Mercurio, la spettacolare danza sul Sole ripresa dalla Nasa. VIDEO

Scienze

L’agenzia spaziale ha pubblicato un filmato che mostra l’intero passaggio del pianeta, durato circa 5 ore, con immagini realizzate a diverse lunghezze d’onda grazie agli strumenti dell’osservatorio solare 

Per continuare a godere dello spettacolo offerto dalla danza di Mercurio sul Sole anche dopo la fine dell’evento, o per mostrarlo a chi se l’è perso, la Nasa ha pubblicato un video contenente le immagini del transito del pianeta sul disco solare dell’11 novembre (guarda anche le foto). Le riprese sono state ottenute dal Solar Dynamics Observatory (Sdo), l’osservatorio solare dell’agenzia spaziale in orbita dal 2010 che ha permesso di immortalare tutte le fasi del passaggio del pianeta davanti al Sole, durato in tutto circa cinque ore.

La danza di Mercurio nel video della Nasa

Per ammirare nuovamente il transito di Mercurio davanti al Sole bisognerà aspettare il 13 novembre 2032. Nel frattempo, però, la Nasa ha ripreso nei dettagli il fenomeno avvenuto nel giorno di San Martino grazie a due strumenti dell’osservatorio solare: l’Helioseismic and magnetic imager (Hmi), che studia l’attività magnetica del Sole, e le osservazioni nell’ultravioletto dell’Atmospheric Imaging Assembly hanno infatti permesso di realizzare foto a diverse lunghezze d’onda per tutta la durata dell’evento. Nel video pubblicato dalla Nasa, dalla durata di poco più di un minuto, il Sole è visibile in diversi colori, che dipendono proprio dalle lunghezze d’onda dei due strumenti di Sdo. Ogni fase del fenomeno si può quindi ammirare con diversi ‘filtri’: il filmato mostra inizialmente il primo ‘tuffo’ di Mercurio nel Sole, prima del transito vero e proprio nel quale si vede il pianeta scorrere come un puntino nero sul grande sfondo luminoso della stella. Infine, nella fase finale dell’evento Mercurio abbandona il disco solare per tornare a confondersi con lo spazio.

Transito di Mercurio: un’occasione per studiare il Sole

Il video della Nasa stupisce sia per le immagini spettacolari che per la varietà di riprese proposte, con il disco solare che viene mostrato sia da lontano che da distanza ravvicinata, per permettere di notare i dettagli. D’altronde, il transito di Mercurio ha rappresentato un’ottima opportunità per gli astronomi proprio per studiare gli strati più esterni del Sole, ovvero la fotosfera e la cromosfera. 

Scienze: I più letti