Addio a Robert Evans, il produttore cinematografico aveva 86 anni

Spettacolo

A lui si devono capolavori come "Il Padrino" e "Chinatown"

Si è spento a 89 anni Robert Evans, produttore cinematografico americano della Paramount Pictures per cui aveva realizzato grandissimi film come "Il Padrino", "Il maratoneta" e "Urban Cowboy".

La carriera

Nel 1975 era stato candidato all'Oscar per "Chinatown" di Roman Polanski e nel 2002 il suo nome era stato inserito nella Hollywood Walk of Fame di Los Angeles. Newyorchese, aveva iniziato come attore negli anni '50 per poi approdare alla guida della Paramount Pictures nel 1966. In poco tempo fece risorgere la casa di produzioni con una serie di grandi successi come "Rosemary's Baby-Nastro rosso a New York" (1968), "Love Story" (1970) e "Il padrino" di Francis Ford Coppola (1972). E ancora "Il maratoneta" di John Schlesinger (1976), "Black Sunday" (1977), "Urban Cowboy" (1980) e "Cotton Club" (1984) di Francis Ford Coppola.

La vita privata 

Evans è stato stato sposato sette volte: oltre alla star di "Love Story", Ali MacGraw, tra le sue consorti figurano Catherine Oxenberg della serie tv "Dynasty" e Miss America Phyllis George. Quando il successo era iniziato a sfumare era caduto in depressione e si era dovuto curare per una dipendenza dalla cocaina. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.