Sfida per il futuro: genoma a portata di mano su smartphone entro 2030

Scienze

Questa è solo una delle 10 “previsioni ardite”, delineate dagli esperti dell'Istituto americano per la ricerca sul genoma umano in un articolo pubblicato sulla rivista specializzata Nature

Gli esperti dell'Istituto americano per la ricerca sul genoma umano (Nhgri) prevedono che entro il 2030 sarà possibile avere il nostro genoma a portata di mano sullo smartphone, insieme a una sorta di guida per riuscire ad interpretarlo. Questa è solo una delle 10  “previsioni ardite” delineate dagli esperti statunitensi in un articolo pubblicato sulla rivista specializzata Nature (“Strategic vision for improving human health at The Forefront of Genomics”). Tra le ipotesi, gli esperti del Nhgri ambiscono anche a scoprire la funzione biologica di ogni gene del Dna umano entro il prossimo decennio, e a fare in modo che i test genetici diventino esami di routine, proprio come gli esami del sangue.  

Ricerca genomica: nuova visione strategica

approfondimento

Realizzata negli Usa la mappa aggiornata del Dna dei gatti

 

Gli ultimi studi di settore confermano come le informazioni genomiche possano essere utilizzate efficacemente nelle cure cliniche. Partendo proprio dall’importante ruolo affidato alla ricerca sul genoma umano, i ricercatori statunitensi hanno delineato una nuova visione strategica ed elencato le diverse priorità che guideranno la ricerca di settore nel prossimo decennio.

"Abbiamo creato la nostra nuova visione strategica in un punto di svolta importante nella genomica umana", ha dichiarato Eric Green, direttore NHGRI. "La genomica gioca ora prevalente nel panorama della ricerca, quindi NHGRI ha concentrato la sua attenzione strategica sugli aspetti più all'avanguardia del settore. I progressi futuri devono essere ampiamente vantaggiosi e avere il maggiore impatto sulla comprensione della biologia del genoma, con particolare attenzione alle applicazioni sanitarie”. 

 

Gli ultimi risultati

 

Negli ultimi 3 decenni la ricerca di settore ha compiuto passi da gigante. 17 anni fa (nel 2003) dopo oltre un decennio di studio, è stata completata la prima mappatura completa del Dna umano. Questo è stato il primo di una lunga serie di importanti traguardi raggiunti dalla ricerca di settore, accelerata dall'evoluzione tecnologica e dall'abbattimento dei costi del sequenziamento del Dna. Lo scorso anno, per esempio, gli esperti di DeCode genetics, l’azienda del gruppo Amgen, hanno realizzato la prima mappa in alta definizione del genoma umano, svelando i principali fattori che regolano l’evoluzione umana. 

"Molti dei traguardi più importanti raggiunti dalla genomica, se visti in retrospettiva, erano inimmaginabili appena dieci anni prima”, precisano i ricercatori del Nhgri. 

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24