L'Overshoot Day 2020 è il 22 agosto: tre settimane più tardi rispetto allo scorso anno

Scienze

La data in cui l'umanità ogni anno supera la soglia di risorse naturali rispetto a quelle che la Terra può produrre in dodici mesi cade in abbondante "ritardo" per conseguenza diretta della pandemia da coronavirus

L’ Overshoot Day segna la data in cui la domanda di risorse e servizi ecologici dell'umanità di un determinato anno supera quella che la Terra può rigenerare in nello stesso periodo. Dal 2003 la cadenza di questa giornata è calcolata dalla Ong statunitense Global Footprint Network. Nel 2020 sarà sabato 22 luglio, ben tre settimane dopo rispetto a un anno fa (29 luglio 2019) per effetto diretto della pandemia da coronavirus. L’immagine allarmante che ne deriva è che in questa data, secondo le stime della Ong, l'umanità avrà consumato più risorse naturali rispetto a quelle che il pianeta che la ospita può produrre in tutto il 2020.

Overshoot Day 2020 e coronavirus

 

"Quest'anno va meglio rispetto agli ultimi ma comunque non si tratta di una buona notizia per l'umanità e per la Terra” scrive il Global Footprint Network, in riferimento al fatto che l’emergenza sanitaria ha rallentato o bloccato molte attività umane per alcuni mesi. “C'è poco di cui rallegrarsi” rimarca Mathis Wackernagel, numero uno dell’organizzazione che ha istituito l’Overshoot Day, “questo risultato è prodotto dalla sofferenza e non è il frutto di un impegno umano ma di una catastrofe”.

 

Overshoot Day: non si può andare avanti così per sempre

 

L’ Overshoot Day è una data simbolica per gli ambientalisti, ma anche una scadenza fatidica che negli ultimi 50 anni si è sempre registrata prima del dodicesimo mese solare. Wackernagel paragona “la soglia del superamento” al denaro: “è possibile spendere più di quanto si guadagna, ma non per sempre". "Per rispettare gli obiettivi dell'accordo di Parigi del 2015 e contenere l'aumento della temperatura sotto la soglia di 2 gradi, meglio se 1,5, le emissioni di gas ad effetto serra dovrebbero diminuire del 7,6% ogni anno" ha recentemente ribadito l'Onu. Global Footprint Network ha invece lanciato la campagna #MoveTheDate. Ridurre le emissioni di Co2 (prodotte dalle energie fossili) del 50%, secondo l’Ong americana, consentirebbe di spostare di più di 90 giorni la data dell’Overshoot Day. In alternativa diminuire del 50% il consumo di proteine animali per 15 giorni.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.