Antartide, lo scioglimento dei ghiacci fa emergere una nuova isola di roccia

Scienze

Lunga solo circa 350 metri, è quasi interamente coperta di ghiaccio ed è stata avvistata nel corso della spedizione scientifica Thwaites Glacier Offshore Research al largo della costa del ghiacciaio di Pine Island 

La spedizione scientifica Thwaites Glacier Offshore Research, condotta all’inizio del mese scorso al largo delle coste dell’Antartide, ha portato alla luce una nuova isola rocciosa, finora assente sulle mappe.
Chiamata provvisoriamente Sif, è lunga solo circa 350 metri (1.150 piedi), è quasi interamente coperta di ghiaccio ed è stata avvistata grazie alla roccia scura sottostante che riemerge dal mare e che risalta dai ghiacciai e dagli iceberg circostanti.
La scoperta, avvenuta mentre i ricercatori navigavano al largo della costa del ghiacciaio di Pine Island, dimostra quanto velocemente il continente stia cambiando a causa dei cambiamenti climatici.

La scoperta nel dettaglio

Descritta sulla rivista specializzata Nature, la scoperta ha fin da subito sorpreso i ricercatori, che si sono resi conto dell’unicità del loro avvistamento dopo aver consultato le mappe che abitualmente utilizzano nelle spedizioni al largo delle coste dell’Antartide.
"Penso di vedere le rocce", ha gridato un ufficiale a bordo, Nathaniel B. Palmer, mentre la nave attraversava Pine Island Bay.
Sebbene l’isola sia abbastanza grande da essere visibile via satellite, secondo gli esperti la calotta di ghiaccio che la sovrasta avrebbe ostacolato finora il suo avvistamento.

Le ipotesi dei ricercatori

“All'inizio pensavamo fosse un iceberg che si era sciolto così tanto da far emergere il suo cuore roccioso. Ma ora pensiamo che il ghiaccio sull'isola facesse parte un tempo della calotta ghiacciata di Pine Island, un enorme campo di ghiaccio galleggiante che si estende verso l'esterno nell'oceano dal bordo del ghiacciaio”, ha spiegato Sarah Slack, membro della spedizione e insegnante di scienze della scuola media a Brooklyn, New York, in un post pubblicato sul blog Polartrec.
Stando al parere dei ricercatori, l’apparizione improvvisa dell’isola sarebbe dovuta alla sua emersione provocata dai cambiamenti climatici e nello specifico al cosiddetto fenomeno del “rimbalzo glaciale”.
“Mentre i ghiacciai si sono ritirati nell'Antartide occidentale, hanno esercitato pressioni sulla crosta terrestre, permettendole di rimbalzare e rialzarsi”, ha spiegato Lindsay Prothro, geologo glaciale della Texas A&M University – Corpus Christi.
Saranno necessari ulteriori studi sui campioni raccolti sulla nuova isola per riuscire a datare il sollevamento del continente e per calcolarne la velocità di emersione.  

Scienze: I più letti