Umbria Jazz 2018 al via: programma, artisti e concerti più attesi

Spettacolo
Umbria-Jazz

Apertura affidata all'icona Quincy Jones, poi spazio ai vari Massive Attack, Chainsmokers, David Byrne e tanti altri. Con tanti live gratuiti. Ecco il cartellone della 45esima edizione dell'evento musicale che si terrà a Perugia dal 13 al 22 luglio

La musica è pronta a risuonare per Perugia. Venerdì 13 luglio prende il via Umbria Jazz 2018, il festival giunto alla sua 45esima edizione che sta conquistando sempre più rilevanza nel panorama degli eventi musicali italiani.

Prima edizione nel 1973

Dal 13 al 22 luglio il capoluogo umbro diventa teatro di una grande rassegna musicale, il cui programma si snoda tra arene, teatri, auditorium ma anche piazze e vie della città. Di tempo ne è passato dal 23 agosto 1973, giorno in cui il primo Umbria Jazz prende il via nel teatro naturale di Villalago di Piediluco, a pochi chilometri di distanza da Terni. La serata ha in cartellone gli Aktuala, un gruppo di world music non più attivo da tempo, e la numero uno delle big band di quegli anni, la Thad Jones e Mel Lewis con l'allora sconosciuta Dee Dee Bridgewater.

Grandi nomi

Da allora il festival ne ha fatta di strada. Dal 2003 i concerti più importanti si tengono all'arena Santa Giuliana, anche se non sono mancati altri palcoscenici, come per esempio lo stadio Renato Curi per Miles Davis e Sting oppure villa Fidelia a Spello per Eric Clapton nel 1997. Nel corso degli anni di grandi nomi ne sono passati anche tanti altri dall'Umbria Jazz. Qualche esempio? Van Morrison, James Brown, Elton John, Carlos Santana, Donna Summer, Simply Red e B.B. King, con divagazioni rock e blus che accompagnano sempre più spesso il programma più puramente jazz.

Da Quincy Jones ai Massive Attack

Ricco il cartellone anche per l'edizione del 2018. L'apertura ufficiale tocca a un'icona mondiale come Quincy Jones, che si esibirà venerdì 13 luglio all'Arena Santa Giuliana. Per restare al palco principale, quello dell'Arena Santa Giuliana, c'è grande attesa per il concerto dei Massive Attack, i padri fondatori del cosiddetto genere trip hop. La storica band britannica andrà in scena il 16 luglio, mentre il giorno successivo toccherà ai Chainsmokers, nell'unica data italiana del duo statunitense. Il 18 luglio sarà la volta di Somi e Benjamin Clementine e il 19 del gruppo brasiliano Os Mutantes. Il 20 luglio arriva a Perugia David Byrne, il celebre frontman dei Talking Heads. Chiusura in bellezza sabato 21 luglio con i set di Mario Biondi, Nik West e Hypnotic Brass Ensemble.

Il cartellone jazz

Il jazz classico la farà invece da padrone sul palco del teatro Morlacchi dove suoneranno, tra gli altri, Roy Hargrove Quintet (15 luglio), Kurt Elling Quintet con Marquis Hill (16 luglio), Billy Hart Quartet con Joshua Redman (17 luglio), Paolo Fresu Devil Quartet, Igor Butman & Moscow Jazz Orchestra (18 luglio), Sergio Cammariere Quintet (19 luglio), Mingus Big Band (20 luglio) e Roberto Gatto (21 luglio). I live saranno divisi in diverse fasce orarie con concerti pomeridiani, serali e notturni.

Live diffuso

Si inizia ancora più presto alla Galleria Nazionale, dove sono in programma una serie di concerti di mezzogiorno che includono nomi come Gianluca Petrella, Danilo Rea ed Ethan Iverson. Ma, come tutti gli anni, sarà tutta Perugia a diventare un palcoscenico diffuso, con concerti gratuiti in piazza IV Novembre e ai giardini Carducci, mentre nel centro storico si terranno street parade quotidiane. Previsti anche concerti-aperitivo al locale Umbrò e jam session al ristorante Cesarino.

Spettacolo: Per te