casa di mia madre. Piangevamo, ci abbracciavamo. Ci siamo stretti e a un certo punto mi è partito l’embolo. Erano due mesi che ero attaccato a mia madre, la vedevo vomitare sangue fino a quando non è morta», ha raccontato.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24