Oscar 2019, le 5 canzoni candidate verranno eseguite durante la cerimonia

Spettacolo

Matteo Rossini

canzoni-cerimonia-oscar-2019-getty

Un'importante retromarcia per la direzione degli Academy Awards: tutti i brani in gara verranni eseguiti live, come mai questa nuova decisione?

Colpo di scena a pochissime settimane dalla notte degli Oscar 2019, il magazine Variety ha annunciato un’importante novità riguardante lo sviluppo della serata dopo le numerose polemiche sollevatesi nelle scorse settimane.
Infatti, in un primo momento la produzione degli Academy Awards aveva comunicato che soltanto due dei brani nominati nella categoria come miglior canzone, nello specifico Shallow di A Star is Born e All the Stars di Black Panther, avrebbero avuto la possibilità di essere eseguiti live, mentre gli altri restanti tre, ovvero The Place Where Lost Things Go da Il ritorno di Mary Poppins, When a Cowboy Trades His Spurs for Wings de La ballata di Buster Scruggs e I'll Fight di RGB, avrebbero dovuto fare a meno dell’importante palcoscenico americano.

Tuttavia, il magazine Variety ha appena lanciato una notizia che rimescola tutte le carte in tavola, ovvero che tutti i cinque brani saranno eseguiti dal vivo. Ma cos’è successo nel frattempo? La decisione di far eseguire soltanto due canzoni ha causato un’ondata di polemiche secondo cui la scelta sarebbe stata dovuta al fatto che la canzone vincitrice sarebbe stata tra le due eseguite live o alla volontà di dare maggior spazio ai due brani che hanno avuto più successo a livello commerciale, come sostenuto da molti utenti dei social. Quindi la direzione degli Academy Awards ha optato per una significativa retromarcia dando la possibilità a tutte le canzoni nominate di essere eseguite dal vivo.

Qual è il motivo di questa decisione?

Non si hanno notizie certe su quale sia stato il vero motivo scatenante che abbia portato a questo importante cambiamento di rotta, ma secondo le indiscrezioni più accreditate la ragione risiederebbe nel fronte comune fatto dagli artisti nominati nella categoria. Infatti, i cantanti avrebbero deciso di schierarsi tutti insieme contro la prima scelta degli Academy Awards decidendo che qualora non ci fosse stata la possibilità di esibirsi tutti, allora nessuno sarebbe salito sul palco.

Cosa aspettarsi dalle esibizioni?

Al momento l’unica certezza di quella che sembra essere una delle edizioni più complicate degli Academy Awards degli ultimi anni, vista anche l’assenza di un conduttore, è che le canzoni verranno eseguite in versioni più brevi dalla durata di 90 secondi. Incertezza invece su chi vedremo salire sul palco, infatti non è chiaro se saranno gli artisti stessi ad esibirsi live o se alcuni si affideranno ad altre voci. L’unica notizia sicura è quella annunciata dal profilo Twitter ufficiale degli Academy Awards, ovvero che il brano I'll Fight dalla pellicola RGB verrà eseguita dalla voce calda e potentissima di Jennifer Hudson, artista che in quanto a esibizioni live ha davvero poche rivali al mondo.
 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24