Rutger Hauer, il monologo finale in Blade Runner. VIDEO

Spettacolo

"Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi", la frase più celebre del testo che ha fatto conoscere l'attore al grande pubblico

La frase iniziale è diventata quasi proverbiale, ma pochi sanno che in parte fu lo stesso attore Rutger Hauer, scomparso il 24 luglio all'età di 75 anni (LE FOTO), a scrivere il celebre monologo finale del film Blade Runner che nel 1982 lo rese noto al pubblico di tutto il mondo.

Il testo del monologo finale di Blade Runner

Il testo completo è questo: "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire."

Il riferimento alla poesia tedesca

Fu proprio Hauer a inserire nel testo il riferimento al poeta tedesco Tannhäuser e la frase finale sulle lacrime nella pioggia, che arricchiscono indubbiamente il già efficace dialogo. Da notare come la frase iniziale venga spesso citata erroneamente in italiano: la giusta traduzione è "Io ne ho viste cose che voi umani..." e non "Ho visto cose che voi umani...". 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.